Covid-19: informazioni per studenti 
Ca' Foscari per l'emergenza Coronavirus

Attività didattiche

A.a. 2020/2021 - didattica duale lauree e lauree magistrali

I calendari delle lezioni dell'a.a. 2020/2021 – in via di pubblicazione – sono realizzati secondo i seguenti criteri prioritari:

  • assenza di sovrapposizioni ad altri corsi obbligatori della stessa annualità e curriculum;
  • assenza di sovrapposizioni di insegnamenti degli stessi docenti che insegnano in più corsi di laurea/sedi;
  • consecutività delle lezioni, in modo che gli studenti abbiano lezione in modo continuativo senza lunghe pause tra una lezione e l'altra.

Nel I semestre dell'a.a. 2020/2021 le lezioni ripartiranno in modalità duale, seguendo le indicazioni del Ministero e favorendo il più possibile la frequenza dei nuovi immatricolati.

Lezioni I semestre a.a. 2020/2021 - didattica duale

La modalità duale, descritta di seguito, fa riferimento allo svolgimento contemporaneo di una lezione per una classe che segue in presenza e per una classe (virtuale) che segue a distanza. Questa modalità si applica a tutte le lezioni, incluse le parti sincrone degli insegnamenti blended, cioè le parti in presenza degli insegnamenti con modalità mista (online + in presenza).

I vincoli di sicurezza rendono necessario per l’Ateneo predisporre un’organizzazione che preveda una presenza contingentata a lezione rispetto alla capienza delle aule, con modalità che soddisfino i seguenti requisiti:

  1. flessibilità nella definizione dei contingenti (ovvero dei gradi di saturazione delle aule) in risposta alle possibili evoluzioni della situazione sanitaria e delle conseguenti misure di distanziamento fisico;
  2. eguali opportunità a tutti gli studenti nell’accesso alle lezioni in presenza, anche dove questo sia possibile in misura parziale rispetto al totale delle ore allocate per ciascun insegnamento;
  3. fruizione delle lezioni a distanza per tutti gli studenti che si trovino nelle condizioni di non potere accedere alle sedi universitarie per difficoltà logistiche, di salute o economiche.

Fermi restando i principi d’organizzazione del calendario delle lezioni, vengono dunque ribadite le seguenti linee-guida:

  • la saturazione/capienza delle aule sarà ridotta a una percentuale attualmente stimata nel 50% dei posti disponibili. Tale stima consegue alle indicazioni preliminari del Comitato Tecnico-Scientifico per la Sicurezza riguardo i parametri di distanziamento fisico, fissati nella misura di un metro (+/- 10%) da centro-seduta a centro-seduta. Tali parametri dovranno essere confermati e armonizzati sulla base delle eventuali ulteriori indicazioni definite a livello nazionale e regionale;
  • la frequenza alle lezioni dovrà conseguentemente essere organizzata prevedendo che solo una parte di studenti possa essere presente in aula attraverso un sistema di prenotazione, mentre la restante parte di studenti potrà seguire la lezione in streaming durante le lezioni utilizzando la piattaforma di videoconferenza Zoom;
  • le lezioni saranno registrate e rese disponibili sulla piattaforma di video content management Panopto così da essere fruibili anche in un momento successivo, entro 7 giorni dalla data della lezione stessa. L’accesso al sistema Panopto sarà limitato agli studenti iscritti ai corsi dell’Ateneo. In merito all’obbligatorietà della videoregistrazione, che non si applica alle esercitazioni linguistiche svolte dai CEL, l’Ateneo ha già acquisito un parere conforme da parte dell’Avvocatura distrettuale dello Stato.

Gli studenti collegati in videoconferenza potranno interagire sia a voce che via chat con il docente seguendo le regole di gestione dell’aula che il docente stabilirà per ciascun insegnamento. Le dotazioni tecnologiche delle aule permetteranno le migliori condizioni sia per la fruizione delle lezioni in aula o da remoto sia per la docenza.

