Primi piani

Elisabetta Cagnin
Tecnica Amministrativa, settore amministrazione

Qual è l'aspetto che più l'appassiona del suo settore?
Mi occupo, principalmente, dell’iter collegato agli assegni di ricerca ed alle collaborazioni esterne.Avere la possibilità di seguire, fin dalle sue prime fasi, le procedure collegate all’inserimento in dipartimento di assegnisti di ricerca e prestatori d’opera, figure che, in collaborazione con i docenti, contribuiscono a svolgere le attività di ricerca e quindi a migliorare la qualità e la quantità delle attività che il dipartimento segue, mi appassiona molto.Vedere e seguire questi giovani nella predisposizione della domanda di partecipazione prima, fin poi alla firma del contratto, è per me fonte di gioia e gratificazione: mi sento parte di un meccanismo virtuoso, di un volano che muove nuovi entusiasmi ed aspirazioni.Molti di loro poi diventano RTDA/B e quindi intraprendono la carriera universitaria: tutto questo è bello.

Ha sempre pensato che questa fosse la sua strada?
No. Provengo da un percorso lavorativo molto eterogeneo, ma sono convinta che tutte le esperienze lavorative precedenti abbiano contribuito a portarmi qui, ora, e che quanto ho appreso in precedenza sia servito e serva a svolgere il mio lavoro attuale in modo più completo e arricchente.

Cosa significa, per lei, lavorare a Ca' Foscari?
Far parte di una comunità più grande di me, del singolo in generale e quindi intuire che noi possiamo agire solo se ci confrontiamo con gli altri ed accettiamo, in modo consapevole e rispettoso, gli stimoli che ci giungono dall’esterno e sappiamo, o almeno cerchiamo, di farli evolvere in qualcosa di buono e più grande.

Perché scegliere Ca' Foscari?
Perché no? Il fatto che ancora non si sia trovata la risposta migliore, dà solo lo sprone per cercarla.

Last update: 01/12/2021