Bando PON 2014-2020

PON Ricerca e Innovazione 2014-2020
Unione Europea
Ministero dell'Università e della Ricerca

Dottorati su tematiche dell’innovazione e green  
Nuove risorse dal PON Ricerca e Innovazione 2014-2020

Con Decreto Ministeriale 10 agosto 2021, n. 1061, sono state assegnate nuove risorse FSE REACT-EU per percorsi di dottorato di ricerca attivi e accreditati nell’ambito del XXXVII ciclo e per programmi di dottorato nazionale.

Il provvedimento dà attuazione all’Azione IV.4 - Dottorati e contratti di ricerca su tematiche dell’innovazione e all’Azione IV.5 - Dottorati su tematiche green del nuovo Asse IV del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 “Istruzione e ricerca per il recupero – REACT-EU”, previsto dalla nuova riprogrammazione del Programma per le finalità del nuovo obiettivo tematico delle politiche di coesione “Promuovere il superamento degli effetti della crisi nel contesto della pandemia di COVID-19 e delle sue conseguenze sociali e preparare una ripresa verde, digitale e resiliente dell’economia” (Regolamento (UE) 2020/2221 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 dicembre 2020).

In particolare, l’azione IV.4 del Programma mira a promuovere l’attività di ricerca sui temi dell’innovazione, del digitale e delle tecnologie abilitanti e, al contempo, a sostenere la valorizzazione del capitale umano, quale fattore determinante per lo sviluppo della ricerca e dell’innovazione in Italia.
L’azione IV.5 ha l'obiettivo, invece, di valorizzare il capitale umano da impegnare in percorsi di dottorato di ricerca su temi orientati alla conservazione dell’ecosistema, alla biodiversità, alla riduzione degli impatti del cambiamento climatico e alla promozione di uno sviluppo sostenibile.
Le attività di ricerca dovranno, inoltre, essere coerenti con le linee definite nella SNSI e nel PNR per favorire la diffusione di un approccio aperto all'innovazione e di maggior interscambio tra il mondo della ricerca e il mondo produttivo.  

I percorsi di dottorato di ricerca, di durata triennale, si svolgono secondo i termini previsti dai regolamenti delle Università nel rispetto delle tempistiche relative ai percorsi di dottorato del XXXVII ciclo.

Documenti allegati

file pdfBando e Allegato A - PON Ricerca e Innovazione 2014-2020
Emanato con D.R. n. 1261 del 13/10/2021
0.99 M

Possono presentare domanda di partecipazione al concorso per l'ammissione ai Dottorati i candidati in possesso di:

  • Laurea specialistica o magistrale;
  • ovvero Laurea dell'ordinamento previgente a quello introdotto con il D.M. n. 509 del 3 novembre 1999, modificato D.M. con n. 270 del 22 ottobre 2004;
  • ovvero titoli accademici di secondo livello rilasciati dalle istituzioni facenti parte del comparto AFAM (Alta Formazione Artistica e Musicale);
  • ovvero di titolo accademico conseguito all'estero, purché comparabile per durata, livello e campo disciplinare al titolo italiano che consente l'accesso al Dottorato, riconosciuto idoneo, ai soli fini della partecipazione al concorso, secondo quanto indicato all'art. 4 del bando. Il titolo straniero deve permettere l’iscrizione a un Corso di dottorato nel paese di conseguimento.

Non saranno ammesse domande di partecipazione di candidati che risultino già iscritti a Corsi di dottorato istituiti presso l'Università Ca' Foscari o presso le sedi convenzionate in caso di Corsi interateneo.

La conoscenza certificata della lingua inglese a livello B2 non costituisce requisito di accesso al concorso per l’ammissione al dottorato di ricerca, ma deve essere posseduta al momento dell’immatricolazione. In assenza di tale conoscenza certificata, il dottorando dovrà acquisire tale conoscenza entro il 30 aprile 2022, pena l’esclusione dal corso di Dottorato di ricerca.

Per informazioni su modalità di accertamento, casistiche di esonero e certificazioni riconosciute, consultare la pagina web dedicata a Inglese B2.