Le lezioni avranno durata normale. È possibile che vengano differenziati di pochi minuti l’inizio e la fine delle lezioni tenute in aule contigue al fine diminuire il possibile affollamento degli spazi comuni nel momento di cambio aula.

L’Area Didattica e Servizi agli Studenti si occuperà di curare l’accoglienza delle matricole e degli studenti iscritti con informazioni in presenza e anche con sessioni di formazione online sulle modalità della didattica duale e sul sistema di prenotazione.

Sistema di prenotazione per l'accesso alle sedi universitarie

L’accesso alle sedi universitarie sarà regolato con lo stesso sistema di prenotazione previsto per la frequenza delle lezioni. Fermo il principio per cui il sistema dovrà consentire a tutti la possibilità di frequenza, l’accesso alle aule sarà contingentato anche rispetto ai vincoli sulla capienza complessiva dei campus ovvero degli edifici presso i quali le aule sono collocate.

L’accesso a ciascuna sede (sia essa un campus, un plesso o un edificio) sarà consentito, su base giornaliera, solo a studenti dotati di mascherina e in possesso d’una prenotazione per una o più lezioni presso la sede in una o più fasce orarie nella giornata.
Le prenotazioni dovranno essere esibite all’ingresso delle sedi, presso le portinerie o presentandole al personale dedicato alla gestione dei flussi di accesso, dove saranno utilizzati anche termo scanner e/o camera scanner per la misurazione della temperatura e saranno a disposizione le dotazioni per l’eventuale distribuzione dei dispositivi individuali per chi ne fosse temporaneamente sprovvisto.

Le sedi, così come le singole aule, saranno dotate di segnaletica per garantire la corretta circolazione delle persone e il corretto posizionamento in aula. Le/gli studenti in possesso dei requisiti di accesso presso una sede potranno muoversi liberamente all’interno della sede, indossando la mascherina e osservando i vincoli indicati dalla segnaletica con particolare riferimento alle misure di distanziamento. I contingenti di saturazione saranno parametrati in modo da garantire la sicurezza dei movimenti nelle aree comuni.
La presenza alle lezioni presso ciascuna sede sarà vincolata al possesso d’una prenotazione per l’aula in cui la lezione si svolge.

Rimarrà nelle disponibilità del docente la sospensione della lezione in caso di sovraffollamento o di mancato utilizzo da parte degli studenti della mascherina.

L’applicazione per la prenotazione terrà conto dei seguenti vincoli: 

  1. numero di posti disponibili: l'applicazione permetterà, da parte del gestore, di inserire una percentuale o un numero di posti disponibili per ciascuna aula. Non potranno essere presenti più studenti rispetto ai posti disponibili;
  2. data di prenotazione: l'applicazione permetterà la prenotazione di un posto con un anticipo massimo predeterminato;
  3. massimo di presenze in sede: superato il numero configurato di presenze presso una sede (campus/edificio/gruppo di aule) l'applicazione non permetterà di effettuare prenotazioni per quel giorno; 
  4. numero di ore prenotabili: ciascuno studente per ciascun insegnamento potrà al massimo prenotare un numero di ore calcolato attraverso la formula: n. ore dell'insegnamento x (n. posti disponibili in aula / n. studenti iscritti tramite app all'insegnamento).

All’atto della prenotazione del posto allo studente verranno proposte tutte le lezioni di quel giorno e dei sei giorni successivi e potrà prenotare il posto unicamente in questo intervallo temporale. Attraverso le funzioni del sistema lo studente potrà gestire le proprie prenotazioni ed eventualmente annullarle.

A.a. 2020/2021 - didattica altri corsi di studio

Master universitari

L'erogazione della didattica dei Master universitari prevede lezioni, esercitazioni, seminari e altre attività sia in presenza sia online, secondo quanto previsto dai singoli corsi di Master.

Anche le selezioni ai Master per l'anno accademico 2020/2021 verranno svolte prevalentemente online, mentre rimangono in presenza le discussioni delle prove finali per assicurare la conclusione dei percorsi formativi.

