BIGGI Maria Ida

Qualifica Professoressa Associata
Telefono 041 234 6235
E-mail biggi@unive.it
Fax 041 234 6210
Web www.unive.it/persone/biggi (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali
Sito web struttura: http://www.unive.it/dip.fbc
Sede: Malcanton Marcorà
Incarichi Delegata del rettore alle Attività teatrali
Rappresentante dell'Ateneo del Comitato Unico di Garanzia

Nel 1983, inizia la collaborazione alla ricerca per la pubblicazione dei cinque volumi I Teatri del Veneto, avvenuta dal 1984 al 1996, con il patrocinio della Regione Veneto.

Nel 1986, cura la mostra Omaggio a Pietro Gonzaga a Longarone (Belluno).

Nel 1992, partecipa al convegno Le parole della musica. Studi in onore di Gianfranco Folena, tenutosi alla Fondazione Giorgio Cini di Venezia, con una relazione dal titolo Teatro, scena e messa in scena, il lessico degli addetti ai lavori , poi pubblicata negli atti.

Dal 1992, Segretario dell'Istituto Internazionale per la Ricerca Teatrale con sede presso Casa Goldoni a Venezia.

Nell'anno accademico 1993-94, tiene lezioni sulla storia della Scenografia al Corso di Storia dello Spettacolo del prof. Carmelo Alberti all'Università Ca' Foscari di Venezia.

Nel 1993, partecipa al convegno Creature di Prometeo Il ballo teatrale, dal divertimento al dramma, Studi offerti a Aurel M. Milloss, tenutosi alla Fondazione Giorgio Cini di Venezia, con una relazione dal titolo La scenografia dei balli teatrali alla Fenice nel primo Ottocento, poi pubblicata negli atti.

Nel 1994, partecipa al convegno La realizzazione scenica dello spettacolo verdiano, organizzato dall'Istituto di studi verdiani di Parma.

Nel 1994, partecipa al convegno dedicato all'Iconografia Musicale tenutosi a Roma, presso la sede storica dell'Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani e nel 1996, partecipa come relatore al secondo convegno di Iconografia Musicale, con una relazione riguardante il rapporto fra la scenografia e l'iconografia musicale, poi pubblicata.

Dall'anno accademico 1994-95, titolare di contratto per il Corso di Storia della Scenografia, presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, Facoltà di Lettere e Filosofia, corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali.

Nel 1995, partecipa come relatore al convegno sull'Acustica teatrale organizzato in occasione del restauro acustico del Teatro Regio di Torino, con una relazione sui trattatisti settecenteschi, riguardante l'acustica nei teatri.

Nel 1996, partecipa al convegno Naturale e artificiale in scena nel secondo Settecento organizzato dall'Istituto Internazionale per la Ricerca Teatrale, presso Casa Goldoni, con una relazione dal titolo Il passaggio dalla scena prospettica alla scena pittorica nei teatri veneziani di fine settecento.

Nell'anno accademico 1995-96, titolare di contratto per il Corso di Storia della Scenografia, presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, Facoltà di Lettere e Filosofia, corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali, con tema La musique des yeux. La scenografia e l'architettura teatrale dalla seconda metà del Settecento al 1850, trattatisti, architetti e scenografi neoclassici.

Dal 1996, responsabile del progetto di ricerca e schedatura di bozzetti scenografici e di figurini ottocenteschi, conservati in Italia, riguardanti opere di Gioacchino Rossini.

Nell'anno accademico 1996-97, titolare di contratto per il Corso di Storia della Scenografia, presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, Facoltà di Lettere e Filosofia, corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali: Il Novecento. La scenografia e l'architettura teatrale, dalle avanguardie d'inizio secolo alle realizzazioni contemporanee.

Nel 1997, fa parte del comitato scientifico che organizza la mostra Opera percorsi nel mondo del melodramma, tenutasi dal dicembre 1997 al marzo 1998, al Palazzo delle Esposizioni di Roma.

Nel 1997, incaricata dalla Fondazione Gaetano Donizetti di Bergamo di partecipare al lavoro di schedatura delle fonti donizettiane e di occuparsi delle fonti iconografiche e della scenografia, fornendo un progetto di Data-base relativo ai dati in questione.

Nel 1997, partecipa al convegno "L'aere è fosco. Il ciel s'imbruna " Arti e musica a Venezia dalla fine della repubblica al congresso di Vienna, tenuto presso la Fondazione Ugo e Olga Levi.

