Conferenze e seminari

Tramite la partecipazione a queste iniziative gli studenti potranno avere un contatto più ravvicinato con il mondo scientifico. I seminari e le conferenze daranno modo di approfondire alcune tematiche specifiche e di conoscere i 'cantieri' di ricerca aperti. La frequenza ai seminari e alle conferenze si accompagnerà alla stesura di una relazione finale. Per conoscere il numero di CFU corrispondente ad ogni iniziativa si rimanda alla sezione dedicata alla singola attività.

La partecipazione alle conferenze e ai seminari indicati in questa pagina sarà riconosciuta come attività sostitutiva di tirocinio. Per la convalida dei CFU maturati, gli studenti dovranno scaricare il modulo per il riconoscimento di attività sostitutive di tirocinio, sottoporlo alla firma del responsabile dell’iniziativa, e consegnarlo al Campus Umanistico al raggiungimento del numero di CFU previsto dal piano di studi insieme al resto della documentazione.

Responsabile: prof. Stefano Dall’Aglio

Prerequisiti per la partecipazione:

  • Interesse per la Public History
  • Comprensione della lingua italiana

Descrizione: il progetto “Storia Bene Comune” intende coinvolgere gli studenti nella gestione operativa della IV Conferenza annuale dell’Associazione italiana di Public History che si svolgerà a Venezia e Mestre dal 27 al 31 maggio 2022, a Ca’ Foscari e in M9 Museo del ‘900.
Gli studenti verranno inseriti all’interno del gruppo organizzatore e si dovranno occupare nei cinque giorni della manifestazione sia degli aspetti logistici/organizzativi della conferenza, sia di quelli editoriali di reporting dei lavori e delle discussioni pubbliche, sia delle attività di divulgazione storica che si svolgeranno nelle sale del Museo.
Tramite questo progetto, gli studenti saranno in grado di ottenere le seguenti competenze:

  • Capacità di realizzare un prodotto di storia destinato al pubblico non accademico;
  • Conoscenza degli strumenti digitali utili nel campo della digital public history;
  • Avviamento all’attività di promozione culturale e di gestione di beni culturali, ovvero sperimentazione delle pratiche museali nel campo dell’accoglienza, della divulgazione e dell’intrattenimento dei visitatori
  • Affinamento delle competenze di ricerca storica;
  • Capacità di concludere un progetto di public history in autonomia;
  • Teamworking e Problem Solving.

Le attività previste all’interno del tirocinio includono:

  • accoglienza visitatori e networking con i public historian
  • partecipazione ai lavori della conferenza
  • relazioni sui progetti di ricerca presentati durante le giornate della Conferenza
  • gestione profili social della Conferenza attraverso la condivisione di un piano editoriale condiviso con gli enti organizzatori
  • attività di mediazione culturale dentro la collezione permanente di M9 dedicata alla storia del ’900 italiano

Calendario: dal 20 maggio al 15 giugno (termine consegna elaborati o progetti). In particolare, è richiesta la presenza quotidiana alla conferenza dal 27 al 31 maggio

Articolazione: il progetto si articola in 3 fasi:

  • Nella prima fase, che precede la Conferenza di Public history, gli studenti si prepareranno su argomenti concordati della storia italiana del ‘900 per rafforzare il bagaglio di conoscenze sul XX secolo. La preparazione sarà funzionale alla restituzione pubblica – visite guidate – all’interno della collezione permanente di M9 durante lo svolgimento delle giornate secondo un calendario da costruire. Nel computo delle ore del tirocinio avranno valore anche le ore di preparazione eventualmente svolte in M9 ai fini della preparazione.
  • Nella seconda fase il tirocinio si svolgerà durante la manifestazione, il giorno 27 maggio presso Ca’ Foscari (Campus San Giobbe) e i successivi 28-31 maggio in M9 a Mestre. Qui si concentrerà il maggior numero di ore e la richiesta di maggior presenza ed impegno da parte degli studenti.
  • Nella terza fase è prevista l’attività di restituzione dell’esperienza, in forma di resoconto e/o relazione dei panel presentati durante i lavori, o anche la sistemazione del “diario di navigazione social” prodotto durante le giornate della conferenza sull’andamento dei lavori.