Molti Master prevedono inoltre, all'interno del percorso formativo, uno stage di 250 ore: per l'a.a. 2020/2021 sarà accettata la modalità smart-working anche per gli stage, se la situazione Covid-19 lo renderà necessario.

Ca’ Foscari School for International Education (CFSIE)

Le attività della CFSIE proseguono in modalità online fino a metà giugno 2020 per il Foundation Year e fino a inizio agosto per il Programma Marco Polo.

Nel I semestre dell'a.a. 2020/2021 le lezioni ripartiranno esclusivamente in modalità online; i dettagli per ciascuna attività sono disponibili sul sito www.unive.it/cfsie. La modalità online viene adottata sia per lo svolgimento delle attività didattiche che per lo svolgimento degli esami.  

Le modalità di erogazione per le attività del II semestre dell'a.a. 2020/2021 saranno definite in seguito, sulla base dell'andamento dell'emergenza sanitaria.

A.a. 2019/2020 - didattica online lauree e lauree magistrali

Esami sessione autunnale (agosto-settembre 2020)

Gli esami della sessione autunnale dell'a.a. 2019/2020 si svolgeranno in modalità a distanza. Per aggiornamenti sulle sessioni degli esami consulta il calendario accademico. Le piattaforme su cui si svolgeranno gli esami sono: MoodleGoogle Meet o Zoom. Ciascun docente darà indicazione nella sezione "Avvisi" della sua pagina personale.

Saranno consentite, a seconda dell'evolvere della situazione epidemiologica, limitate deroghe per esami che coinvolgano un numero molto ridotto di studenti e per i quali i Dipartimenti siano in grado di garantire lo svolgimento in presenza, garantendo il rispetto delle procedure previste dal protocollo di mitigazione del rischio Covid-19, utilizzando gli spazi/aule dei Dipartimenti stessi e mantenendo comunque invariate modalità (scritto/orale) e date. Verrà comunque garantita agli studenti la possibilità di svolgere le prove di esame da remoto.

A.a. 2019/2020 - didattica altri corsi di studio

Dottorati di ricerca

La didattica nei corsi di dottorato di ricerca che prevedono lezioni, esercitazioni, seminari e altre attività formative in presenza può essere erogata in via telematica, secondo quanto verrà previsto dai singoli collegi docenti.
Anche gli esami finali dei corsi di dottorato possono essere svolti in modalità telematica.

Inoltre per i dottorandi del 33°, 34° e 35° ciclo è prevista la possibilità di prolungare la durata del corso di Dottorato di 6 mesi. Entro il termine di conclusione dell’ultimo anno, il supervisore potrà richiedere al collegio dei docenti (in analogia a quanto previsto dal Regolamento del Dottorato di ricerca all’art. 22, comma 3, per la co-tutela) il prolungamento per il proprio dottorando.
In caso la richiesta venga accolta, il dottorando resterà a tutti gli effetti studente dell’Ateneo per l’intera durata del prolungamento e dovrà iscriversi all’anno successivo e pagare i contributi previsti. Per il periodo di prolungamento non è prevista l’erogazione della borsa di dottorato di ricerca.

Percorsi Formativi (PF) 24 CFU per l'insegnamento

I percorsi formativi per l’acquisizione dei 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche si svolgono completamente online, in deroga a quanto previsto dal D.M. n. 616 del 10/08/2017, articolo 3, comma 2.

In particolare, la modalità online viene adottata sia per lo svolgimento delle attività didattiche che per lo svolgimento degli esami.


Tasse e agevolazioni

Rideterminazione contributi a.a. 2019/2020

Con delibere del Consiglio di Amministrazione del 30 aprile 2020 e del 29 maggio 2020, è stato introdotto un rimborso straordinario sui contributi universitari dell’anno accademico 2019/2020 finalizzato a dare sostegno agli studenti ed alle loro famiglie riconoscendo le criticità connesse alla situazione pandemica in corso. La richiesta deve essere effettuata entro le ore 12:30 del 15 luglio 2020.

