Mosca-Parigi-Mosca 
Teatro Ca' Foscari 2020 – Laboratori

18, 19 e 20 novembre 2020, ore 15.00-18.00

laboratorio di drammaturgia online 
a cura di Silvia Piovan

riservato ai partecipanti alla I edizione svoltasi a luglio 2020

scadenza per confermare la partecipazione: 4 novembre 2020

Il laboratorio

Prosegue il laboratorio che Silvia Piovan ha tenuto online nel mese di luglio 2020.

In questa seconda edizione, si affronterà nello specifico la lettura di alcuni testi di Anna Achmatova e Marina Cvetaeva in funzione di una scrittura scenica liberamente ispirata all’opera delle due poetesse.
Alla stesura dei testi contribuiranno i partecipanti al laboratorio, per arrivare a comporre, insieme a Silvia Piovan, una drammaturgia da portare in scena.

Silvia Piovan lavorerà a porte chiuse sul palcoscenico del Teatro Ca’ Foscari e i partecipanti, collegati da remoto, potranno osservare come la drammaturgia si riveli nel corpo scenico dell’attrice e allo stesso tempo saranno resi partecipi dei meccanismi che conducono alla creazione artistica.

Il lavoro verrà documentato ai fini di una restituzione video che mostri le varie fasi del lavoro, anche con interviste all’attrice e agli studenti, che potranno esprimere impressioni e riflessioni sull’esperienza svolta.

Il lavoro che Silvia Piovan affronterà con gli studenti durante il laboratorio è finalizzato a un successivo breve periodo di prove in teatro in vista dello spettacolo, che sarà realizzato con la collaborazione del regista Stefano Pagin, a porte chiuse, e ripreso per una messa in onda da condividere con gli studenti e con il pubblico a casa.


Silvia Piovan

Nasce a Mestre nel 1975. Dopo aver conseguito la Laurea in Lettere e Filosofia presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, nel 2003 si diploma Attrice presso l'Accademia d'Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine. Dal 2003 al 2018 ha lavorato in molti teatri italiani diretta dai registi: Ivica Buljan (Emilia Romagna Teatro), Alessandro Gassman (Teatro Stabile dell'Umbria, Emilia Romagna Teatro e Teatro Stabile del Veneto), Paolo Magelli (Metastasio Teatro di Prato), Cesar Brie, Alessandro Serra, Stefano Pagin, Giuseppe Emiliani e Natalino Balasso (Teatro Stabile del Veneto), Guido de Monticelli e Jean-Claude Penchenat (Teatro Stabile della Sardegna), Andrea Collavino (Teatro Stabile d'Innovazione di Udine) e dai coreografi Jerome Bell e Nocera Belasa (Biennale Danza di Venezia). Nel 2019 debutta al Teatro Ca’ Foscari di Venezia con il monologo Come Bach suonato su un bicchiere per un istante, un omaggio teatrale alla poetessa polacca Wislawa Szymborska. Da dieci anni si occupa di lettura espressiva e corsi di formazione alla lettura nelle biblioteche, sviluppando una sua personale metodologia. È autrice e interprete di testi teatrali per bambini. 

Last update: 19/11/2020