CSA

Conservazione dei beni culturali

Telecamere Iperspettrali Specim IQ e Specim spectral Camera VNIR- SWIR per analisi di imaging spettroscopico nel campo spettrale da VIS-NIR a SWIR

L’imaging iperspettrale consente di acquisire simultaneamente, attraverso una scansione senza contatto, immagini in alta risoluzione e gli spettri di riflettanza percentuale caratteristici dei materiali analizzati. Applicato nel range 400nm-2500nm, l’imaging iperspettrale permette l’analisi spettro-colorimetrica di pigmenti e materiali utilizzati nella realizzazione delle opere d’arte e di visualizzare le stesure e i disegni sottostanti la superficie delle opere pittoriche. 
La telecamera iperspettrale portatile a tecnologia push broom SPECIM IQ opera nel range 400 nm – 1000 nm (VIS-NIR, sensore 512X512px, 204 bande spettrali, con risoluzione spettrale FWVH 3 nm). La tecnologia push-broom assicura l’allineamento tra pixel acquisiti e dato spettrale.
La Specim spectral camera VNIR- SWIR copre il range 400nm- 2500 nm (ViS-NIR e SWIR) grazie a tre detector: detector VNIR 350-1000 nm (512 element silicon array); detector SWIR 1 nel range 1001-1800 nm a risoluzione spettrale 3 nm (graded Index InGaAs Photodiode, two Stage TE Cooled); detector SWIR 2 1801-2500 nm a risoluzione spettrale 8 nm (graded Index InGaAs Photodiode, two Stage TE Cooled).  La camera è montata su sistema di scansione e illuminazione con escursione lineare superiore a 100 cm per scansioni orizzontali o verticali presso il laboratorio.

Dove: Marghera- VEGA, laboratori scientifici presso Porta dell’Innovazione


Spettrometro FT-IR-ATR portatile Alpha II Bruker

Alpha II Bruker è uno spettrometro FT-IR-ATR compatto e portatile che opera nel range spettrale da 350 cm-1 fino a 8.000 cm-1, permanentemente allineato con un laser a stato solido, esegue il warm up del sistema all’accensione entro 10 minuti. È alimentato con batteria ed è operativo in qualsiasi orientazione spaziale.
Gli accessori permettono acquisizione di spettri in trasmissione, in riflettanza esterna (ER) per analisi su opere d’arte con videocamera integrata USB e distanza di lavoro 4 cm, in ATR con cristallo in diamante monolitico per solidi. Lo strumento è corredato da tripode con testa snodabile lungo tutte le direzioni spaziali e spostamento fine lungo l’asse focale per l’utilizzo in situ.

Dove: Marghera- VEGA, laboratori scientifici presso Porta dell’Innovazione


Spettrometro Raman portatile BRAVO Bruker 

Spettrofotometro Raman handheld BRAVO Bruker compatto per applicazione su materiali dei beni culturali ottimizzato per campioni fluorescenti e con accessorio per misure senza contatto. 
Dotato di un sistema attivo di rimozione della fluorescenza tramite eccitazione sequenziale con doppio laser (SSETM, Sequentially Shifted Excitation), taglio ad alta frequenza fino a 3.200 cm-1, taglio a bassa frequenza inferiore a 170 cm-1. Analizza campioni solidi e liquidi, con possibilità di variazione della profondità di fuoco per analisi su dipinti. Lo strumento è corredato da tripode con testa snodabile lungo tutte le direzioni spaziali e spostamento fine lungo l’asse focale per l’utilizzo in situ.

