Contributi per mobilità

A ogni dottorando, come incentivo e a sostegno alla mobilità nazionale ed internazionale, sono garantiti:

  • a partire dal primo anno l’aumento del 50% borsa di dottorato per i dottorandi che svolgano periodi di ricerca all’estero, anche brevi. L’elevazione della borsa per attività all’estero è garantita nell’arco di tutto il corso di Dottorato per un periodo non superiore a 18 mesi, cumulabile con altri contributi / rimborsi;
  • a partire dal secondo anno un budget annuale di € 1.534,33 per rimborsi spesa per attività di ricerca nazionale ed internazionale, il cosiddetto budget 10%;
  • rimborsi spesa a gravare su fondi del Dipartimento di afferenza.

La richiesta deve essere effettuata esclusivamente on line tramite la procedura informatica Richiesta elevazione borsa - mobilità dottorandi a cui si accede attraverso l'Area Riservata con le proprie credenziali [numero di matricola (es: 123456) e password (es: ABCD123FG)].

Per la stessa mobilità all’estero i borsisti possono richiedere sia l’aumento del 50% della borsa di dottorato sia l’utilizzo del proprio budget 10%, con un'unica richiesta.

Per mobilità con rimborso a gravare su fondi dei Dipartimenti, va comunque attivata la procedura informatica Richiesta elevazione borsa - mobilità dottorandi, selezionando l’opzione del rimborso su fondi del Dipartimento di afferenza del Corso di dottorato.

Ogni richiesta di mobilità, nazionale ed internazionale, con o senza rimborso spese o richiesta di elevazione, deve essere sempre preventivamente autorizzata dal Coordinatore del Corso di dottorato tramite la citata procedura informatica.

La procedura per la richiesta di mobilità è unificata e per le attività all’estero la richiesta di elevazione e eventuale rimborso spese va inoltrata con una sola richiesta per entrambi i contributi. 

L'Ufficio Dottorato di Ricerca ha predisposto una Guida alla procedura online “Richiesta elevazione borsa – mobilità dottorandi” consultabile attraverso accesso all'area riservata.


Elevazione borsa e rimborso spese

Elevazione della borsa di studio

Anticipo elevazione per mobilità all'estero

partire dal primo anno il dottorando può richiedere l’aumento del 50% borsa di dottorato per lo svolgimento di attività di ricerca, perfezionamento e formazione presso Università o istituti di ricerca all’estero, anche per pochi giorni.  

L'elevazione viene anticipata per l’80% con la prima rata utile della borsa di studio calcolando un importo fisso moltiplicato per i giorni di permanenza all’estero dichiarati all’atto della richiesta.

In questa prima fase, non c'è bisogno che il dottorando faccia pervenire copia dei documenti di viaggio. Si consiglia comunque di fare una stampa della domanda (pag. x della Guida) presentata per propria memoria.

Prolungamento del periodo di soggiorno

In caso di prolungamento del periodo di soggiorno all'estero il dottorando dovrà compilare una nuova domanda (Nuova richiesta) inserendo come data di inizio il giorno successivo alla data di fine attività dichiarata nella prima domanda.  

Attenzione: in caso di Nuova richiesta per prolungamento del periodo di soggiorno all'estero, la prima domanda dovrà essere preventivamente chiusa chiedendo il conguaglio. (vedi sotto). Nel caso sia stato richiesto assieme all’elevazione anche il rimborso spese, si dovrà chiudere contestualmente anche la richiesta di rimborso.

Erogazione conguaglio dell'elevazione

Entro 15 giorni dal rientro in Italia, il dottorando dovrà richiedere il conguaglio del restante 20% della borsa completando la domanda originaria che trova su "Le mie richieste".

Al termine, il dottorando dovrà stampare la domanda, firmarla e recapitarla all'Ufficio Dottorato di Ricerca assieme a copia di tutti i documenti di viaggio che attestano l’effettiva permanenza all’estero. 
La documentazione potrà essere consegnata alla segreteria dell'Ufficio Dottorato di Ricerca in una delle seguenti modalità:

  • inviata in formato PDF via mail a  phd.office@unive.it, con fotocopia del documento di identità;
  • a mano negli orari di apertura al pubblico (martedì e giovedì dalle 10.00 alle 12.00);
  • inviata tramite posta, con fotocopia del documento di identità, all'indirizzo: Università Ca' Foscari - Ufficio Dottorato di Ricerca, San Sebastiano - Dorsoduro 1686, 30123 Venezia.

Tutti i documenti di viaggio (biglietti di andata e ritorno, carte di imbarco, ricevute, evidenze di spese sostenute nel Paese dove si è svolto il periodo di ricerca) devono essere conservati fino alla fine del dottorato per eventuali accertamenti.

Budget 10%

Tutti i dottorandi iscritti ai Corsi di dottorato a seguito del superamento delle selezioni d'ammissione dell'Ateneo a partire dal secondo anno di corso hanno diritto al cosiddetto 10%, un budget annuale di € 1.534,33 (importo aggiornato al DM 40/2018) con cui farsi rimborsare le spese sostenute per mobilità nazionali e internazionali.

Il rimborso può essere richiesto in forma forfettaria (tassata) o dietro presentazione di pezze giustificative (rimborso spese documentate).

Tutte le indicazioni in merito alle spese ammesse a rimborso e ai massimali sono riportate nel  “Prontuario rimborso delle spese dei dottorandi” in calce.

Possono essere rimborsate solo le spese direttamente intestate al dottorando, sono quindi esclusi pagamenti a terzi. Per i pagamenti online va allegata copia dell’estratto conto della carta con cui è stato effettuato il pagamento nel quale devono essere riportati i dati del titolare (che deve coincidere con il dottorando che richiede il rimborso).

La documentazione deve essere consegnata in originale debitamente siglata alla sezione Contabilità dell'Ufficio Dottorato di Ricerca:

  • a mano negli orari di apertura al pubblico degli uffici (martedì e giovedì dalle 10 alle 12)
  • inviata per posta, con fotocopia del documento di identità, all'indirizzo: Università Ca' Foscari - Ufficio Dottorato di Ricerca, San Sebastiano - Dorsoduro 1686, 30123 Venezia.

Non sono accettati documenti inviati via email.

Attenzione:

  • non è prevista l’erogazione di rimborsi sul budget annuale 10% per i dottorandi borsisti di Stati esteri.
  • non è prevista l’erogazione di rimborsi del budget annuale 10% per i dottorandi in co-tutela in ingresso, salvo che il Dipartimento di afferenza del Corso di dottorato non stanzi sul suo bilancio fondi appositi.

Rimborso spese su Fondi di Dipartimento

La nuova procedura informatica Richiesta elevazione borsa - mobilità dottorandi prevede che si possa presentare richiesta di rimborso spese per mobilità nazionali ed internazionali sui fondi del Dipartimento di afferenza del Corso di dottorato ( es: fondi di docenti, FUDD del Dipartimento …).

Per indirizzare la richiesta al Dipartimento, oltre a selezionare l’opzione “Fondi di Dipartimento con rimborso documentale” sarà sufficiente inserire nella tendina “Dipartimento a cui si richiede la copertura finanziaria” quello di afferenza del proprio corso di dottorato. 

Last update: 27/09/2018