Festival Internazionale
di Letteratura a Venezia
3 6 novembre 2021

home incroci

Rodrigo Fresan

Rodrigo Fresan, scrittore argentino, è nato a Buenos Aires nel 1963 e vive a Barcellona dal 1999. Dopo aver lavorato per alcuni anni come giornalista, nel 1991 ha pubblicato il suo primo libro di racconti, Historia argentina, che gli è valso un immediato successo di critica e pubblico.

Negli anni seguenti sono seguiti i racconti Vidas de Santos (1993) e il romanzo Trabajos manuales (1994; Lavori manuali). La pubblicazione del libro Esperanto (1995) ha consacrato Fresán come uno dei più importanti e raffinati autori argentini, portavoce della nuova generazione di scrittori.

Nelle sue opere Fresán ha trattato vari temi a partire da prospettive diverse e spesso mescolate: la fantascienza, la guerra sporca, la religione, la sindrome di Peter Pan (Jardines de Kensington, 2003; I giardini di Kensington). Nel 2014 ha iniziato una trilogia con il romanzo La parte inventada (La parte inventata, Best Translated Book Award 2018 negli Stati Uniti), seguito da La parte soñada (La parte sognata) e conclusasi con La parte recordada.

Nel 2017 gli è stato conferito l’importante Prix Roger Callois, in Francia, per la sua carriera di scrittore.

Opere scelte

  • Historia argentina (1991; La storia argentina)
  • Vidas de santos (1993; Vite dei santi)
  • Trabajos manuales (1994; Lavori manuali)
  • Esperanto (1995; tr. it. Einaudi, 2000)
  • Mantra (2001)
  • Jardines de Kensington (2003; tr. it. I giardini di Kensington, Mondadori)
  • El fondo del cielo (2009; Il fondo del cielo)
  • La parte inventata (2014; tr. it. La parte inventada, LiberAria editrice, 2019)
  • La parte soñada (2017; La parte sognata)

 

Foto: © Alfredo Garófano