Dove: Marghera- VEGA, laboratori scientifici presso Porta dell’Innovazione


Spettroradiometro FieldSpec 4 SR -Malvern PanAnalitical portatile nel range spettrale 350 – 2500 nm per misurazioni di riflettanza, radianza o irradianza in tempo reale

Lo Spettroradiometro portatile FieldSpec 4 SR è dotato di un robusto fascio di fibre ottiche (protezione esterna in acciaio, non rimuovibile, lunghezza 1,5 m, field of view 25°) e diverse teste di misura accessorie per la misura non a contatto di riflettanza, radianza e irradianza in tempo reale nel range spettrale 350 – 2500 nm con risoluzione spettrale di 3 nm a 700 nm e 10 nm a 1400/2100 nm. Dotato di detector VNIR: Photodiodo Array, e detector SWIR: reticolo olografico curvo con detector InGaAs.
Gli accessori permettono la misurazione puntuale con distanziatori cilindrici e svasati per misura ottimale della baseline senza contatto con i materiali da analizzare: Contact Probe di illuminazione per misure di riflettanza di materiali sensibili al calore; ottica da 3.5° per ridurre il FOV dello spettro radiometro; remote cosine receptor per misurare l’irradianza semisferica a pieno cielo. Dispone di tripode medio - leggero in alluminio per alloggiare strumento, lampada o remote cosine receptor e/o zaino per il trasporto in campo.

Dove: Marghera- VEGA, laboratori scientifici presso Porta dell’Innovazione


Microscopio Raman dispersivo Raman Microscope DXRTM3 Thermo Scientific

Il Raman Microscope DXRTM3 Thermo Scientific è un microscopio trinoculare (10x, 50x, 100X) raman dispersivo operante in luce trasmessa, campo chiaro e campo scuro. Con i 2 laser intercambiabili a 785 e 532 nm controllabili da software, spettrografo e monocromatori, permette di operare nel range spettrale da 100 a 3300 cm-1 con una risoluzione pari a 5 cm-1 FWHM in un’unica scansione. Lo stage porta campioni motorizzato sugli assi x, y e z supporta una risoluzione pari ad 1 µm in x e y. Possibilità di acquisire misurazioni puntuali, linee, mappature e ricostruzioni di immagini chimiche in 3D, consente l’estrazione e la segmentazione di files di mappe. Il software associato SPECTA permette l’analisi di spettri e mappe mediante analisi fattoriale PCA, ricalcolo delle PCA, Imaging chimico con Multivariate Curve Regression. 

Dove: Marghera- VEGA, laboratori scientifici presso Porta dell’Innovazione


Spettrometro per fluorescenza a raggi X CRONO Bruker, per indagini diagnostiche su macro aree

Il micro XRF CRONO Bruker consente di effettuare analisi qualitative, semi-quantitative e quantitative di tipo elementare non distruttive e non invasive per la caratterizzazione di composti inorganici. La testa di misura lavora non a contatto con il campione, è montata su stage motorizzato e contiene all’interno tutti i componenti principali (tubo a raggi X; rivelatore; sistema di puntamento laser; elettronica; video camera e sistema di illuminazione area di misura per eseguire scansioni e mappe elementari su macro aree). Lo strumento utilizza un tubo a raggi-X con target Rh standard (Au, Ag, Mo, W opzionali); potenza fino a 50 Kv – 10 W. La tensione e corrente del tubo a raggi X è regolabile via software: 10 – 50 Kv, 5 – 200 μA, 10 W.  Range di analisi Na – U, rileva elementi leggeri con flussaggio di He. È dotato di quattro filtri selezionabili tramite software per differenti applicazioni e di 3 collimatori selezionabili tramite software da 0.5, 1 e 2 mm. Lo stage motorizzato permette scansione fino a 600mm x 450mm x 75mm. Telaio regolabile tra 20° and +90°, altezza fino a 220 cm. 

Dove: Campus Scientifico, Via Torino, edificio ETA laboratorio ViaToCap1L6


Camera climatica QSun Xe-3 Xenon Test Chamber

La camera climatica Xenon Q-SUN Xe-3 permette l’invecchiamento artificiale di materiali. È possibile controllare i parametri di temperatura (black panel temperature 45-110°C a lampade accese), umidità relativa (20- 95%), irradianza (tre lampade Xenon Arc Lamps 1800 W, irradianza max a 340 nm 1,10 W/m2/nm , 1,50 W/m2/nm a 420 nm, 125 W/m2/nm a 300-400 nm TUV) con filtri per simulare radiazione solare e permette la simulazioni di piogge (cicli di spruzzatura con acqua deionizzata dei campioni, solo fronte 0,16 L/min o fronte e retro 0,4L/min). Il vassoio porta campioni è di dimensioni: 451 mm x 718 mm, inclinato di 10°.

