Festival Internazionale
di Letteratura a Venezia
3 6 novembre 2021

home incroci

Gholam Najafi

Gholam Najafi è nato nel 1990 a Ghazni, in Afghanistan. In seguito alla morte del padre per mano dei talebani, è fuggito insieme al proprio fratello alla sola età di dieci anni, attraversando il Pakistan, l'Iran, la Turchia e la Grecia, per giungere infine in Italia. Dal 2006 vive a Murano, insieme alla sua famiglia adottiva. Oggi Najafi è diventato uno scrittore raffinato, autore di libri scritti in italiano come Il mio Afghanistan (Edizioni La Meridiana, 2016), in cui evoca i ricordi della sua terra e la dolorosa esperienza della fuga e dell'esilio, e Il tappeto afghano (Edizioni La Meridiana, 2019), in cui, attraverso 16 racconti, narra tante storie di donne, di infanzie, di amicizie, di difficoltà e di piccole gioie che, come fili intessuti, tracciano la trama dell’Afghanistan, “terra aspra e un non sempre morbido tappeto”, come scrive Giampiero Bellingeri nell’introduzione al volume. Recentemente è uscita la sua terza opera, Tra due famiglie (Edizioni La Meridiana, 2021), in cui Gholam Najafi costruisce nuovi collegamenti tra le sue due vite, dei ponti tra il suo passato e il suo presente, che sono inevitabilmente ponti tra l'Oriente e l'Occidente, tra l'Afghanistan, terra natia, e l'Italia, terra adottiva.