Per maggiori informazioni: www.unive.it/tasse-covid19.

Manovra economica straordinaria:  
4,5 milioni di euro agli studenti e campagna di crowdfunding

Ca' Foscari stanzia 4,5 milioni di euro per studenti e matricole, per far fronte alle difficoltà di questi mesi. Il provvedimento, insieme alle misure già decise per rimodulare le tasse universitarie, garantisce le borse di studio regionali per tutti gli idonei, e contribuisce alle spese per l’affitto, per i trasporti, per la connessione e per l’acquisto di un nuovo pc.
Accanto al fondo speciale, è stata lanciata la campagna di crowdfunding destinata al diritto allo studio.

Sostieni gli studenti in difficoltà, perché nessuno rimanga escluso

Dona ora


Stage / tirocini

Stage in Italia

Dal 18 maggio 2020 è ammessa l'attivazione di tirocini curricolari ed extracurriculari  in modalità in presenza, a distanza o in formula mista sul territorio nazionale, presso tutti i soggetti ospitanti che svolgono attività produttive nei settori non sospesi ai sensi del DPCM 22 marzo 2020 e successive modifiche, e del DPCM 26 aprile 2020.
Restano attivi tutti gli interventi già programmati e i servizi offerti da remoto per i laureandi della sessione estiva 2019/2020.

Stage all'estero 

Orientamento al lavoro

Il servizio prosegue su Facebook e Instagram offrendo ogni settimana le #pillolediorientamento al lavoro con il contributo di vari esperti.


Call center, servizi di front office e ricevimenti

In applicazione alle misure di prevenzione contro il COVID-19 disposte dal Governo, tutti i servizi di front office e i ricevimenti dei docenti sono svolti in modalità a distanza.
Per motivi tecnici anche alcuni contatti telefonici sono variati.

Per tutti i dettagli consulta le pagine web con i contatti di:

ed eventuali avvisi nelle pagine web personali dei docenti.


Consulenza psicologica di ESU Venezia

L’ESU di Venezia, azienda per il diritto allo studio universitario, mette a disposizione alcuni servizi di CUORI, Centro di orientamento e consulenza psicologica, per studenti e studentesse dell’Ateneo. Per info: www.esuvenezia.it,  scop@esuvenezia.it
Sede: Palazzo Badoer, San Polo 2549, Venezia

Ascolta l’intervista di RCF alla dott.ssa Anna Tortorella, psicologa, con qualche consiglio su come affrontare l’emergenza, ripensare i propri spaziriorganizzare il proprio tempo e confrontarsi con un modo diverso di vivere e di sostenere rapporti sociali


Mobilità internazionale

Le vostre Università di origine e di destinazione saranno informate della situazione e delle soluzioni che abbiamo messo a vostra disposizione per consentirvi il completamento del vostro percorso formativo, anche in relazione al riconoscimento dei crediti maturati durante il periodo di mobilità.

Informazioni sull'emergenza COVID-19 in Italia e all'estero

Di seguito un quadro sintetico dei casi più frequenti che riguardano la mobilità in ingresso e in uscita. Potrebbero non essere contemplate alcune situazioni specifiche; l'Ufficio Relazioni Internazionali del nostro Ateneo è a vostra disposizione per approfondimenti, consigli e nei limiti delle possibilità, supporto.

