Tirocinio e attività sostitutive

Tirocinio

Il termine tirocinio (utilizzato nella normativa italiana vigente) e il termine francese stage, così come le traduzioni inglesi internship o traineeship, sono sinonimi e vengono utilizzati in modo interscambiabile nelle pagine web, nei regolamenti, nei moduli e nei documenti di Ateneo.

Nell’ambito delle cosiddette “Altre attività formative”, il piano di studio prevede 6 Crediti Formativi Universitari (CFU) di Tirocini formativi e di orientamento.

I CFU relativi ai tirocini formativi e di orientamento si acquisiscono in primo luogo attraverso l'attività di stage.

I CFU si possono acquisire anche tramite attività sostitutive di tirocinio, scegliendo fra le attività che saranno indicate di volta in volta in questa pagina web.

Il riconoscimento in crediti delle attività di stage/tirocinio e delle attività sostitutive si fonda sull’impegno richiesto allo studente, secondo il principio per cui a 25 ore (comprensive di una quota di lavoro individuale) corrisponde 1 CFU. L’attribuzione del numero di crediti per le attività sostitutive di tirocinio è stabilita e verificata dal Collegio didattico (ed è dunque indicata e preventivamente resa nota agli studenti in riferimento a ciascuna attività proposta). Non si potranno riconoscere attività pregresse.

Gli studenti part-time hanno la possibilità di sostituire il tirocinio con un esame, previo parere favorevole del docente referente. 

Tirocinio curriculare

Durante il proprio percorso di studio, gli studenti possono svolgere un periodo di formazione professionale presso enti pubblici o privati convenzionati con l'Ateneo. L’attività di tirocinio viene riconosciuta in CFU per un massimo di 6 CFU.

La gestione amministrativa e l’avvio dei tirocini curriculari è curata dai Servizi di Campus umanistico, in collaborazione con Career service.

Per attivare un tirocinio, è necessario produrre i due documenti fondamentali, la convenzione e il progetto formativo.

Dalla propria Area Riservata è inoltre possibile verificare le offerte attive  e l'elenco delle aziende già convenzionate con l'Ateneo.

Gli studenti che intendono proporre l’attivazione di una nuova convenzione con un ente presso il quale svolgere il tirocinio possono consultare la procedura per l’attivazione dello stage, dove è reperibile anche la modulistica da inviare all’ente.

La procedura di attivazione dello stage va espletata prima dell'inizio dell'attività da parte dello studente. Il Collegio Didattico non prenderà in considerazione attività già svolte senza previo accordo con il docente referente.

Ciascun docente del Corso di Studio può essere tutor universitario, in relazione all'attinenza dell'insegnamento con il progetto formativo oggetto dello stage. Lo studente contatterà il docente che darà l'assenso e firmerà i documenti, previo colloquio se ritenuto necessario. A fine stage lo studente porterà la documentazione al docente e redigerà, se richiesta, una breve relazione sull'attività svolta. I documenti approvati saranno consegnati alla Segreteria dei Servizi didattici di Campus umanistico, via e-mail e previa scansione.

Nell’ambito delle attività formative definite "A scelta dello studente" (8 cfu) e "Altro" (5 cfu), il piano di studio prevede rispettivamente 

  • 6 CFU - esame a libera scelta
  • 2 CFU - obbligatori denominati "Seminari" si possono acquisire mediante la frequenza di attività seminariali organizzate da Ca’ Foscari o da altre Istituzioni culturali pubblicizzate sul sito d'Ateneo. Il docente che organizza l’attività sarà Tutor e certificherà la presenza dello studente. Per il riconoscimento di 1 cfu è necessaria la partecipazione almeno ad una giornata di seminario, più la stesura di una breve relazione finale. Alla fine dell’attività la documentazione completa va consegnata al Campus per la firma del Referente (prof.ssa Stefania Portinar). E’ possibile conseguire i 2 cfu con il prolungamento di 50 ore dello stage obbligatorio se gli obiettivi del progetto formativo lo richiedono. 
  • 5 CFU di Tirocinio curriculare obbligatorio
  • 6 CFU – Esame a scelta/Stage. L’esame a scelta può essere sostituito da un’ulteriore attività di stage. Si può quindi svolgere un tirocinio fino a 13 cfu, ma in questo caso lo studente deve:

    • predisporre un Progetto formativo finalizzato alla tesi di laurea magistrale, da presentare per l'approvazione al Coordinatore del Collegio Didattico, prima di iniziare il tirocinio e con il coinvolgimento del docente relatore. Il Progetto formativo dovrà essere fortemente professionalizzante.
    • alla fine del tirocinio, lo studente dovrà presentare al Coordinatore una relazione scritta di almeno 10 cartelle contenete un rapporto dettagliato sull'attività svolta, con analisi critica ed evidenza del raggiungimento degli obiettivi del progetto.