Gli studenti interessati devono contattare il responsabile prof. Stefano Dall’Aglio all’indirizzo  stefano.dallaglio@unive.it entro il giorno 20 aprile 2022.

Impegno complessivo e crediti:

Ore di frequenza: 40  

  • 3: incontri preparatori e organizzazione pre-conferenza
  • 2: visita guidata nei giorni della conferenza
  • 25: accoglienza e organizzazione nei giorni della conferenza (mezza giornata, equivalente a 5 ore, per ogni giorno della conferenza)
  • 10: partecipazione/documentazione panel

Ore di lavoro individuale (stesura di un saggio di 8.000 battute): 10

Totale ore di lavoro: 50

Si richiede il riconoscimento per gli studenti partecipanti di 2 CFU.

Responsabile: prof.ssa Valentina Ciciliot
Prerequisiti per la partecipazione: conoscenza della lingua inglese
Descrizione: questa serie di seminari in storia del cristianesimo contemporaneo si avvale dell’esperienza dei precedenti cicli di seminari del Centro Interdipartimentale di Studi Storici sul Cristianesimo (CISC), ma con l’intento di coprire prevalentemente la parte contemporanea e di coinvolgere gli studenti della laurea magistrale. Vuole essere un esperimento che, se funziona, possa essere proposto anche negli anni accademici a venire.
Articolazione8 incontri svolti da remoto (Zoom) e/o in presenza in ottemperanza alle norme che saranno vigenti. Negli incontri interverranno gli invitati (docenti e ricercatori italiani e stranieri) e uno o due studenti per volta che decidano di presentare oralmente una riflessione sull’argomento dell’incontro. Seguirà una discussione aperta tra i partecipanti – relatori ed uditori – di ordine tematico e metodologico. Questo è il programma:

  • 9 novembre 2021 ore 15.00 - 17.00
    Gerald J. Steinacher, University of Nebraska-Lincoln
    Forgive and Forget? Vatican Responses to the Nuremberg Trials and Denazification
  • 7 dicembre 2021 ore 15.00 - 17.00
    Charles Mercier, Université de Bordeaux
    book presentation L’église, les jeunes et la mondialisation. Une histoire des JMJ (Bayard, 2020)
  • 19 gennaio 2022 ore 15.00 - 17.00
    Francesco Tacchi, Ca’Foscari University of Venice
    Episcopato americano e tedesco di fronte ai problemi della ricostruzione nella Germania post-nazista
  • 8 febbraio 2022 ore 16.00 - 18.00
    Robin Globus Veldman, Texas A&M University
    Myth vs. Reality: American Evangelical Christians and Climate Change Skepticism
  • 15 marzo 2022 ore 15.00 - 17.00
    Mark Stoll, Texas Tech University
    Calvinism and the origins of the American environmental movement
  • 19 aprile 2022 ore 15.00 - 17.00
    Caleb Maskell, Princeton University
    Doing The Stuff: John Wimber and the Vineyard Movement
  • 17 maggio 2022 ore 15.00 - 17.00
    Laurel Kearns, Drew University
    Ecotheology: history, contexts, activism, and new trends
  • 14 giugno 2022 15.00 - 17.00
    Peter Cajka, University of Notre Dame
    Book presentation Follow Your Conscience: The Catholic Church and the Spirit of the Sixties (University of Chicago Press, 2021)

Impegno complessivo e crediti:

Ore di frequenza: 8/16
Ore di lavoro individuale: varia a seconda dell’impegno previsto.

