Arti sceniche

Shōwa Genroku rakugo shinjū (昭和元禄落語心中)

lett. il suicidio del rakugo dell’epoca genroku e shōwa

Prima edizione: 2010-2016; 10 Tankōbon.

Le "parole cadute": il rakugo e la tradizione del monologo teatrale giapponese

Il rakugo [落語] è una forma teatrale tradizionale giapponese, che ha la particolarità di essere interpretato da un solo attore-narratore. Letteralmente significa “parole che cadono”. Il rakugo-ka (hanashi-ka, narratore) racconta una storia interpretando tutti i personaggi, facendo uso a diversi registri vocali, tonalità ed espressioni del volto.

Video Letter (Terayama Shuji-Tanikawa Shuntaro, 1982-83)

Video Letter (Terayama Shuji-Tanikawa Shuntaro, 1982-83)

Mitologia dell'eroe nel cinema action

Nella narrazione nipponica, i tanti nomi ereditati dall’ambito letterario e teatrale precedente all’avvento del cinema, tra i quali Miyamoto Musashi e Tange Sazen, segnano una prima parcellizzazione tipologica dell’eroe, poi mai più abbandonata. Entrambi appartengono alla liminalità del mondo dei rōnin, destinati a percorrere un perpetuo viaggio ai margini della società, attraverso insidie che parafrasano quelle della natura umana.

La musica del Gamelan indonesiano attraverso le epoche e i continenti

Con il nome di Gamelan (in lingua giavanese ꦒꦩꦼꦭꦤ꧀) si indica un ensemble musicale tradizionale di alcune isole dell’Indonesia, in particolare Java, Bali e Sundan, composta principalmente di strumenti a percussione metallofoni e riconosciuta dal 2014 come parte del Patrimonio Culturale intangibile della Repubblica dell’Indonesia.

L’anima punk italo-giapponese

L’essere umano è una creatura nostalgica, si sa, e la musica è uno degli elementi che più contribuisce a questa nostalgia. Il revival del passato è spesso preso in considerazione nella produzione musicale contemporanea, pur sempre in continua evoluzione con le correnti attuali.

Verso una nuova concezione teatrale: Huang Zuolin e la Xieyi Xijuguan

La produzione scenica di Huang Zuolin rappresenta uno dei percorsi più eclettici e innovativi della storia del teatro cinese moderno.

Meng Jinghui

Meng Jinghui, nato a Pechino nel 1965, è attualmente considerato il più importante e controverso regista sperimentale contemporaneo, e il portavoce di un nuovo concetto di avanguardia che fonde elitismo e tendenze populiste, sacralità e giocosa immersione nel profano, culto dell'ideale e superficialità consumistica.