Potranno presentare domanda di ammissione anche i laureandi, purché conseguano il titolo di accesso entro il 31 ottobre 2021.

Entro il 2 novembre 2021, i candidati laureandi sono tenuti a comunicare il conseguimento del titolo all'ufficio Dottorato di Riceca via mail, all'indirizzo:  phd.application@unive.it

Saranno esclusi dal concorso i candidati che non abbiano comunicato il conseguimento del titolo entro i termini previsti o che abbiano trasmesso comunicazioni incomplete, errate, con mezzi diversi o a recapiti diversi da quelli sopra indicati.

L'accesso ai Dottorati di ricerca è a numero chiuso. Per ulteriori informazioni e requisiti richiesti consultare l'allegato A del bando.

Totale borse disponibili: 31

  • Tematiche dell'innovazione (azione IV.4) - 4 borse
  • Tematiche green (azione IV.5) - 27 borse

Si elencano di seguito le borse disponibili per Corso di Dottorato (37° ciclo). Le borse di dottorato sono tutte a tematica vincolata e prevedono un periodo di studio e ricerca obbligatorio in impresa da un minimo di sei (6) mesi a un massimo di dodici (12) mesi ai sensi di quanto specificato nell’allegato “A”.

Per fare domanda di partecipazione, scegliere il corso di Dottorato e cliccare sul link relativo. È possibile candidarsi per più corsi di dottorato presentando più domande di partecipazione.

Diritto, Mercato e Persona (2 borse)

Tematiche green (azione IV.5)

  1. Green e Digital: prospettive sui nuovi impieghi del futuro
  2. Il sostegno bancario verso la transizione ecologica nel quadro della normativa di vigilanza che disciplina l'erogazione del credito

Filosofia e Scienze della Formazione (1 borsa)

Tematiche green (azione IV.5)

  1. Pensiero politico e transizione verde, tra storia della filosofia, storia delle dottrine politiche, environmental political theories

Informatica (2 borse)

Tematiche dell'innovazione (azione IV.4)

  1. Specifica dei requisiti e analisi statica di software per la robotica

Tematiche green (azione IV.5)

  1. Intelligent dashboard per l’analisi e gestione degli impatti del cambiamento climatico nelle aree marino-costiere

Italianistica (2 borse)

Tematiche green (azione IV.5)

  1. Il ruolo della letteratura nella svolta green: etica, visionarietà, ricezione
  2. Scongiurare l'Apocalisse. La responsabilità degli scrittori di fronte alla crisi climatica (2000-2021)

Lingue, Culture e Società Moderne e Scienze del Linguaggio (3 borse)

Tematiche dell'innovazione (azione IV.4)

  1. Multi-modality for All. Tecniche di sottotitolazione e trascrizione automatica in approccio human-centered
  2. Sviluppo di applicazioni client per la fruizione e valorizzazione di elementi del patrimonio culturale accedendo a risorse distribuite (biblioteche digitali, musei virtuali)

Tematiche green (azione IV.5)

  1. Per un modello di ecocritica. Lettura di due fiumi in Italia e in Sudamerica

Scienza e Tecnologia dei Bio e Nanomateriali (8 borse)

Tematiche green (azione IV.5)

  1. Approccio integrato per la bioraffinazione di scarti alimentari in biomolecole e biopolimeri ad uso cosmetico e nutraceutico
  2. Colture cellulari 3d per la produzione sostenibile di pesce in vitro destinato al consumo umano
  3. Nuovi materiali green e multifunzionali per la protezione dei Beni Culturali
  4. Organoidi: una soluzione promettente per la produzione sostenibile di mangime per pesci
  5. Produzione eco-compatibile e sostenibile di biomolecole farmaceutiche di ultima generazione e biodegradabili (“green pharma”) mediante l’utilizzo di una nuova tecnologia abilitante basata su lieviti geneticamente modificati
  6. Sensori elettronici biodegradabili con polimeri derivanti dalla riqualificazione di rifiuti organici
  7. Simulazioni multi-fisiche per l'ottimizzazione di moduli di potenza basati su semiconduttori ad ampio bandgap per inverter di auto totalmente elettriche
  8. Sviluppo di formulazioni nutraceutiche con tecnologia green basata sulla CO2 supercritica