  • 1 CFU (25 ore): partecipazione ad almeno 4 seminari, lettura di testi assegnati in preparazione a ciascuno incontro, presentazione orale di 10-15 minuti ad uno degli incontri.
  • 2 CFU (50 ore): partecipazione a tutti i seminari, lettura di testi assegnati in preparazione a ciascuno incontro, presentazione orale di 10-15 minuti ad uno degli incontri o relazione finale scritta su una tematica a scelta affrontata nel ciclo di seminari e concordata con la responsabile.

Referente: prof. Levis Sullam

Descrizione: incontri in presenza e online con docenti ospiti e del Dipartimento di presentazioni di
nuove monografie scientifiche o ricerche (bozza di programma allegata)

Calendario: marzo-maggio 2022

Articolazione: 6 incontri di 2h

Impegno complessivo e crediti:

  • Ore di frequenza: minimo 10
  • Ore di lavoro individuale: 15
  • Totale ore di lavoro: 25

Si richiede il riconoscimento per gli studenti partecipanti di 1 CFU.

Tipo di verifica: risposta a questionario base sugli incontri e presentazione di relazione scritta (3
pagine) su uno dei volumi presentati da consegnarsi entro il 30 giugno 2022

file pdfProgramma1.53 M

Responsabile

prof.ssa F. Rohr e prof.ssa A. Valentini

Descrizione

A chi può parlare oggi la Storia romana? Perché l’antichità riveste un interesse per la collettività? Quali sono le modalità di trasmissione di questa memoria presso un pubblico diverso da quello accademico, nei contenuti e nelle forme comunicative? Quale è il rapporto tra ricerca e divulgazione scientifica? Su tali questioni si interrogano i relatori del ciclo di incontri "È sempre la stessa storia! Roma antica tra ricerca scientifica e Public History", organizzato da F. Rohr Vio e A. Valentini in collaborazione con il Centro in Digital and Public Humanities del Dipartimento di Studi Umanistici e il Groupe International d’Etudes sur les Femmes et la Famille dans la Rome Antique (GIEFFRA). Angelo Callipo, sceneggiatore, regista e attore teatrale, Alessandro Roncaglia, consulente scientifico per la serie TV di Sky “Domina”, Valeria Palumbo, caporedattrice Rcs Media Group, Massimo Blasi e Laura Zadra, autori di romanzi gialli di ambientazione storica, Elisabetta Todisco, docente di Storia romana all’Università di Bari e autrice di manuali di storia antica per la scuola e per l’università, tratteranno questi temi a partire dalla loro esperienza, in cui gli esiti della ricerca scientifica diventano patrimonio per la collettività

Calendario

  • 21 marzo 2022 A. Callipo “La voce che racconta. Tecniche di affabulazione per la storia antica. Il caso Spartaco”
  • 28 marzo 2022 A. Roncaglia “Vita da star: Livia Drusilla tra storia e cinema”
  • 8 aprile 2022 V. Palumbo “Le donne che fecero l'Impero: portare a teatro un racconto diverso della storia”
  • 6 maggio 2022 (da remoto) M. Blasi, L. Zadra “Il giallo storico a quattro mani: strategie di lavoro, sfide… e problemi”
  • 13 maggio 2022 E. Todisco “Il manuale di Storia: una partita da vincere”

Impegno complessivo e crediti

  • Ore di frequenza: 10
  • Ore di lavoro individuale: 15
  • Totale ore di lavoro: 25

Si richiede il riconoscimento per gli studenti partecipanti di 1 CFU.

Tipo di verifica

Si richiede agli studenti che intendano acquisire 1 CFU di seguire i 5 appuntamenti del seminario "È sempre la stessa storia! Roma antica tra ricerca scientifica e Public History" e di elaborare una tesina sulla base dei contenuti di una delle conferenze seguite e di una bibliografia concordata con il docente referente dell’attività.

ResponsabileProf.ssa Sabina CRIPPA - M/STO- 06 Storia delle religioni

DSU- Palazzo Marcorà e-mail:  scrippa@unive.it    poikilia@unive.it 

Prerequisiti per la partecipazione:  nessuno

Area di intervento (PNR – Horizon Europe): n. 2 Cultura umanistica, creatività, trasformazioni sociali, società dell’inclusione.