Studenti di Ca' Foscari all'estero e misure per chi rientra in Italia

  1. Studenti cafoscarini attualmente in mobilità all’estero
    Le disposizioni rimangono le medesime già in precedenza comunicate dall’Ufficio Relazioni Internazionali.
  2. Studenti cafoscarini che intendono partire nei prossimi giorni/settimane per mobilità all’estero
    Al momento – e fino a nuove disposizioni governative – l’Ateneo proibisce la vostra partenza. Ci auguriamo che la situazione migliori presto e le disposizioni cambino di conseguenza.
  3. Studenti cafoscarini che intendono partire per mobilità durante l’a.a. 2020/2021
    Al momento l’Ateneo, attraverso l’Ufficio Relazioni Internazionali, sta lavorando regolarmente per garantire la vostra mobilità. Sarà tuttavia necessario valutare l’evoluzione della diffusione del COVID-19 nelle settimane/mesi precedenti alla vostra partenza per darvi una conferma definitiva.
  4. Studenti che hanno interrotto o intendono interrompere la mobilità e sono rientrati o stanno rientrando in Italia
    Le mobilità in presenza sono annullate per il I semestre dell’a.a. 2020/2021. L’Ufficio Relazioni Internazionali è in costante contatto con studenti e partner per l’individuazione delle opzioni disponibili a seguito dell’annullamento della mobilità.

Contatti


Nuove misure stringenti per chi rientra in Italia

L'ordinanza del 28 marzo 2020 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti  e del Ministero della Salute, stabilisce nuove disposizioni stringenti per chi fa ingresso in Italia per contrastare il diffondersi  dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. 
Chiunque arriva in Italia tramite trasporto di linea aereo, marittimo, ferroviario o terrestre, è tenuto a consegnare al vettore all’atto dell’imbarco una dichiarazione che specifichi:

  • i motivi del viaggio;
  • l’indirizzo completo dell’abitazione o della dimora in Italia dove sarà svolto il periodo di sorveglianza sanitaria e l’isolamento fiduciario;
  • il mezzo privato o proprio che verrà utilizzato per raggiungerla e un recapito telefonico anche mobile presso cui ricevere le comunicazioni durante l’intero periodo di sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario.

Le  persone che  fanno  ingresso in Italia, anche se asintomatiche, sono obbligate a comunicarlo immediatamente al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio e sono sottoposte alla sorveglianza sanitaria e all’isolamento fiduciario per un periodo di quattordici giorni presso l’abitazione o la dimora preventivamente indicata all’atto dell’imbarco.

In caso di sintomi
In  caso di insorgenza di sintomi Covid-19, c'è l'obbligo di segnalarlo con tempestività all’Autorità sanitaria. Se dal luogo di sbarco del mezzo di trasporto di linea utilizzato non sia possibile raggiungere l’abitazione o la  dimora indicata, l’Autorità sanitaria competente per territorio informa immediatamente la Protezione Civile Regionale che, in coordinamento con la Protezione civile nazionale, determina le modalità e il luogo dove svolgere la sorveglianza sanitaria e l’isolamento fiduciario, con spese a carico esclusivo delle persone sottoposte a tale misura.  Le stesse prescrizioni devono essere seguite anche da coloro che entrano in Italia tramite mezzo proprio o privato. 

Studenti internazionali a Ca' Foscari

Se hai bisogno di aiuto con un’emergenza dovuta alla situazione del coronavirus, puoi contattare l’Ufficio Relazioni Internazionali via Skype tra le 10.00 e le 12.00, dal lunedì al venerdì, usando il nome immigration.cafoscari.

  1. Studenti internazionali attualmente a Ca’ Foscari
    La vostra mobilità è confermata, in modalità online: potete quindi continuare a seguire le lezioni a distanza, e gli esami saranno ugualmente erogati a distanza (l’account di posta elettronica @unive.it sarà regolarmente mantenuto fino al termine precedentemente concordato della vostra mobilità).
  2. Studenti internazionali che intendono partire nei prossimi giorni/settimane per mobilità a Ca’ Foscari
    Al momento – e fino a nuove disposizioni governative – l’Ateneo proibisce la vostra partenza.
    Ci auguriamo che la situazione migliori presto e le disposizioni cambino di conseguenza.
  3. Studenti internazionali che hanno interrotto la mobilità e sono rientrati nel loro Paesi di origine
    Le disposizioni rimangono le medesime già in precedenza comunicate dall’Ufficio Relazioni Internazionali.
  4. Studenti internazionali che intendono studiare a Ca’ Foscari nell’a.a. 2020/2021
    Al momento l’Ateneo, attraverso l’Ufficio Relazioni Internazionali, sta lavorando regolarmente per garantire la vostra mobilità. Sarà tuttavia necessario valutare l’evoluzione della diffusione del COVID-19 nelle settimane/mesi precedenti alla vostra partenza per darvi una conferma definitiva.

