Agenda

16 Nov 2020 17:30

L’impatto sociale della pandemia sui paesi dei Balcani occidentali - Bojan Mitrović

Incontro online

Speaker: Bojan Mitrović
Modera: Mila Orlić

In questo intervento discuteremo dei paesi successori della Jugoslavia e delle loro diverse realtà sociali, politiche ed economiche in relazione con la pandemia del COVID-19 e delle misure prese per combatterla. Il fulcro dell’analisi saranno la Croazia e la Serbia, in quanto paesi con struttura economica profondamente diversa; tratteremo inoltre degli altri stati della regione come Slovenia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro e Macedonia. Quali sono le principali attività economiche in ciascuno di questi paesi e in che modo risentono degli effetti del lockdown? Come nel resto dei paesi ex-comunisti, in questi stati la sanità è perlopiù privata. Quali sono le differenze fra i singoli modelli e come hanno reagito di fronte alla pandemia? Trattandosi di democrazie relativamente giovani, non tutti i poteri politici sono particolarmente stabili né del tutto trasparenti. Come incide la stabilità democratica sulla tenuta del sistema di fronte alla pandemia? Non di rado si è avanzata l’ipotesi che le democrazie siano svantaggiate nella gestione della pandemia, rispetto agli stati autoritari. Ma è veramente così? Le proteste sociali che si sono affacciate sullo scenario politico nell’ultimo anno sono intrinsecamente legate alle politiche sulla pandemia o sono leggibili anche attraverso altri tipi di analisi? Infine, la pandemia e le misure per contenerla hanno avuto un impatto sull’esito delle varie elezioni? E se sì, quale?

 

Bojan Mitrovićsi occupa prevalentemente di storia dell’Europa orientale tra Otto eNovecento. Nato a Belgrado, si è formato come storico a Trieste e Budapest. Il principale campo di indagine della sua ricerca è la storia dei Balcani da un punto di vista istituzionale, intellettuale, storiografico, urbano e delle minoranze religiose ed etniche. Ha lavorato sporadicamente anche sulla storia italiana e negli ultimi anni si è occupato della storia della città di Trieste. Presso l’ateneo della stessa città è stato docente di storia dell’Europa orientale. È coautore della monografia Storia della cultura e della letteratura serba (Lecce, Argo, 2015).

Mila Orlić è professoressa associata all’Università di Rijeka/Fiume (Croazia), dove insegna storia contemporanea. Si è occupata delle forme e delle ideologie del potere comunista in Jugoslavia e del rapporto tra storia e memoria, degli spostamenti di popolazione dall’Istria nel secondo dopoguerra e, più in generale, delle questioni delle minoranze nazionali nelle regioni multietniche. A questo filone di ricerca ha affiancato studi riguardanti la storia recente croata, a partire dalla dissoluzione della federazione jugoslava e lo scoppio della guerra civile fino ai giorni nostri. Collabora su temi di attualità politica e culturale dell’area dei Balcani con la rivista “Il Mulino”.
 

L’incontro si svolgerà su Google Meet
Se interessati/e a partecipare, scrivete a venezialeggeibalcani@gmail.com per ricevere il codice di accesso.

 

Lingua

L'evento si terrà in italiano

Organizzatore

Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati, Venezia legge i Balcani

Allegati

Locandina 159 KB

Cerca in agenda

Rimuovi filtri