DREON Roberta

Qualifica Professoressa Associata
Telefono 041 234 7243
E-mail robdre@unive.it
Fax 041 234 7350
Web www.unive.it/persone/robdre (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali
Sito web struttura: http://www.unive.it/dip.fbc
Sede: Malcanton Marcorà
Incarichi Delegata del Dipartimento per Orientamento e open day

 

Roberta Dreon è Professore Associato di Estetica dal 1 dicembre 2014 presso il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali dell'Università Ca' Foscari di Venezia (Dorsoduro 3484/D, 30123 Venezia), dopo essere stata Ricercatore a Tempo Indeterminato nello stesso settore scientifico disciplinare dal 1 dicembre 2008.

Attualmente insegna Estetica nelle Lauree in Filosofia e in Beni Culturali nonché Ricezione artistica e comunicazione nella Laurea Magistrale in Economia e Gestione delle Arti, ha insegnato anche Philosophical Issues in Contemporary Management nel corso di laurea magistrale in Management e Innovation.

In precedenza è stata Ricercatore a Tempo Indeterminato a Ca' Foscari (dal 1 dicembre 2008), dopo essere stata per vari anni docente a contratto nel settore di Estetica nei corsi di Laurea in Filosofia e in Economia e Gestione delle Arti di Ca' Foscari.

E' nella redazione delle riviste “Filosofia e Teologia”, “Ermeneutica letteraria”, “Venezia Arti” e collabora con lo “European Journal of Pragmatism and American Philosophy”.

Dal 2007 è membro della Società Italiana di Estetica e dal 2008 dell'Associazione Pragma.

Dal 2011 fa parte del collegio di Dottorato di Filosofia e Scienze della Formazione dell'Università Ca' Foscari di Venezia e a partire dal 33° ciclo, nel settembre del 2017, sarà membro del collegio del Dottorato Internazionale istituito da Ca’ Foscari con l'Ecole Departemental en Philosophie di Paris 1.

È responsabile per l'Università Ca' Foscari, Venezia, del Double Degree con l'Università di Valencia per la Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche/Pensamiento Filosofico Contemporaneo, che ha contribuito a istituire dal gennaio 2014.

 

Negli anni 1996/1999 ha conseguito il Dottorato in Filosofia presso l'Università Ca' Foscari di Venezia con un lavoro sui concetti di tempo e di esperienza nella filosofia del primo Heidegger, pubblicato nel 2003 da Franco Angeli con il titolo “Esperienza e tempo. La condizione temporale tra ermeneutica e ontologia nel pensiero di Martin Heidegger”.

Nel biennio 2003/2004 ha ottenuto un Assegno di Ricerca Biennale presso l'Università Ca' Foscari di Venezia sul tema “Ermeneutica, fenomenologia e pragmatismo: dall'ontologia all'estetica”. I suoi interessi si sono rivolti alle connessioni tra linguaggio e sensibilità nelle tradizioni fenomenologiche (in particolare Merleau-Ponty) e pragmatista (con riferimento a John Dewey) e sono giunti al volume pubblicato da Mimesis nel 2007 “Il sentire e la parola. Linguaggio e sensibilità tra filosofie ed estetiche del novecento”.

Successivamente le sue ricerche si sono orientate sull'estetica di Dewey, approdando alla pubblicazione di una monografia nel gennaio 2012 dal titolo “Fuori dalla torre d'avorio. L'estetica inclusiva di John Dewey, oggi”, edita da Marietti, che è stata pubblicata in traduzione francese presso Questions Theoriques nel 2017.

 

I suoi ambiti di interesse principali sono costituiti dal pragmatismo classico e dal dibattito estetico contemporaneo, con particolare attenzione per l'estetica evoluzionistica, nonché per i legami tra le arti e la natura umana, ma continua anche a occuparsi di fenomenologia. Le questioni della sensibilità nelle varie forme affettive e percettive, dei legami con il linguaggio e più in generale dei rapporti tra natura e cultura continuano a essere al centro della sua attenzione. Attualmente sta lavorando al progetto di una antropologia pragmatista incentrata sui temi delle emozioni e della sensibilità, sugli abiti e sull'esperienza linguistica.