Apertura al pubblico Ufficio immigrazione

Da lunedì 18 maggio 2020 l’Ufficio Immigrazione della Questura di Venezia sarà aperto al pubblico:

  1. solo per la consegna dei permessi di soggiorno pronti (non per fotosegnalamento)
  2. solo su appuntamento, da prenotare online sulla piattaforma CUPA 

Scarica la guida per capire come verificare se il tuo permesso è pronto per il ritiro e come prenotare online l’appuntamento in Questura di Venezia.

Si prega di arrivare all’appuntamento in orario e muniti di mascherina e guanti.
Inoltre all'appuntamento sarà necessario presentare i seguenti documenti:

  • stampa della prenotazione effettuata online;
  • passaporto in corso di validità;
  • ricevuta postale della richiesta/rinnovo del permesso (accettazione assicurata)
  • vecchio permesso di soggiorno (solo in caso di rinnovo)

Si ricorda inoltre che è necessario presentarsi personalmente all’appuntamento e non è possibile, in nessun caso, delegare un’altra persona al ritiro del permesso.


Sistema bibliotecario di Ateneo

Servizi bibliotecari attivi

I servizi di prestito di libri e la fotocopiatura di articoli di riviste cartacee sono accessibili solo su appuntamento e secondo modalità soggette a un rigoroso protocollo. Per inoltrare una richiesta, gli utenti dovranno in primo luogo verificare nel portale cerCa' i dati bibliografici e la disponibilità del materiale, prendendo nota della collocazione del libro o della rivista di loro interesse presso una delle biblioteche del Sistema bibliotecario.
L'accesso alla biblioteca è consentito solo agli utenti dotati di protezione adeguata (mascherina e guanti) e dopo identificazione mediante il badge dell’Ateneo. In tutte le biblioteche è prevista un’apertura ampliata, anche pomeridiana, dal 24 agosto e in BAUM e BEC è prevista un'apertura anche il sabato mattina.
Inoltre è stato adottato un software di prenotazione dei posti utilizzabile da smartphone, che permetterà di vedere dove si trovino posti liberi in tutte le biblioteche dell’Ateneo, incluse quelle dell’area linguistica, e di avere informazioni in tempo reale sull’apertura e su eventuali emergenze. 

È di nuovo disponibile il servizio di consultazione in tutte le biblioteche. Il servizio è solo su prenotazione.
Per conoscere le modalità specifiche, consulta le pagine delle biblioteche indicate di seguito.

È stata riattivata anche la consegna di articoli richiesti tramite document delivery.

È possibile inoltre restituire i libri, il cui prestito è scaduto, secondo le modalità indicate nella pagina della biblioteca di riferimento. Per agevolare gli utenti che sono fuori sede o che non possono recarsi in biblioteca si può richiedere la proroga del prestito scrivendo un’e-mail alla biblioteca.

Per maggiori informazioni e per conoscere le istruzioni specifiche relative a questi servizi, consulta le pagine delle singole biblioteche: BALIBASBAUMBECCFZ.

Accesso remoto alle risorse elettroniche dello SBA

Il Sistema bibliotecario di Ateneo offre un ingente patrimonio di risorse bibliografiche ed elettroniche: oltre 2 milioni di ebooks, più di 60.000 periodici elettronici e oltre 80 banche dati, costantemente consultabili tramite il portale cerCa'. Oltre a queste risorse, il Sistema bibliotecario ha attivato durante il periodo di emergenza Covid-19 l'accesso a ulteriori risorse digitali (ebooks e ejournals) messe a disposizione dagli editori.

