Primi piani

Stefano Petrungaro
Storia dell'europa orientale

Ci parli di lei: da dove proviene, cosa insegna a Ca’ Foscari, quali sono i suoi interessi e i suoi ambiti di Ricerca.
Insegno Storia dell'Europa orientale. Nei miei corsi offro alcuni elementi panoramici sulla storia di questo ampio spazio e delle sue sotto-regioni storiche (Russia/URSS, Europa centro-orientale, Balcani), proponendo anche approfondimenti tematici legati ai miei temi di ricerca, soprattutto nei corsi magistrali. Mi interesso di storia sociale e culturale, con particolare attenzione alle disuguaglianze sociali, alla povertà, al disciplinamento sociale, al lavoro. Mi sono occupato anche di violenza, di memorie collettive e strumentalizzazioni politiche del passato. 

Qual è stato il suo percorso accademico?
Dopo il dottorato (Venezia-Londra), ho avuto alcuni assegni di ricerca (Padova) ed esperienze di insegnamento e ricerca all'estero (Zagabria, Lipsia). Prima di arrivare al DSLCC ero Senior researcher presso un Ente di ricerca in Germania (Istituto di Studi sull’Europa Orientale e Sudorientale, Regensburg).

Quali sono i suoi modelli / punti di riferimento professionali?
Chi è riuscito a conservare un genuino gusto per lo studio e per l'interazione con gli/le studenti/esse.
Ha sempre pensato che questa fosse la sua strada?No, ho attraversato diverse fasi: inizialmente la ritenevo affascinante ma improbabile, successivamente ho iniziato a convincermi che mi sarebbe davvero piaciuto, per arrivare quasi alla conclusione che fosse una via impercorribile.

Cosa significa, per lei, insegnare e fare ricerca?
Insegnare per me significa sempre più rendere fruibili a un pubblico ben più vasto della cerchia degli specialisti le acquisizioni ottenute facendo ricerca. La scommessa è quella di trasmettere e ricevere stimoli per una riflessione raffinata sulle società (del passato, del presente), che contrasti certi atteggiamenti mentali che nuocciono molto alla convivenza.

Le soddisfazioni professionali più grandi?
Gli apprezzamenti degli studenti.

L’ambito di cui si è sempre voluto occupare ma che non ha ancora avuto occasione di esplorare?
Mi piacerebbe approfondire l'uso politico della riesumazione dei cadaveri dalle fosse comuni, in un'ottica transnazionale e comparata.

Cosa dice ai giovani che cominciano il loro percorso universitario?
Di lasciarsi appassionare.

E a quelli che si avvicinano alla ricerca oggi?
Che è un bellissimo mestiere, ma un mestiere per pochi.

Perché Ca’ Foscari e Venezia?
Perché c'è una radicata attenzione multidisciplinare allo spazio europeo-orientale.

Last update: 17/04/2024