Scienze ambientali (9 borse)

Tematiche green (azione IV.5)

  1. Definizione di modelli di intensificazione ecologica degli agroecosistemi per la riduzione dei parassiti e dei danni alle piante coltivate
  2. Life Cycle Sustainability Assessment (LCSA) di soluzioni innovative e green
  3. Nuovi approcci per la valutazione e gestione di inquinanti chimici in acque sotterranee
  4. Salute-sostenibilità ambientale e valorizzazione degli ecocentri. rimozione degli inquinanti e riciclo di acque reflue
  5. Sviluppo di nuovi intonaci per la conservazione del patrimonio architettonico
  6. Sviluppo di tecniche di trattamento di pfas nelle acque reflue mediante l’utilizzo di microalghe (repema)
  7. Tecniche di SCREENing integrate per il monitoraggio di prodotti FItosanitari in matrice biologiche e ambientali (SCREEN-FIT)
  8. Valorizzazione di fanghi conciari tramite conversione biologica in platform chemicals e polimeri biodegradabili
  9. Valorizzazione di reflui organici urbani tramite processi biotecnologici per la produzione di biogas e polimeri biodegradabili

Scienze dell’antichità (3 borse)

Tematiche dell'innovazione (azione IV.4)

  1. Varianti testuali e Linked Open Data

Tematiche green (azione IV.5)

  1. Ecosistemi antichi: archeozoologia nella laguna di Venezia nel Medioevo
  2. Indagini paleoambientali su resti vegetali da contesti archeologici lagunari

Studi sull'Asia e sull'Africa (1 borsa)

Tematiche green (azione IV.5)

  1. Resilienza e agricoltura nello Swat (1000 d.C.- oggi). Doppio raccolto, altitudine e mutamenti climatici in un ambiente multilingue (RAS)
  • Leggi attentamente il bando di concorso e l'allegato "A" con la scheda del dottorato per cui vuoi concorrere. Il bando è disponibile in questa pagina web.
  • Verifica di essere in possesso dei requisiti previsti dal bando (art. 3) e dall'allegato.
  • Se hai un titolo conseguito all'estero, consulta l'art. 4 del bando e la Scheda sui Requisiti di ammissione.
  • Controlla di avere a disposizione in formato elettronico PDF tutti i documenti da allegare alla domanda online.

La domanda di ammissione dovrà essere compilata, pena l'esclusione dal concorso, entro le ore 13:00 (ora italiana) di venerdì 22 ottobre 2021.
La compilazione della domanda on-line è la sola modalità di partecipazione al concorso. Non saranno ritenute valide le domande incomplete o prive dei titoli obbligatori richiesti dal bando.
Ti consigliamo di non compilare la domanda l'ultimo giorno. Potresti avere problemi con la connessione internet e se ti accorgi che ti manca qualche documento rischi di non riuscire a completare la procedura.

Come previsto all'art. 5 del bando, per poter partecipare al concorso è necessario allegare alla domanda online i seguenti documenti:

  • curriculum vitae et studiorum (formato europeo)
  • progetto di ricerca sul tema della borsa per cui si intende partecipare, ai sensi di quanto indicato nell’allegato “A”. Ciascun candidato può presentare un unico progetto di ricerca, in cui deve specificare il tema della ricerca per cui chiede di concorrere
  • copia del titolo utile per partecipare al dottorato con elenco degli esami sostenuti con voti; per i cittadini UE è sufficiente un'autocertificazione firmata

Moduli

file rtfCV Europeo
Esempio di format utilizzabile
165 K
file pdfAutocertificazione titolo di studio con esami (file pdf)
Esempio di format utilizzabile
99 K
file rtfAutocertificazione titolo di studio con esami (file rtf)
Esempio di format utilizzabile
138 K
file rtfAutocertificazione generica
Esempio di format utilizzabile
56 K