Nell'anno accademico 1997-98, titolare di contratto per il Corso di Storia della Scenografia, presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, Facoltà di Lettere e Filosofia, corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali: Il Novecento. La scenografia e l'architettura teatrale, dalle avanguardie d'inizio secolo alle realizzazioni contemporanee.

Nell'anno accademico 1997-98, tiene una lezione dal titolo L'architettura dei teatri veneti al corso di Dottorato in Composizione Architettonica presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II.

Nel 1998, relatore a convegni donizettiani: nel mese di marzo Donizetti, Parigi e Vienna , organizzato dall'Accademia Nazionale dei Lincei di Roma, con una relazione dal titolo Gli scenografi di Donizetti a Parigi e Vienna e in ottobre al Convegno Internazionale di Studi sulla Drammaturgia delle opere di Gaetano Donizetti, tenuto a Bergamo presso il teatro Donizetti, con una relazione dal titolo, Giuseppe Bertoja scenografo di Donizetti.

Nel giugno 1998, partecipa al convegno Le Arti dell'Allucinazione. Letteratura, arti visive e precinema nell'Ottocento, organizzato dall'Università di Savoia e di Torino, Centre d'etudes Franco-Italiennes e Museo Nazionale del Cinema di Torino.

Nell'anno accademico 1998-99, titolare di contratto per il Corso di Storia della Scenografia, presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, Facoltà di Lettere e Filosofia, corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali con tema L'Ottocento e titolare di contratto per il Corso di Storia dell'Architettura Teatrale, presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, al Diploma Universitario in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo.

Nel novembre 1998, partecipa al Forum Acusticum tenuto a Seattle, come relatore a distanza, trattando il problema acustico affrontato dai vari partecipanti al concorso per la progettazione del Teatro la Fenice nel 1789-90, fornendo il testo per il "Journal of Sound and Vibration on Opera House Acoustics" .

Dalla stagione 1998-99, collabora con il Teatro Regio di Torino, curando l'apparato iconografico dei libretti di sala relativi alle opere realizzate.

Dal 1999, responsabile dell'Archivio Iconografico Teatrale dell'Istituto per le Lettere, Teatro e Melodramma della Fondazione Giorgio Cini di Venezia.

Nell'anno accademico 1999-2000, titolare di contratto per il Corso di Storia della Scenografia, presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, Facoltà di Lettere e Filosofia, corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali, con tema Il percorso dell'invenzione. La scenografia dello spettacolo musicale dalla nascita dell'opera in musica alle realizzazioni odierne. Nell'anno accademico 1997-98, titolare di contratto per il Corso di Storia dell'Architettura teatrale con titolo Lo sviluppo dei parametri acustici nella definizione della tipologia del teatro per l'opera in musica.

Nel 1999 tiene un corso presso l'Accademia Galli Bibiena a Bibbiena (AR) nell'ambito del corso di formazione per giovani lavoratori dello spettacolo e una serie di lezioni, riguardanti la scenografia nell'opera musicale, prsso la Fondazione Gioacchino Rossini a Pesaro.

Nell'ottobre 2000, cura la mostra dedicata a Gianni Polidori scenografo e pittore per conto della Fondazione Eugenio Guglielminetti di Asti e il relativo catalogo.

Nel 2000, cura e coordina il lavoro di preparazione e redazione per gli Indici dei volumi dedicati ai teatri del Veneto, pubblicati dalla Regione Veneto.

Nel maggio del 2000 cura la pubblicazione del volume dedicato al Teatro Malibran in occasione della riapertura.

Nell'anno accademico 2000-2001, titolare di contratto per il Corso di Storia della Scenografia, presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, Facoltà di Lettere e Filosofia, corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali, Le fonti per lo studio della scenografia e la loro schedatura e per la laurea specialistica tiene un corso riguardante i rapporti tra le arti visive e la messa in scena teatrale.

Dalla fine del 2000, fa parte del progetto di ricerca dell'Università di Padova, Facoltà di lettere e Filosofia, dal titolo Opera e cantata nel settecento italiano. Edizioni, repertori e studi con programma locale curato dalla prof. Anna Laura Bellina: Per una edizione critica di Goldoni.

Nell'aprile 2001, partecipa al convegno internazionale La cultura architettonica italiana in Russia da Caterina II ad Alessandro I, con una comunicazione dal titolo "Idée d'un thêatre&" di Pietro Gonzaga .

