Il DSLCC si caratterizza per una ricerca multidisciplinare e comparata sulle tematiche delle lingue, letterature, culture e storie dei Paesi dell’Europa e delle Americhe. Con 17 lingue triennali e 3 annuali, offre uno spettro amplissimo di possibilità di formazione e ricerca per affrontare le sfide e le opportunità della globalizzazione e di società plurilinguistiche e multiculturali.

Il Dipartimento ha un numero molto alto di docenti stranieri (24) e visiting professors, oltre ai CEL di madrelingua, ed è impegnato in svariati progetti che promuovono innovazione sociale, dialogo interculturale, pari opportunità e inclusione, coerentemente con i 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile individuati dall’ONU.

Aree di ricerca 

Il DSLCC è un centro di eccellenza a livello nazionale per il numero di lingue, letterature e culture europee e americane oggetto di ricerca e per le numerose e innovative aree di specializzazione. Relativamente a molte lingue insegnate il DSLCC è un punto di riferimento nazionale e intrattiene rapporti con numerose istituzioni culturali e partner internazionali. Il DSLCC contribuisce al posizionamento di Ca’ Foscari tra le migliori 150 università al mondo per le Modern Languages (in questo ranking per subject, Ca’ Foscari è la 5a università in Italia) e tra le migliori 250 università al mondo per Linguistics, e al posizionamento dell'Ateneo come 202esima Faculty nelle Arts and Humanities.

Le attività di ricerca si articolano principalmente in tre macroaree, che intrecciano lingue e discipline in molteplici progetti scientifici e culturali, per molti dei quali il Dipartimento è punto di riferimento a livello nazionale:

  • area letterario-culturale: analisi e interpretazione di varie tipologie di testi in lingua straniera che, essendo portatori di una straordinaria concentrazione di significati, risultano uno strumento essenziale per la comprensione di culture e tradizioni specifiche; studio comparato delle letterature straniere e delle dinamiche dei generi letterari, dei loro rapporti con altri codici espressivi (cinema, teatro, arti visive), e delle relazioni fra letteratura, cultura, società, ambiti politici ed economici, turismo; traduzione di testi letterari;
  • area linguistica-filologica-glottodidattica: studio della grammatica e della storia delle lingue, incluse le lingue segnate, come veicolo per esplorare la mente umana e la realtà sociale; studio dell’acquisizione linguistica, in situazioni di sviluppo tipico e di sordità e disabilità linguistica; analisi delle traduzioni e delle riscritture in epoche antiche, sostenuta da innovativi progetti di editoria digitale; sviluppo di metodologie per l’insegnamento delle lingue straniere, come strumento di comunicazione adeguata nei diversi contesti situazionali e nelle diverse culture, e per la didattica dell’italiano a stranieri;
  • area storica e politico-internazionale: studio della storia, delle lingue, delle società, delle culture, delle religioni e delle pratiche politiche come aspetti delle relazioni internazionali e dei sistemi comunicativi, per la comprensione delle reti sociali, istituzionali ed economiche a livello globale.

Ultimi progetti finanziati

Shakespeare in and beyond the ghetto

Responsabile: Shaul Bassi, Durata: 2016 - 2018, Contributo:  € 350.000


Study Abroad Research in European Perspective (SAREP)

Responsabile: Giulia Bencini, Durata: settembre 2016 - 2020


Deaf learning, Erasmus +

Responsabile: Anna Cardinaletti, Durata: 36 mesi, Contributo:  € 333.962,00 totale - € 76.675,00 Italia