Primi piani

Domenico Cangiano
Critica letteraria e letterature comparate

Ci parli di lei: da dove proviene, cosa insegna a Ca’ Foscari, quali sono i suoi interessi e i suoi ambiti di Ricerca.
Sono di Napoli ma ormai manco dal Sud da molto tempo. A Ca’ Foscari insegno Critica Letteraria e Letterature Comparate. I miei principali interessi di ricerca sono il modernismo europeo, la cultura di destra, il marxismo. Mi sono occupato soprattutto del periodo di fine ‘800 – inizio ‘900, interessandomi ad autori italiani quali Palazzeschi, Michelstaedter, Pirandello, Soffici, Boine, ed europei quali, fra gli altri, Barrès, Maurras, Hofmannsthal, Jünger.

Qual è stato il suo percorso accademico?
È stato un percorso tortuoso ma interessante. Mi sono laureato a Bologna e ho poi fatto un primo dottorato, in Italianistica, all’Università di Firenze. Subito dopo ho preso la via degli Stati Uniti, facendo un secondo dottorato, in Studi Romanzi, alla Duke University. Finito il mio PhD, ho accettato un’offerta come Assistant Professor (noi diremmo ricercatore) dalla Hebrew University of Jerusalem, e quindi sono andato a Gerusalemme dove sono rimasto 3 anni. Ho lasciato Israele per ricongiungermi con mia moglie che intanto era rimasta in America. Ci siamo ritrovati ad Harvard per un postdoc e poi, come docenti, alla Colgate University. Infine, incredibilmente, abbiamo vinto entrambi un concorso in Italia. Meglio di così non poteva andarci.

Cosa dice ai giovani che si avvicinano alla ricerca oggi?
Di andare diritti per la propria strada, non lasciando dettarsi temi e modalità di ricerca dalle mode o dal mercato.

Last update: 29/11/2022