Scrittura teatrale 
Teatro Ca' Foscari 2020 – Laboratori

Dal 26 novembre al 28 gennaio 2021, ore 16.00-19.00

8 incontri su Google Meet:

  • 26 novembre 2020
  • 3, 10 e 17 dicembre 2020
  • 7, 14, 21 e 28 gennaio 2021

laboratorio online

condotto da Tiziano Scarpa

Il laboratorio

«Sono aperte le iscrizioni!»
«Perché si chiama “laboratorio”?»
«Perché non è un corso teorico».
«Chi frequenta deve mettersi in gioco».
«Chi è che sta parlando?»
«Dovrete scrivere dei piccoli testi, sia a casa che durante gli incontri».
«Io non posso fare gli esercizi a casa».
«Allora non iscriverti. Si chiama “laboratorio” perché…»
«L’hai già detto».
«Ma un po’ di teoria, niente?»
«Certo, e anche esempi da testi del passato e di oggi».
«Che giorno è oggi?»
«E il teatro postdrammatico?»
«Anche quello».
«Cos’è il teatro postdrammatico?»
«Chi è che sta parlando?»
«Il testo non è il fondamento di tutto. È solo un ingrediente».
«Allora sta’ zitto».
«Perché nessuno mi ascolta?»
«Perché sai che non potrai fare gli esercizi a casa ma vuoi iscriverti lo stesso!»
«Vedi che ti ascolta. Non è cattivo».
«In quanti siamo qui dentro?»
«Gli esempi del passato e del presente saranno sempre operativi».
«Cioè si daranno da fare al posto mio?»
«Non fare dello spirito».
«Non posso fare altro. Non ho un corpo».
«Cioè serviranno a produrre cose nuove, non soltanto commenti».
«Chi è che sta parlando?»
«Tu».
«No, tu».
«No, tu».
«Tu chi?»
«Io sono una battuta di dialogo, e tu?»
Io sono una didascalia. E se voglio vi faccio smettere.
«Eh, che arrogante!»
«E che antipatica! Una vera str-»
Buio.

Primo incontro
«E se noi diciamo “cavalli”…»
La parola evocativa

Secondo incontro
«Con questa frase ti sposo»
La parola come azione

Terzo incontro
Il puparo e il sindacalista
Tutelare i personaggi

Quarto incontro
Che cosa significa “miao”?
Le cose e le relazioni

Quinto incontro
«Veramente io non avevo detto “caspita!”»
La brutta copia del parlato

Sesto incontro
Chi è che si è fatto male qui dentro?
L’esperienza degli spettatori

Settimo incontro
Seguire le indicazioni del foglietto illustrativo
Il testo servizievole

Ottavo incontro
Compra questo macinino
Lo scopo del discorso

Iscrizioni

La partecipazione è gratuita.
I posti a disposizione sono 20.
Le iscrizioni si sono chiuse il 20 novembre 2020.


Tiziano Scarpa (Venezia, 1963)

È romanziere, drammaturgo e poeta. I suoi libri più conosciuti sono i romanzi Stabat mater (2008, Premio Strega), Il brevetto del geco (2016), Il cipiglio del gufo (2018) e La penultima magia (2020); la guida d’autore Venezia è un pesce (2000; nuova edizione ampliata, 2020); la raccolte di poesie Le nuvole e i soldi (2018), e il poema narrativo Groppi d’amore nella scuraglia (2005; nuova edizione 2020). Tra i suoi testi teatrali messi in scena: Corriamo a casa, regia di Antonio Latella, 2000; L’ultima casa, compagnia Pantakin, regia di Michele M. Casarin, 2007; L’inseguitore, regia di Arturo Cirillo, 2008. L’infinito, regia di Arturo Cirillo, 2011; Straccioni, regia di Carlo Roncaglia, 2014; I maggiorenni, regia di Giorgio Sangati, 2015. I suoi testi teatrali pubblicati: Comuni mortali (Effigie, 2007); L’inseguitore (Feltrinelli, 2008); La custode, in New writing Italia, a cura di R. di Giammarco e M. Melandri (Editoria & spettacolo, 2009); L’ultima casa (Transeuropa, 2011); L’infinito (Einaudi, 2012). Ha scritto testi per la radio e per musica, collaborando con compositori di opere liriche, musica contemporanea, jazz, pop, rock. Come performer si è esibito in varie letture sceniche da solo o con vari musicisti, fra cui: Banda Osiris, Enrico Rava, Stefano Bollani, Federico Costanza, Massimo Donà, Marlene Kuntz, Debora Petrina.

Last update: 26/01/2021