Non si potranno riconoscere attività pregresse.

Gli studenti part-time hanno la possibilità di sostituire il tirocinio con un esame, previo parere favorevole del docente referente. 

Tirocinio curriculare

Durante il proprio percorso di studio, gli studenti possono svolgere un periodo di formazione professionale presso enti pubblici o privati convenzionati con l'Ateneo. L’attività di tirocinio viene riconosciuta in CFU per un massimo di 13 CFU.

La gestione amministrativa e l’avvio dei tirocini curriculari è curata dai Servizi di Campus umanistico, in collaborazione con Career service.

Per attivare un tirocinio , è necessario produrre i due documenti fondamentali, la convenzione e il progetto formativo.

Dalla propria Area Riservata è inoltre possibile verificare le offerte attive  e l'elenco delle aziende già convenzionate con l'Ateneo.

Gli studenti che intendono proporre l’attivazione di una nuova convenzione con un ente presso il quale svolgere il tirocinio possono consultare la procedura per l’attivazione dello stage, dove è reperibile anche la modulistica da inviare all’ente.

La procedura di attivazione dello stage va espletata prima dell'inizio dell'attività da parte dello studente. Il Collegio Didattico non prenderà in considerazione attività già svolte senza previo accordo con il docente referente.

Ciascun docente del Corso di Studio può essere tutor universitario, in relazione all'attinenza dell'insegnamento con il progetto formativo oggetto dello stage. Lo studente contatterà il docente che darà l'assenso e firmerà i documenti, previo colloquio se ritenuto necessario. A fine stage lo studente porterà la documentazione al docente e redigerà, se richiesta, una breve relazione sull'attività svolta. I documenti approvati saranno consegnati alla Segreteria dei Servizi didattici di Campus umanistico, via e-mail e previa scansione.

Attività sostitutive di stage

Il Collegio didattico può riconoscere come crediti formativi le conoscenze e abilità professionali certificate, purché coerenti con gli obiettivi formativi del corso di studio.
Potranno essere riconosciute attività sostitutive di tirocinio su progetti specifici proposti dal Collegio Didattico.

All'avvio dell'attività, gli studenti compileranno l’apposito modulo reperibile in Area Riservata > Stage > Attività sostitutiva di stage. Lo stesso modulo, al termine dell'attività, sarà consegnato al Campus Umanisticofirmato dal docente tutor della singola attività, assieme ad eventuale altra documentazione, come registro presenze, report dell'attività svolta, relazione finale già valutata dal docente tutor.

Il Collegio didattico non riconoscerà attività pregresse e non autorizzate.

Around "Penumbra" mostrare e parlare di arte e film Around "Penumbra" mostrare e parlare di arte e film

13 - 20 ottobre 2022

Il programma di incontri, strutturato in due talks aperti al pubblico e in un workshop dedicato agli studenti e alle studentesse dei Corsi di Laurea magistrali in Storia delle Arti e Conservazione dei Beni Artistici ed Economia e Gestione delle Arti (EGArt), è stato ideato come attività di terza missione e come attività sostitutiva di tirocinio, in collaborazione con la Fondazione In Between Art Film, con cui il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali ha stipulato una convenzione.
Le candidature degli studenti/studentesse dovranno pervenire via mail, indicando il motivo del proprio interesse per l’attività, alle docenti di riferimento, prof.sse Cristina Baldacci e Miriam De Rosa ( cristina.baldacci@unive.it,  miriam.derosa@unive.it), entro il 7 ottobre 2022.

Mediatori culturali

Consulta la pagina Mediatori culturali del Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali per informazioni sul percorso di formazione previsto.
La partecipazione consente il riconoscimento dell'attività sostitutiva di tirocinio fino al massimo di a 6 CFU.