Per la redazione del progetto di ricerca i candidati dovranno far riferimento ai seguenti criteri, ai sensi dell’art. 3 del D.M. 1061 del 10 agosto 2021:

A) Borse di dottorato di ricerca aggiuntive su tematiche dell'innovazione (azione IV.4)

a.a) Pertinenza del progetto di percorso dottorale in relazione alla capacità di creare un alto valore aggiunto, in termini di ricadute scientifiche, sociali ed economiche sul territorio nazionale, favorendo opportuni modelli di ricerca e la formazione di profili professionali in risposta alle esigenze di innovazione e competitività espresse dal sistema imprenditoriale, attraverso la promozione della ricerca sui temi dell’innovazione, del digitale e delle tecnologie abilitanti, sostenendo la valorizzazione del capitale umano, quale fattore determinante per lo sviluppo della ricerca e dell’innovazione in Italia. 

a.b) Conformità del progetto di percorso dottorale con la SNSI ed il PNR, la coerenza con la L.240/2010 e il DM 45/2013 in materia di dottorati, con la finalità di favorire l’innovazione e l’interscambio tra mondo della ricerca e mondo produttivo e qualificazione dell’apporto dei progetti di ricerca nei settori dell’innovazione (L. 240/2010, art. 24, co. 3 e ss.mm.ii.).

a.c) Misurabilità dei risultati attesi e impatto potenziale dell’intervento con riferimento alle finalità del REACTEU: presenza nell’ambito del progetto di percorso dottorale di target quantificabili e misurabili coerenti con gli indicatori previsti dall’azione di riferimento del PON.

B) Borse di dottorato di ricerca aggiuntive su tematiche green (azione IV.5)

b.a) Pertinenza del progetto di percorso dottorale in relazione alla capacità di creare un alto valore aggiunto, attraverso la valorizzazione del capitale umano, in termini di ricadute scientifiche, sociali ed economiche sul territorio nazionale, favorendo opportuni modelli di ricerca e di contaminazione di conoscenze e competenze in grado di favorire lo sviluppo di prodotti e servizi innovativi ad impatto ridotto sull’ambiente, focalizzati su temi orientati alla conservazione dell’ecosistema, alla biodiversità, nonché alla riduzione degli impatti del cambiamento climatico e alla promozione di uno sviluppo sostenibile, quale contributo per promuovere la ripresa verde e il superamento degli effetti della crisi nel contesto della pandemia di COVID-19.

b.b) Conformità del progetto di percorso dottorale con la Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente (SNSI) ed il Programma nazionale per la ricerca (PNR), la coerenza con la L.240/2010 e il DM 45/2013 in materia di dottorati, attraverso il finanziamento di dottorati in ambito Green.

b.c) Misurabilità dei risultati attesi e impatto potenziale dell’intervento con riferimento alle finalità del REACTEU: presenza nell’ambito del progetto di percorso dottorale di target quantificabili e misurabili coerenti con gli indicatori previsti dall’azione di riferimento del PON

Inoltre bisogna obbligatoriamente allegare:

  • copia di un valido documento di identità

La presentazione della domanda prevede due fasi, entrambe obbligatorie al fine della corretta partecipazione alla presente selezione (vedi anche art. 6 comma 2 del bando):

  1. Registrazione sul sito dell’Ateneo; trovi tutte le informazioni sulla Registrazione e sul recupero password qualora tu sia già registrato ed abbia dimenticato la password alla pagina Registrazione e recupero password Attenzione: aver fatto la Registrazione non significa essere aver fatto application, pertanto la compilazione (punto 2 sotto) va sempre effettuata.
  2. Compilazione della domanda di ammissione accedendo all’apposita procedura online tramite i link presenti nella Scheda "Borse disponibili" per ciascun Corso di dottorato. Se devi fare domanda per più dottorati, devi fare domande distinte accedendo ai diversi link indicati e compilando tutti i campi ogni volta.

ATTENZIONE - IMPORTANTE: Il codice univoco assegnato ad ogni domanda verrà utilizzato per indentificare il candidato. Verranno pubblicati i cognomi e nomi dei soli candidati vincitori ed idonei.

