Scheda del corso

Anno Accademico di riferimento: 2022/2023

Livello del titolo di studio

Laurea Magistrale

Classe

LM-63 (Scienze delle pubbliche amministrazioni)

Regolamenti

Il regolamento didattico del corso di studio ne specifica gli aspetti organizzativi: obiettivi formativi, modalità di accesso, piano di studio, esami, prova finale, sbocchi occupazionali, ecc. Per tutta la carriera universitaria, gli studenti devono fare riferimento al regolamento didattico in vigore al momento della propria immatricolazione.

Sede

Dipartimento di Economia, San Giobbe Cannaregio 873, 30121 Venezia
Per informazioni contattare il Campus Economico,  campus.economico@unive.it

Referente

prof.ssa Vania Brino, Coordinatrice del collegio didattico,  vania@unive.it)

Lingua

Italiano

Modalità di accesso

Libero con valutazione dei requisiti minimi.
Contingente riservato a studenti stranieri non comunitari residenti all'estero: 30 posti, di cui 15 riservati a studenti di nazionalità cinese, residenti in Cina, nell'ambito del Progetto Marco Polo.

Le modalità di accesso sono consultabili nella pagina dedicata all'ammissione al corso.

Requisiti di accesso

L'ammissione al corso richiede il possesso di requisiti curriculari minimi e di un'adeguata preparazione personale. È richiesto, inoltre, il possesso della conoscenza certificata della lingua inglese a livello almeno B1.

Accesso con titolo estero

I candidati in possesso di qualifica internazionale devono aver conseguito un diploma di laurea dopo almeno 3 anni universitari. La prevalutazione del titolo è obbligatoria secondo modalità e scadenze disponibili sul portale dedicato.

Le qualifiche internazionali verranno valutate da apposite commissioni didattiche successivamente alla procedura di pre-valutazione del titolo attraverso il portale dedicato.

Corso di studio in breve

Il corso di Laurea Magistrale mira a creare competenze teoriche e tecniche tali da poter operare in campo dirigenziale, nelle pubbliche amministrazioni (locali, regionali, nazionali e internazionali) e nelle organizzazioni no profit e profit che operano in contesti di interesse pubblico, favorendo i processi di innovazione e rinnovamento necessari per rispondere ai cambiamenti sociali ed economiche della società contemporanea. Attraverso un bagaglio di conoscenze e competenze economico-aziendali, statistico-informatiche, giuridiche, organizzativo-sociologiche e una serie di competenze trasversali, offerte da una didattica fortemente innovativa che prevede il coinvolgimento e l'interazione con diversi soggetti esterni, il laureato magistrale dovrebbe essere in grado di affrontare le principali sfide innovative (de-burocratizzazione, digitalizzazione, sostenibilità) che le organizzazioni pubbliche pongono e porranno nel prossimo futuro.

Profili professionali

Il laureato magistrale, grazie all'elevato grado di interdisciplinarietà del CdS, è in grado di svolgere autonomamente compiti ed attività professionali che permettono di collocarlo utilmente all'interno di tutte le istituzioni della Pubblica Amministrazione in senso ampio, degli organismi di vigilanza e controllo e di tutte quelle imprese pubbliche e private che lavorano per la PA. All'interno di queeste potrà interagire sia con dirigenti che con tecnici di diversi ambiti (giuridico, quantitativo, manageriale) nonché con le componenti strategico – politiche. Può svolgere compiti di coordinamento e può inoltre assumere i ruoli professionali tipici delle posizioni di elevato profilo manageriale, come quadro e dirigente nelle suddette organizzazioni.
Pur non prevedendo l’articolazione in curricula, l’offerta formativa del corso è costruita in modo flessibile per permettere agli studenti di costruirsi percorsi differenziati, scegliendo l’approfondimento in ciascuna delle quattro aree caratterizzanti il corso (quantitativa, economico-aziendale, giuridica e sociologico-organizzativa).

Modalità di frequenza

Libera

Esami di profitto e prova finale di laurea

L'attività formativa prevede lezioni frontali, laboratori e stage al fine di acquisire competenze ampie utili a fronteggiare problemi reali e fortemente spendibili nel mondo del lavoro.
Durante tutto il percorso di studi le conoscenze apprese dallo studente verranno verificate attraverso esami di profitto, scritti e orali.
La prova finale consiste nella stesura di una tesi che dovrà possedere caratteri di originalità, documentazione e approfondimento scientifico esauriente e verrà discussa davanti a una commissione composta da professori universitari ed esperti.

Accesso a studi successivi

Master di I e II livello e Dottorato di Ricerca.

Last update: 04/08/2022