Festival Internazionale
di Letteratura a Venezia
25 28 maggio 2022

home incroci

Carlo Ginzburg

Carlo Ginzburg è uno dei massimi storici italiani e internazionali. Nato a Torino, si è occupato di storia della mentalità e della cultura popolare e di storiografia, spesso attraverso indagini multidisciplinari e sperimentali improntate a grande rigore metodologico. Professore all’Università di Bologna, ha poi insegnato nelle Università di Harvard, Yale, Princeton e, dal 1988, all' Università della California di Los Angeles. Dal 2006 lavora presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Tra le sue molte opere si segnalano

  • I benandanti. Stregoneria e culti agrari tra Cinquecento e Seicento (1966),
  • Il formaggio e i vermi. Il cosmo di un mugnaio del 500 (1976),
  • Indagini su Piero (1981),
  • Storia notturna. Una decifrazione del sabba (1989),
  • Nessuna isola è un’isola. Quattro sguardi sulla letteratura inglese (2002),
  • Il filo e le tracce (2006),
  • Paura, reverenza, terrore. Rileggere Hobbes oggi (2008),
  • Nondimanco. Machiavelli, Pascal (2018) e
  • La lettera uccide (2021).

© Lena Herzog