Scheda del corso

Anno Accademico di riferimento: 2020/2021

Livello del titolo di studio

Laurea

Classe

L-32 (Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura)

Regolamenti

Il regolamento didattico del corso di studio ne specifica gli aspetti organizzativi: obiettivi formativi, modalità di accesso, piano di studio, esami, prova finale, sbocchi occupazionali, ecc. Per tutta la carriera universitaria, gli studenti devono fare riferimento al regolamento didattico in vigore al momento della propria immatricolazione.

Sede

Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica - Campus scientifico, via Torino 155, 30170 Venezia Mestre
Per informazioni contattare il Campus Scientifico,  campus.scientifico@unive.it

Referente

Prof. Stefano Malavasi (coordinatore del collegio didattico  mala@unive.it)

Lingua

Italiano

Modalità di accesso

Libero.
Contingente riservato a studenti stranieri non comunitari residenti all'estero: 20 posti, di cui 3 riservati a studenti di nazionalità cinese, residenti in Cina, nell'ambito del Progetto Marco Polo.

Le modalità di accesso sono consultabili nella pagina dedicata all'ammissione al corso.

Requisiti di accesso

Per l'accesso al Corso di laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo.
E' inoltre richiesta un'adeguata conoscenza di matematica di base, capacita' di astrazione e di rigore metodologico e della lingua inglese almeno a livello B1.
La verifica del possesso di tali conoscenze è obbligatoria.
Le modalità di verifica sono indicate nel Regolamento didattico del corso di studio, pubblicato nel sito web di Ateneo, che stabilisce gli obblighi formativi aggiuntivi (OFA) da soddisfare nel primo anno di corso in caso la verifica non sia positiva.

Accesso con titolo estero

I candidati in possesso di qualifica internazionale devono aver conseguito un diploma di studi secondari dopo almeno 12 anni di scolarità. La prevalutazione del titolo è obbligatoria secondo modalità e scadenze disponibili sul portale di ateneo.

Corso di studio in breve

Il corso offre una preparazione multidisciplinare sui fondamenti delle materie scientifiche di base, quali la Matematica, la Fisica, la Chimica, la Biologia e la Geologia, formando laureati con una cultura sistemica dell'ambiente e una buona pratica del metodo scientifico nell'analisi di sistemi e problemi riguardanti l'ambiente, sia naturale che modificato dall'uomo.

Profili professionali

Il laureato potrà essere impegnato in qualità di  Tecnico di laboratorio analisi ambientali chimiche, biologiche, microbiologiche presso:
- Struttura pubbliche o private dedicate al monitoraggio ambientale;
- Strutture pubbliche o private di ricerca applicata alle condizioni dell'ambiente e dei problemi dell'inquinamento con funzioni tecniche (Università, CNR, ENEA ecc.);
- Industrie di varia natura (chimica, estrattive, manifatturiere, elettroniche, biotecnologiche, ecc.).

Il laureato potrà essere impegnato in qualità di  Tecnico del monitoraggio ambientale presso:
- Strutture pubbliche e private preposte al controllo ed alla protezione dell'ambiente, alla valutazione dell'impatto ambientale ed al recupero di ambienti naturali alterati (Agenzie nazionali e regionali per la protezione dell'ambiente, ecc.);
- Strutture pubbliche o private dedicate al monitoraggio ambientale.

Il laureato potrà essere impegnato in qualità di Tecnologo del recupero ambientale presso:
Strutture pubbliche e private preposte al controllo ed alla protezione dell'ambiente, alla valutazione dell'impatto ambientale e al recupero di ambienti naturali alterati (Agenzie nazionali e regionali per la protezione dell'ambiente).

Il laureato potrà essere impegnato in qualità di Esperto in valutazione di impatto ambientale presso:
- Enti pubblici (ministeri, regioni, comuni).
- Strutture pubbliche e private preposte al controllo e alla protezione dell'ambiente, alla valutazione dell'impatto ambientale e al recupero di ambienti naturali alterati (Agenzie nazionali e regionali per la protezione dell'ambiente, società di consulenza, libera professione).

Modalità di frequenza

Libera.
La frequenza ai corsi di laboratorio è obbligatoria.

Esami di profitto e prova finale di laurea

Le attività formative prevedono lezioni frontali, laboratori e tirocini al fine di acquisire competenze ampie, teoriche e pratiche, spendibili nel mondo del lavoro, nonché la capacità di aggiornamento continuo.
L’accertamento dell’effettivo apprendimento avverrà tramite esami scritti, esami orali, stesura di relazioni e loro presentazione e discussione in gruppo e con i docenti.

La prova finale consiste nella redazione di un elaborato dello studente sotto la guida di un docente relatore su un argomento di carattere ambientale.
L'argomento può essere:

  • una relazione di attività sperimentali condotte in campo e/o in laboratorio, sia presso l'Università che presso enti esterni o altre Università italiane o straniere;
  • una relazione di attività di tirocinio svolta anche presso enti pubblici ed imprese private;
  • una raccolta sistematica di documentazione scientifica su un tema di interesse ambientale, anche con la consultazione di bibliografia internazionale.

La prova finale non ha necessariamente carattere originale, ma deve essere scritta con rigore scientifico e secondo una corretta impostazione metodologica.

Accesso a studi successivi

Master di I livello e Laurea Magistrale.

Last update: 28/09/2020