 

Dal 2015 con Luigi Perissinotto, Rosa Calcaterra e altri collaboratori ha formato un gruppo di ricerca su Wittgestein e il pragmatismo, con un interesse prevalentemente antropologico.

Dal 2017 è membro di un progetto Prin sui temi della vaghezza e dell’indeterminazione.

 

 

Roberta Dreon is Associate Professor of Aesthetics at the Department of Philosophy and Cultural Heritage of Venice University, Ca’ Foscari (Dorsoduro n. 3484/D, 30123 Venice) since December 2014. Previously she was an open-ended researcher in the same disciplinary field.

At present, she teaches Aesthetics, within the degree courses of Philosophy and Cultural Heritage, as well as in the degree course in Economy and Management of Cultural Production. In the past, she delivered also a course on Philosophical Issues in Contemporary Management in the Laurea Magistrale Innovation and Marketing.

In the previous years, she was a lecturer in the aesthetic field at Ca' Foscari University in the degree courses of Philosophy and Economy and Management of Cultural Production.

She is a member of the editorial and scientific boards of “Filosofia e Teologia” (Philosophy and Theology), “Ermeneutica letteraria” (Literary Hermeneutics), “Venezia Arti” (Arts in Venice) and she cooperates with the “European Journal of Pragmatism and American Philosophy”.

Since 2007 she is a member in the Società Italiana di Estetica (Italian Aesthetics Society) and since 2008 she takes part in the scientific association “Pragma”.

Since 2011 she is a member of the Ph.D. board in Philosophy and Pedagogy at Ca’ Foscari University, Venice. She will maintain her position also on the board of the International Ph.D. in Philosophy, recently established between Ca' Foscari and the Ecole Departmental en Philosophie di Paris 1.

She is the representative for her Departement for a Double Degree in Philosophy, instituted between Ca’ Foscari and the University of Valencia since January 2014.

 

Between 1996 and 1999 she completed a Doctorate (Ph.D.) in Philosophy at the University Ca' Foscari of Venice writing a work on the concepts of time and experience in the philosophy of Heidegger. A volume was published in 2003 by Franco Angeli with the title "Experience and Time. The Temporal Condition between Hermeneutics and Ontology in the Thought of Martin Heidegger”.

Between 2003 and 2004 she was a research fellow at the University Ca' Foscari of Venice and worked on a project on "Hermeneutics, Phenomenology, and Pragmatism: from Ontology to Aesthetics." Her interests turned to the connections between language and sensitivity in phenomenology (especially Merleau-Ponty) and in pragmatism (with reference to John Dewey), and she finally published a book in 2007, whose title is "Feeling and Speech. Language and Sensitivity between Philosophies and Aesthetics of the Twentieth Century” (Mimesis).
In the later years, her research has been focused on Dewey's aesthetics: in January 2012 she published a monograph entitled "Out of the Ivory Tower. The Inclusive Aesthetics of John Dewey, Today", (Marietti), which has been published in French by Questiones Teoriques in 2017.


Her present scientific interests are represented by classical pragmatism and the contemporary aesthetic debate - evolutionary aesthetics and the connections between the arts and human nature are in her field of interests -, but she also maintains her attention for phenomenology. The issues of sensitivity, both in perceptual and affective forms, their connections with language and more generally the relations between nature and culture continue to be at the center of her attention. She is currently working on the project of a pragmatist anthropology focused on the topics of emotions and sensibility, habits and enlanguaged experience.

Since 2015, together with Luigi Perissinotto, Rosa Calcaterra, and others, she established a research group on Wittgenstein and Pragmatism, guided by a prevailing anthropological perspective.

Since 2017 she is a member of a Prin research group on the issues of indeterminacy and vagueness.



 
Le informazioni riportate sono state caricate sul sito dell'Università Ca' Foscari Venezia direttamente dall'utente a cui si riferisce la pagina. La correttezza e veridicità delle informazioni pubblicate sono di esclusiva responsabilità del singolo utente.