Nell'anno accademico 2001-2002, titolare di contratto per il Corso Elementi di Scenografia e Scenotecnica, presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, Laurea triennale in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo, e del corso di Storia della Scenografia e dell'Architettura teatrale per la laurea specialistica in Scienze dello Spettacolo e della Produzione multimediale e per la Laurea in Musicologia e Beni Musicali.

Durante il 2001 partecipa alla redazione dell'Atlante del Barocco Italiano, coordinato da Marcello Fagiolo per l'Università la Sapienza di Roma, curando il materiale relativo al Teatro e alla Scenografia in Veneto.

Nel 2001, organizzazione e coordinamento della mostra "Divina Eleonora" Eleonora Duse nella vita e nell'arte, presso la Fondazione Giorgio Cini di Venezia e coordinamento generale del catalogo; organizza anche il relativo convegno di studio dedicato alla figura dell'attrice, tenuto nel dicembre 2001, con la proiezione in versione originale del file Cenere.

Nel gennaio 2002, partecipa al convegno organizzato dalla Fondazione Teatro la Fenice, dedicato all'Olimpiade di Metastasio con una comunicazione relativa alla scenografia nel '700.

L'Istituto di Studi verdiani di Parma, nel 2001, richiede una consulenza per il problema della soggettazione nella schedatura delle scenografie verdiane.

Nel luglio 2002, partecipa al convegno di studi Vivaldi e Ariosto organizzato dal Festival Opera Barga e dall'Istituto Italiano Antonio Vivaldi, con la relazione La scenografia nelle opere di Vivaldi.

Nel settembre 2002, partecipa al congresso della SIBMAS, Associazione delle biblioteca e dei musei di arte dello Spettacolo, tenuto presso la biblioteca del Burcardo di Roma e dedicato all'informatizzazione delle collezioni di spettacolo, con una comunicazione in inglese, dal titolo Le collezioni teatrali e musicali della Fondazione Giorgio Cini di Venezia.

Nell'anno accademico 2002-2003, titolare di contratto per il Corso Elementi di Scenografia e Scenotecnica, presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, Laurea triennale in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo, e del corso di Storia della Scenografia e dell'Architettura teatrale per la laurea specialistica in Scienze dello Spettacolo e della Produzione multimediale e per la Laurea in Musicologia e Beni Musicali.

Nel settembre 2003 partecipa convegno organizzato dall'Università di Valladolid, "La Opera trascendiendo sus proprios limites".

Nel novembre 2003 partecipa al settimo Colloquio di Musicologia del "Saggiatore Musicale" di Bologna avente come soggetto L'informatica all'Opera .

Nel dicembre 2003, cura al Museo Correr di Venezia,una mostra dal titolo Scenografie alla Fenice 1792-1902 e nello steso periodo una mostra dedicata all'allestimento scenico dell'opera di Pirandello e Malipiero La favola del figlio cambiato alla Biennale di Venezia.

Cura l'edizione degli Scritti teatrali di Maria Teresa Muraro , in occasione del primo anniversario della scomparsa, pubblicati da Marsilio Editore in Venezia.

Nel giugno 2004 presenta al convegno Madama Butterfly, organizzato dal Centro Studi Puccini a Lucca, una relazione dal titolo Il teatro nei primi anni del '900.

Partecipa alla progettazione della mostra "Il buono e il cattivo Governo" alla Fondazione G.Cini nel settembre 2004 e cura la sezione dedicata ai libretti d'opera, scrivendo anche un saggio dal titolo La forza della virtù. Appunti per una storia visiva dell'opera veneziana nella seconda metà del Seicento:l'antiporta figurata.

Partecipa al convegno "I costumi del potere" tenutosi a CastelBrando di Cison di Valmarino, nel settembre 2004, con un intervento dal titolo I costumi barocchi di Pier Luigi Pizzi al teatro la Fenice di Venezia, pubblicato negli atti a cura della Regione Veneto nel 2004.

Dal 2003, fa parte del comitato scientifico per la pubblicazione delle disposizioni sceniche per le opere di Puccini, iniziativa intrapresa dal Centro Studi Giacomo Puccini di Lucca.

Nel 2004 fa ricerca presso le biblioteche russe degli scritti di Pietro Gonzaga e si impegna nella traduzione che porterà alla pubblicazione di tutti i testi presso l’editore Olschki di Firenze nel 2006.

Dal gennaio 2005 è assunta come ricercatore presso l'Università Ca Foscari di Venezia e confermata in ruolo dal 2009. Entra quindi a far parte del Collegio Didattico del Corso di Laurea in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Ca’ Foscari di Venezia.