Titolo: Norma e Costruzione dell’umano

Il seminario Poikilia si fonda su uno stabile Gruppo di Ricerca coadiuvato a partire dal corrente anno accademico da un Comitato scientifico internazionale.

Proseguendo e ampliando quanto proposto gli anni scorsi, l’obiettivo del seminario, luogo di formazione per vocazione aperto e interdisciplinare, è far dialogare discipline diverse e complementari, non solo dell’ambito umanistico - quali storia, storia delle religioni, antropologia, archeologia, linguistica, letteratura e filosofia -  ma anche scientifico (economia, matematica, scienze naturali, informatica).

Negli incontri seminariali previsti verranno dunque sostenute e discusse ricerche di docenti e studenti volte ad analizzare e a discutere diversi aspetti della tematica proposta, "Norma e Costruzione dell'umano", in prospettiva interdisciplinare ed interculturale.

Per il corrente anno accademico ambito privilegiato di ricerca saranno dunque le differenti concezioni e costruzioni sociali dell'umano (teorie della persona e delle sue articolazioni, teorie del corpo, dei suoi elementi costitutivi, dei suoi limiti, delle pratiche culturali che ne derivano) in relazione alle molteplici declinazioni della norma (giuridica, etica, religiosa, scientifica, estetica, etc.), dei suoi diversi campi di applicazione (corpi, comportamenti, linguaggi, produzioni intellettuali e discorsive) e delle sue modalità di legittimazione.

Le riflessioni presentate saranno chiamate dunque a riflettere e discutere in modo critico, da differenti angolazioni, il ruolo normativo delle modalità di produzione e negoziazione dell'identità individuale e collettiva, compresa la costruzione culturale del genere, della razza o dell'etnia.

La partecipazione attiva degli studenti durante gli incontri è promossa in diverse forme, dalla discussione alla presentazione volontaria di ricerche originali, e costituisce un tratto distintivo del seminario.

Negli ultimi mesi, il gruppo di ricerca Poikilia, inoltre, ha avuto modo di ampliare la propria modalità di lavoro attraverso la creazione e lo sviluppo di una piattaforma telematica, un sito in collaborazione con Digital Humanities diretto dal Prof. Fischer, attraverso cui non solo avrà modo di promulgare la propria attività di ricerca e di didattica, ma anche di avvalersi pienamente del supporto interattivo di collaborazioni internazionali, già, comunque, precedentemente presenti. In particolare il sito ospiterà anche informazioni e documentazioni  provenienti dai gruppi di ricerca stranieri riguardanti attività internazionali in corso o in via di sviluppo.

Calendario: 6 incontri: 5 incontri seminariali che si svolgeranno nel corso del secondo semestre, il mercoledì, dalle 14 alle 16.30. Nel primo quadrimestre si svolgerà 1 ulteriore incontro introduttivo della durata di 2,5 ore.

Articolazione: Il seminario prevede 1 incontro introduttivo e 5 incontri seminariali, svolti da remoto (meet/Zoom) o in presenza in ottemperanza alle norme che saranno vigenti; negli incontri interverranno gli invitati (docenti italiani e stranieri, ricercatori, dottorandi di università italiane ed estere) e gli studenti che decidano di presentare oralmente un contributo; concluderà ogni incontro una discussione aperta tra i partecipanti – relatori ed uditori - di ordine tematico e metodologico.

Impegno complessivo e crediti

Ore di frequenza: 15 (6 incontri di 2,5 h)      

Ore di lavoro individuale: varia a seconda dell'impegno previsto

  1. 1 CFU (25 ore): partecipazione ai seminari, lettura di testi assegnati in preparazione a ciascun incontro.
  2. 2 CFU (50 ore): partecipazione ai seminari, lettura di testi assegnati in preparazione a ciascun incontro, presentazione di una relazione scritta frutto di letture aggiuntive e di ricerca personale ed originale sulle tematiche del seminario concordata con la responsabile o il GDR (la relazione può essere presentata anche oralmente prima della consegna su decisione del GDR)

Tipo di verifica: Relazione scritta (per i 2 crediti). Su proposta degli studenti e a discrezione del GDR i contributi degli studenti potranno essere presentati anche oralmente.