Dove: Campus Scientifico, Via Torino- edificio ETA, laboratorio ViaToCapL7 


Sistema gascromatografico con spettrometro di massa (gc- ms) a singolo quadrupolo con pirolizzatore 

Lo strumento PY-GC-MS permette di analizzare miscele complesse di composti organici di origine naturale e di sintesi. Il sistema si compone di:

  • Gascromatografo TRACE1300 ThermoScientific a doppio canale con valvola di commutazione e doppia colonna capillare, dotato di due iniettori SSL split/splitless; pirolizzatore EGA-PY 3030D FrontierLab, completo di sistema EGA e Cryotrap, collegato all'iniettore anteriore e autocampionatore AS1310 ThermoScientific da 155 post collegato all'iniettore posteriore. La temperatura del forno GC è programmabile da temperatura ambiente a 450°C con step di 1°C, velocità di riscaldamento 115°C/min con possibilità di impostare fino ad 20 rampe di temperatura.
  • Spettrometro di massa ISQ7000 ThermoScientific a singolo quadrupolo con transfer-line riscaldata, doppio filamento. Velocità massima di scansione superiore a 15.000 amu/sec. Acquisizione in modalità SIM e FULL SCAN simultanea all’interno dello stesso raw file per conferma e screening allo stesso tempo.  Il sistema è dotato del Software Chromeleon 7.2.10 per l'elaborazione del Dati.

Dove: Marghera- VEGA, Ex-Inca, Via delle Industrie 21/8, VegaPark, laboratorio Inca13g


LA-ICP-MS: Analyte Excite (Teledyne) – iCAP-RQ (Thermo Scientific)

Lo strumento è costituito da uno spettrometro di massa ICP a singolo quadrupolo accoppiato ad un sistema di ablazione laser che consente di eseguire determinazione quantitativa e imaging superficiale di elementi maggiori e in tracce con massima risoluzione laterale nell’ordine dei micron. Il sistema di ablazione è costituito da un laser a eccimeri (ArF, λ 193 nm) e supportato da una camera ottica. Il campione è collocato in una apposita cella gestita da uno stage-controller a due assi che con precisione micrometrica gestisce il posizionamento dinamico della zona di analisi. Con la cella a disposizione, lo strumento è in grado di alloggiare campioni di dimensione massima 2x10 cm, in forma solida compatta (vetri, film sottili, sezioni sottili, inclusioni in resina, ecc.) non pulverulenta. L’analizzatore (ICP-MS) può determinare con elevata precisione e sensibilità (relativamente alla risoluzione laterale prescelta) la maggior parte degli elementi della tavola periodica, dal Li6, fino al U238, ad esclusione dei gas nobili e gli alogeni. Lo strumento è dotato di un pacchetto software dedicato per il processamento dell’elevata mole di dati acquisiti durante le analisi, particolarmente nella modalità imaging.

Dove: Marghera - VEGA, Ex-Inca, Via delle Industrie 21/8, VegaPark


UHPLC-qTOF Compact Bruker

Lo strumento è dotato di un cromatografo liquido di nuova generazione con auto-campionatore UHPLC accoppiato ad un detector a tempo di volo, in grado di operare in alta risoluzione. Lo strumento è molto versatile e trova applicazione nell'analisi di campioni polari in fase liquida, come ad esempio composti di derivazione biologica come proteine, aminoacidi, acidi grassi, pesticidi e farmaci. Il detector di massa permette di acquisire simultaneamente le masse di diversi analiti in alta risoluzione e, grazie alla possibilità di frammentare i composti, è in grado di identificare in modo univoco i composti incogniti. Il pacchetto software associato a librerie dedicate consente un’accurata analisi dei dati.

Dove: Marghera - VEGA, Ex-Inca, Via delle Industrie 21/8, VegaPark


Informazioni e preventivi

Per richiedere informazioni, disponibilità e preventivi sull'uso della strumentazione scientifica dell'Università Ca' Foscari scrivi a  cis@unive.it.
La strumentazione dell'area archeologica sarà disponibile prossimamente.

Last update: 21/04/2021