Le istruzioni dettagliate per accedere a tutte le risorse bibliografiche in formato digitale anche da casa si trovano alla pagina Accesso remoto alle risorse elettroniche dello SBA.

  • Per ulteriori informazioni sull'uso delle risorse elettroniche e del portale cerCa’: usa il modulo online Chiedi aiuto
  • In caso di problemi tecnici sulla connessione da remoto o sulle credenziali: contatta il Call center

Inoltre, anche con una connessione web senza autenticazione, è possibile consultare l'archivio dei prodotti della ricerca ARCA e le immagini e i documenti di altri archivi digitali.


Sedi universitarie e protocollo di gestione del rischio

Dichiarazioni Covid-19 a seguito del D.P.C.M. del 26/04/2020

file pdfProtocollo di gestione rischio Covid-19 e piano di mitigazione contagio sul luogo di lavoro
Versione del 31 luglio 2020
1.07 M
file pdfDecreto del Rettore prot. n. 39966 del 31/07/2020
Approvazione modifiche al protocollo di gestione del Rischio da COVID 19 e Piano di mitigazione del contagio sul luogo di lavoro d’Ateneo e nomina Comitato per attuazione e verifica misure
564 K

Misure di prevenzione del rischio da Covid-19 negli ambienti universitari

A partire dal I semestre dell'a.a. 2020/2021 durante lo svolgimento delle attività didattiche nelle aule sono previsti il distanziamento di 1 metro da centro-seduta a centro-seduta e l’obbligo di indossare sempre la mascherina da parte degli studenti.
Il docente deve mantenere la distanza di 2 metri dagli occupanti la prima fila di posti senza l’obbligo di indossare la mascherina. In caso di avvicinamento al di sotto di questa distanza è obbligatorio l’utilizzo della mascherina anche per il docente.

I posti a sedere che non potranno essere utilizzati per poter garantire il distanziamento saranno indicati con apposita segnaletica.

Ogni aula sarà dotata di un dispenser di gel igienizzante che studenti e docenti dovranno utilizzare per sanificare le mani prima di accedervi. Sarà inoltre presente in ogni aula, a disposizione degli utilizzatori, un igienizzante liquido e della carta per poter provvedere alla sanificazione della strumentazione di uso comune, dai microfoni ai computer.

Sarà predisposta un’adeguata informazione sulle misure di prevenzione adottate, comprensibile anche per gli utenti di altra nazionalità.

Verrà rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in aula o alla sede dell’attività formativa ai soggetti con temperatura > 37,5 °C.

Nel perimetro di Ateneo rimarrà interdetto l’uso di facciali filtranti con valvola. In caso di necessità, nelle portinerie saranno disponibili mascherine chirurgiche a norma.

Il ricircolo dell’aria negli ambienti è già stato azzerato come da protocollo di contenimento. Il ricambio d’aria sarà quindi garantito con l’apertura, quando possibile, delle finestre e con l’introduzione di aria fresca dal circuito di ventilazione.

Gli ambienti saranno sanificati quotidianamente con ulteriori passaggi a metà mattina e metà pomeriggio (nel caso di apertura 8-20) sulle superfici più utilizzate quali maniglie di porte, pulsanti di ascensori, ripiano delle aree di ristoro, corrimano di scale, servizi igienici, dispositivi comuni.

Chiusura sedi

Tutte le aule studio e le seguenti sedi sono chiuse fino a contraria disposizione:

  • Auditorium Santa Margherita
  • Campus di Treviso
  • Palazzina Briati
  • Palazzo Moro
  • Rio Nuovo
  • San Basilio
  • Santa Marta e Teatro Santa Marta

Tutte le sedi dell’Ateneo resteranno chiuse nella settimana di sospensione di tutte le attività dell’Ateneo dal 10 al 15 agosto 2020.

Il DSAAM (palazzo Vendramin) prolungherà la chiusura anche nella settimana successiva e quindi la sede sarà riaperta lunedì 24 agosto 2020.


Web magazine CafoscariNEWS

Last update: 03/08/2020