Assicurati di completare la procedura online: la tua domanda si intende correttamente compilata solo quando riceverai un'e-mail di conferma con allegata la ricevuta nella quale è presente un codice univoco assegnato ad ogni domanda (se non ricevi la mail, controlla la casella posta indesiderata/spam: potrebbe essere finita là). Non sono ammesse domande incomplete.
Nell'e-mail è anche indicato il link dal quale è possibile accedere alla domanda per consultarla/modificarla usando il tuo codice fiscale e il codice assegnato, sempre entro la data di scadenza prevista da bando.
La mail contenente il codice univoco assegnato ad ogni domanda è l’unica attestazione di presentazione della domanda stessa che fa fede. Non saranno pubblicati elenchi di candidati che hanno presentato domanda. L'Ufficio Dottorato di Ricerca non risponderà ai candidati che chiederanno di sapere se la loro domanda è correttamente pervenuta, ma avviserà via mail soltanto i candidati che, per qualsiasi motivo, saranno esclusi dal concorso.

La composizione della Commissione unica ed interdisciplinare di Ateneo è così composta:

  1. prof.ssa Maria Del Valle Ojeda Calvo (Presidente)
  2. prof.ssa Laura De Giorgi
  3. prof.ssa Roberta Dreon
  4. prof.ssa Michela Signoretto
  5. prof. Francesco Zirpoli
  • prof. Daniele Baglioni - Consulente per le tematiche delle borse del Dottorato in Italianistica
  • prof. Enrico Bertuzzo - Consulente per le tematiche delle borse del Dottorato in Scienze Ambientali
  • prof. Enric Bou Maqueda - Consulente per le tematiche delle borse del Dottorato in Lingue, Culture e Società Moderne e Scienze Del Linguaggio
  • prof. Agostino Cortesi - Consulente per le tematiche delle borse del Dottorato in Informatica
  • prof. Patrick Heinrich -  Consulente per la tematica della borsa del  Dottorato in Studi sull'Asia e sull'Africa
  • prof.ssa Claudia Irti - Consulente per le tematiche delle borse del Dottorato in Diritto, Mercato e Persona
  • prof. Luigi Perissinotto - Consulente per la tematica della borsa del Dottorato in Filosofia e Scienze della Formazione
  • prof. Filippomaria Pontani - Consulente per le tematiche delle borse del Dottorato in Scienze dell'Antichità
  • prof. Alberto Vomiero - Consulente per le tematiche delle borse del Dottorato in Scienza e Tecnologia dei Bio e Nanomateriali

Graduatorie finali

Secondo quanto previsto dal bando di concorso, risultano idonei solo i candidati che hanno ottenuto un punteggio complessivo di almeno 60/100.

Entro il 15 novembre 2021, i candidati ammessi dovranno immatricolarsi al Corso di Dottorato, ai sensi dell'art. 10 del bando. Al momento dell'accettazione del posto di Dottorato con borsa PON, i vincitori dovranno compilare anche la dichiarazione di accettazione borsa PON scaricabile qui.

In caso di rinuncia, il candidato è tenuto a darne comunicazione via e-mail all’indirizzo  postlauream@unive.it entro il giorno 15  novembre  2021. Trascorso  tale  termine  senza  che  pervenga  alcuna  comunicazione  esplicita  di  rinuncia,  il  candidato sarà comunque considerato rinunciatario.

Per ulteriori informazioni si prega di leggere l'art. 10 del bando o a rivolgersi al Settore Carriere Post Lauream (e-mail:  postlauream@unive.it).

Le borse sono assegnate sub condicione alla conferma del finanziamento da parte del Ministero, che sarà effettuata indicativamente entro il mese di gennaio 2022.

I candidati ammessi sono tenuti a sviluppare, nel corso della propria attività di Dottorato, la tematica di ricerca assegnata dalla Commissione giudicatrice.

Per i dottorandi titolari di borsa PON R&I 2014-2020 non è prevista la possibilità di rinunciare alla borsa senza decadere dal Dottorato.

Last update: 06/12/2021