“VeniSIA” - progetto di Fondazione Università Ca’ Foscari

VeniSIA è un acceleratore di innovazione sulla sostenibilità, basato a Venezia e orientato allo sviluppo di idee imprenditoriali e soluzioni tecnologiche in grado di affrontare il cambiamento climatico e altre sfide ambientali.

Periodo: settembre 2022-aprile 2023
Direzione scientifica: prof. Carlo Bagnoli
Team responsabile: Nicola Pianon, presidente del Comitato Strategico; Claudio Colombo, Direttore del Programma di Accelerazione; Maria Claudia Pignata, Direttore Relazioni Istituzionali; Fondazione Ca’ Foscari, Operations & Business Development
Contatti:  venisia@venisia.org

VeniSIA è stata invitata a collaborare come partner della 9° edizione del Ca’ Foscari Contamination Lab "VeniSIA: la cultura come driver di innovazione" (abbr. “C-Lab VeniSIA”), che ha coinvolto 30 studenti cafoscarini di ogni corso di studio in una serie di laboratori e attività didattiche innovative pensate per favorire la nascita di nuove idee creative e incoraggiare lo sviluppo di progetti di innovazione in relazione con il contesto culturale veneziano e del territorio.
L’ambizione di VeniSIA è quella di rendere Venezia un esempio di successo per il mondo intero in termini di capacità dell’uomo di riparare ai propri errori, tramite l'identificazione delle problematiche di sostenibilità ambientale, sociale, economica e culturale più impellenti per la città e lo sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative che siano a loro volta sostenibili. L’ambizione ultima di VeniSIA non è fare un acceleratore a Venezia, ma fare di Venezia un acceleratore.
VeniSIA mira ad alimentare un network di realtà operanti nel settore della cultura per beneficiare di un reciproco sostegno in merito alla diffusione della conoscenza del territorio. È necessario, inoltre, creare un piano strategico relativo all’organizzazione dei singoli eventi, al fine di impostare una serie di azioni guida da seguire per ogni specifico evento, con l’opportunità di individuare in maniera tempestiva eventuali mancanze.
Caratteristiche principali del programma sono:

  • supporto ad attività di networking;
  • supporto ad attività operative di organizzazione di eventi (pianificazione, coordinamento del progetto, segreteria organizzativa);
  • supporto ad attività di relazione con le fondazioni culturali del territorio e con le con le istituzioni pubbliche;
  • supporto ad attività di monitoraggio di partnership nazionali ed internazionali;
  • attività di ricerca sul contesto storico-artistico e culturale veneziano.

Periodo: settembre 2022 - aprile 2023

Modalità di svolgimento: le attività si svolgeranno in modalità mista (presenza, da remoto o in forma mista), per un totale di 160 ore.

Sede: il luogo fisico di svolgimento delle attività è l'ufficio di Strategy Innovation S.r.l. presso il Campus di San Giobbe

Prerequisiti: possono partecipare gli studenti iscritti al corso di laurea magistrale in Economia e Gestione delle Arti e delle attività culturali (EGArt)

CFU e verifica finale: per ottenere il riconoscimento di 6 CFU, i candidati dovranno partecipare a tutti gli incontri previsti da progetto (totale 160 ore) 

Venice Biennale

Venice Biennale: a multidisciplinary field analysis (La Biennale di Venezia: un'analisi multidisciplinare) è un progetto organizzato dall'Università Ca' Foscari e dalla Leuphana Universität Lüneburg (Germania), il cui scopo è esplorare gli effetti artistici, economici e sociali della Biennale di Venezia.

Periodo: ottobre-novembre 2022

file pdfVenice Biennale - a multidisciplinary field analysis [ENG]
Scadenza candidature: 30 settembre 2022
19.38 K

Conferenze e seminari

Le attività eventualmente elencate di seguito vengono riconosciute in maniera differente in base all'anno accademico di immatricolazione:

  • immatricolati fino all'a.a. 2019/2020: sono riconoscibili 1 o 2 CFU di Seminari, a seconda dell’attività
  • immatricolati dal 2020/2021: sono riconoscibili esclusivamente come crediti sovrannumerari; non è possibile cumulare crediti da fare riconoscere come attività sostitutive di tirocinio.

Last update: 27/09/2022