Festival Internazionale
di Letteratura a Venezia
3 6 novembre 2021

home incroci

Tiziano Scarpa

Tiziano Scarpa è nato a Venezia nel 1963. Dal 1996, anno del suo esordio con il romanzo Occhi sulla graticola, ha pubblicato circa una trentina fra romanzi, raccolte di racconti, saggi, poesie e testi teatrali. I suoi libri più conosciuti sono il romanzo Stabat Mater (2008), che gli è valso il premio Strega nel 2009, il poema Groppi d’amore nella scuraglia (2005), gli aforismi Corpo (2004), la guida letteraria Venezia è un pesce (2000; la nuova edizione ampliata è uscita nel 2020). Recentemente sono usciti i romanzi Il cipiglio del gufo (2018) e La penultima magia (2020), oltre che le raccolte di poesia Le nuvole e i soldi (2018) e Una libellula di città e altre storie in rima (2018). I suoi libri sono tradotti nelle principali lingue europee e in cinese, giapponese, russo, arabo, ebraico e turco. Ha collaborato con molti giornali; ha scritto programmi radiofonici tra cui Pop corn (1997) e La musica nascosta (2008); ha ideato e fondato le riviste-sito Nazione indiana nel 2003 e Il primo amore nel 2006. Ha calcato teatri e piazze come lettore scenico, da solo o in compagnia di musicisti, fra cui: Debora Petrina, Massimo Donà, Banda Osiris, Enrico Rava, Marlene Kuntz, Laura Catrani, Stefano Bollani.

Opere scelte:

  • Occhi sulla graticola, Einaudi, 1966
  • Venezia è un pesce. Una guida, Feltrinelli, 2000 e 2020
  • Kamikaze d'occidente, Rizzoli, 2003
  • Cosa voglio da te, Einaudi, 2003
  • Corpo, Torino, Einaudi, 2004
  • Groppi d'amore nella scuraglia, Einaudi, 2005
  • Stabat Mater, Einaudi, 2008
  • L'inseguitore, Feltrinelli, 2008
  • La vita, non il mondo, Roma-Bari, Laterza, 2010
  • L'infinito, Einaudi, 2012
  • Il brevetto del geco, Einaudi, 2016
  • Il cipiglio del gufo, Einaudi, 2018
  • La penultima magia, Einaudi, 2020

 

Foto: © Gianluca Moro