Attività sostitutiva di tirocinio a contatto con i documenti epigrafici

  • Responsabili: Lorenzo Calvelli, Franco Luciani, Alessandro Del Bianco (Vicesindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Feltre,  alessandro.delbianco@comune.feltre.bl.it)
  • Partecipanti previsti: 10-15 studenti
  • Prerequisiti per la partecipazione: frequenza di un insegnamento di Epigrafia Latina alla laurea triennale o magistrale
  • Tipo di verifica: elaborazione di una proposta di uno storytelling di gruppo relativo a uno dei reperti conservati nel Museo Archeologico di Feltre
  • Impegno complessivo e crediti:

    • ore di frequenza: 35
    • ore di lavoro individuale: 15
    • totale ore di lavoro: 50

  • Riconoscimento per gli studenti partecipanti: 2 CFU

Articolazione del workshop: programma indicativo

  • Lunedì 5 settembre 2022

    • 11.30-13.30 Feltre, Area archeologica
      L. Calvelli, A. Del Bianco, C. D'Incà, F. Luciani
      Introduzione al sito di Feltria e visita all'Area archeologica
    • 14.30-17.30 Feltre, Sala degli Stemmi e Museo Civico
      L. Calvelli, A. Del Bianco, G. Gambacurta, F. Luciani
      Tra Veneti e Reti: Feltre in età preromana

  • Martedì 6 settembre 2022

    • 9.00-13.00 Montebelluna, Museo di Storia Naturale e Archeologia, Area archeologica
      L. Calvelli, A. Del Bianco, F. Luciani
      Il sito di Montebelluna e la sua epigrafia tra età preromana e romana
    • 14.30-18.30 Treviso, Musei Civici – sede di Santa Caterina e centro storico
      L. Calvelli, A. Del Bianco, F. Luciani
      L'epigrafia del municipium di Tarvisium (con passeggiata epigrafica fra le vie della città)

  • Mercoledì 7 settembre 2022

    • 9.00-13.00 Belluno, Palazzo del Conservatorio e Palazzo Crepadona
      L. Calvelli, G. Cresci, A. Del Bianco, F. Luciani
      L'epigrafia del municipium di Bellunum
    • 14.30-18.30 Feltre, Sala degli Stemmi e Museo Civico
      L. Calvelli, A. Del Bianco, T. Lucchelli, F. Luciani
      Il municipium di Feltria: tra epigrafia ed economia

  • Giovedì 8 settembre 2022

    • 9.00-13.00 Feltre, Sala degli Stemmi; Cesiomaggiore, Villa Tauro detta “delle Centenere”
      L. Calvelli, C. Campedelli, A. Del Bianco, D. Faoro, F. Luciani
      Il municipium di Feltria: iscrizioni imperiali, municipali, miliarie e… false!
    • 14.30-18.30 Feltre, Museo Civico
      L. Calvelli, A. Del Bianco, F. Luciani
      Il municipium di Feltria: iscrizioni municipali, sacre e funerarie

  • Venerdì 9 settembre 2022

    • 9.00-13.00 Feltre, Biblioteca Civica e Museo Civico
      L. Calvelli, A. Del Bianco, F. Luciani
      “La pietra in dialogo”. Lo storytelling delle iscrizioni di Feltre (lavori di gruppo)
    • 14.30-16.30 Feltre, Sala degli Stemmi
      L. Calvelli, A. Del Bianco, F. Luciani
      “La pietra in dialogo”. Lo storytelling delle iscrizioni di Feltre (esposizione dei lavori di gruppo)

Last update: 17/05/2022