Tiene corsi di Elementi di Scenografia e Scenotecnica, di Storia della Scenografia, Storia della Scenografia e Architettura Teatrale, Elementi di Storia del Teatro Medievale e Rinascimentale e Storia della Regia, Storia della scenografia e della iconografia teatrale per i Corsi di Laurea in Tecniche artistiche e dello spettacolo,in Conservazione e gestione dei beni e delle attività culturali, in Economia e Gestione delle Arti e delle attività culturali, in Musica e arti performative (interateneo con l'Università degli Studi di Padova) e in Storia delle arti e conservazione dei beni artistici.

 Dal 2006 è Direttore del Centro Studi per la Ricerca Documentale sul Teatro e il Melodramma Europeo della Fondazione Giorgio Cini di Venezia. In questa veste ha preparato progetti riguardanti la conservazione e la valorizzazione del fondo Eleonora Duse e del fondo Aurel Milloss, dell'Archivio Iconografico Teatrale e Musicale e della biblioteca di storia dello spettacolo e scenografia, aggiornando quelle presenti relative alla musica e alla danza. 

Nel giugno del 2006, cura la mostra Omaggio a Milloss dedicata al grande coreografo ungherese naturalizzato italiano nel centenario della nascita, tenutasi a Palazzo Cini a Venezia e nella prestigiosa sede dell’Accademia d’Ungheria a Roma.

Dal 2007 è Direttore del Centro Studi per la ricerca documentale per il Teatro e il Melodramma europeo della Fondazione Giorgio Cini, che, dal 2017, diventa Istituto per il Teatro e il Meìelodramma.

Progetta e organizza per l’anno 2008 le manifestazioni per i 150 anni dalla nascita di Eleonora Duse, ottenendo il sostegno della Regione del Veneto.  Negli anni 2006 e 2007 provvede alla preparazione delle celebrazioni, curando la pubblicazione dei copioni annotati di Eleonora Duse in un DVD interattivo intitolato Il laboratorio dell’attrice. Organizza e cura il convegno internazionale Voci e anime, corpi e scritture tenutosi a Venezia, presso l’Università Ca’ Foscari e la Fondazione Giorgio Cini, nell’ottobre 2008. In seguito cura la pubblicazione degli atti nel 2009 per la casa editrice Bulzoni di Roma. Produce, inoltre, una mostra su supporto digitale dal titolo Eleonora Duse e la cultura letteraria europea che viene allestita a Treviso, Vienna, Varsavia e Ankara.

Nel 2010 svolge le ricerche e cura la mostra e il catalogo Eleonora Duse Viaggio intorno al mondo tenutasi a Roma presso il Vittoriano e a Firenze presso il Teatro della Pergola nel 2011. 

Inoltre concorda con Luigi Squarzina la donazione della propria biblioteca al Centro Studi Teatro della Fondazione Giorgio Cini. Nel 2011, dopo la scomparsa del grande regista italiano, si occupa del trasporto della biblioteca integra e nella disposizione in cui il maestro la conservava, curandone la schedatura nel Sistema Biliotecario Nazionale. Nello stesso anno promuove una giornata di studi per rendere noto agli studiosi questa importante donazione. Nell'ottobre del 2012 cura il Convegno Internazionale di studi con tavole rotonde e letture Luigi Squarzina Studioso, Drammaturgo e Regista teatrale. Alla fine del 2013 a Roma presso l'Accademia Nazionale dei Lincei escono gli Atti del Convegno nella serie Atti dei Convegni Lincei 277.

Nel 2011 è Presidente del Comitato Regionale per le celebrazioni del centenario della morte di Pietro Bertoja e cura le ricerche riguardanti la sua produzione artistica confluite nella pubblicazione Pietro Bertoja scenografo e fotografo, Alinari, 2013.

Nel 2012 cura e organizza l'incontro internazionale di studi dedicato alle tematiche relative al costume teatrale Fashioning Opera And Musical Theatre: Stage Costumes From The Late Renaissance To 1900.

Nel 2013 è Presidente del Comitato Regionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Tito Gobbi e ne coordina le ricerche.

Nel 2017 cura la mostra Lyda Borelli priadonna del Novecento a Palazzo Cini, a Venezia.

Le informazioni riportate sono state caricate sul sito dell'Università Ca' Foscari Venezia direttamente dall'utente a cui si riferisce la pagina. La correttezza e veridicità delle informazioni pubblicate sono di esclusiva responsabilità del singolo utente.

Last update: 28/03/2018