ROHR Francesca

Qualifica Professoressa Associata
Telefono 041 234 6347
E-mail rohr@unive.it
gieffra@unive.it - ROHR Francesca
Fax 041 234 6370
Sito web www.unive.it/persone/rohr (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Studi Umanistici
Sito web struttura: https://www.unive.it/dsu
Sede: Malcanton Marcorà
Research Institute Research Institute for Digital and Cultural Heritage
Incarichi Delegata del rettore all’Orientamento

Francesca Rohr is an Associate Professor at the Università Ca’ Foscari Venezia, with first level National Scientific Qualification (10/D1 Ancient History) (2017/11/29).
Since 2002, she has taught at the Università Ca’ Foscari, with BA courses in Roman History and Women in Ancient Rome between literary models and reality; and MA courses in Roman Historiography and the History of Women in the Roman World.
She has been a member of the PhD Council for Inter-University Research in Ancient Sciences (Università di Venezia, Udine, Trieste) since 2003.
She has been a member of the Scientific Committee for the Erga-Logoi Magazine since 2016/01/01; a member of the Collana Cultura Scientific Committee, in the Ancient History division of Edizioni Studium since 2016/12/22; a member of the Conselho Consultivo in the Romanitas Magazine since 2017/05/20; and a member of the Series Libera Re Publica (Zaragoza-Sevilla) Advisory Committee since 2019/09/20.
She is the winner of the 2014 Università Ca’ Foscari Educational Award for her BA course in Roman History and MA course in Roman Historiography (entitled: “Principum uxores”).
Her studies focus on two main areas of interest:
1) The codification of memory in ancient history.
The study delves into how historic memories are elaborated, with reference to the historic assimilation of episodes dating back to the period of the triumvirate and of Augustus’ principality: Nicolaus of Damascus, Velleius Paterculus, Appian and Cassius Dio.
As member of a team, she obtained the fund PRIN 1999: “La rappresentazione dell'età monarchica nella storiografia di epoca tardorepubblicana e di epoca augustea” Coord. A. Fraschetti.
She was tutor of the research grant “La tecnica del 'ritratto politico' tra retorica e memoria storica nelle Historiae di Velleio Patercolo” (Università Ca' Foscari, 2009-2010).

2) The political history in the late republican age as well as in the pre-imperial period.
The study is divided into the following key themes:
a) VIRI MILITARES AND POLITICAL STATEMENT IN THE LATE ROMAN REPUBLIC
The study investigates the processes of renewal of the ruling class during the last century of the republic, in particular it investigates the ascent of homines novi.
The study was designed in the project “La transition République-Empire dans le monde romain” (coord. I. Cogitore; period: 2001-2004), and subsequently in the project Programme UMR 8585 Centre Glotz “Pouvoirs royaux, pouvoir impérial. La construction de l'espace monarchique dans les mondes hellénistique et romain” (coord. I. Savalli-Lestrade; period: 2006-2009).
The study falls within the activities carried out by the national Research Team “Fra repubblica e principato” (coord. R. Cristofoli, A. Galimberti, F. Rohr).
On the subject:
* she organised the following conferences:
- in collaboration with E.M. Ciampini “La lupa sul Nilo. Gaio Cornelio Gallo tra Roma e l’Egitto” (Venice 2013/10/13) (published in 2015 Edizioni Ca’ Foscari)
- in collaboration with T.M. Lucchelli “Forme di rappresentazione e auto rappresentazione dei viri militares a Roma tra repubblica e principato” (Venice 2013/10/14) (published in 2015 Edizioni dell’Università di Trieste).
* she reported by invitation during the following conferences:
-I. Cogitore (ed.) “Passage de la République au Principat”, report: “Marcus Lepidus, protagoniste oublié dans la mémoire historiographique de Velleius Paterculus” (Université Stendhal di Grenoble III 2004/06/03-04)
-B. Delignon-Y. Roman (ed.) “Le poète irrévérencieux”, report: “Gaio Cornelio Gallo tra storia e propaganda” (ENS Lyon, 2007/10/19-20).
She was member of the Jury per la Soutenance di B. Augier, “Homines militares”, Diplôme DOC Lettres & Sciences Humaines, Université Paris Ouest Nanterre La Défense (2016/12/14).
b) THE POLITICAL COMMUNICATION BETWEEN THE ASSASSINATION OF JULIUS CAESAR AND THE BEGINNING OF THE PRINCIPATE
The study focuses on the processes of political communication carried out through epistles, para-institutional offices within the new methods of political debate, now mainly performed through innovative communication channels per scripta, per imagines, per verba.
The study focuses also on the political speeches in the popular contiones and senatorial assembly, and on the adlocutiones, the speeches to the soldiers.
The research falls within the activities of the national Research Team “Fra repubblica e principato” (coord. R. Cristofoli, A. Galimberti, F. Rohr).
On the subject:
*she organised the following conference:
in collaboration with T.M. Lucchelli “Tra repubblica e principato: esperienze di comunicazione politica” (Venice, 2010/12/13)
in collaboration with R. Cristofoli and A. Galimberti “Germanico nel contesto politico di Età Giulio-Claudia:
la figura, il carisma, la memoria” (Perugia, 2019/11/21-22)

*she took part in the following international conference:
I. Cogitore (ed.) “Passage de la République au Principat”, report: “Avances de défection per epistulas: modalités et déroulement” (Université Stendhal-Grenoble III 2002/03/01).
J-P. Guilhembet, P. Montlahuc, R. Laignoux (eds.), “Les pratiques du charisme politique dans l’Antiquité grecque et romaine”, report : “Prima dell'auctoritas: il carisma di Ottaviano e il consenso degli eserciti” (École française de Rome, 2018/01/15-16)

F. Pina Polo (ed.), “The triumviral period: civil war, political crisis and socioeconomic transformations”, report: “Children for the family, children for the state. Regard and tutelage of the offspring during the triumvirate” (Zaragoza, 2019/09/03-05)


* As member of a team, she obtained the fund PRIN 1997: “La dialettica potere-opposizione nel passaggio dalla repubblica al principato” coord. A. Fraschetti.
c) MATRONE IN RE PUBLICA PERITA: WOMEN’S POLITICAL PARTICIPATION BETWEEN THE LATE REPUBLIC ERA AND THE PRINCIPALITY OF AUGUSTUS.
The study benefit from the fund of the Ateneo Ca' Foscari 2012-2014 which was granted for the international project: “Matrone in politica e politica delle matrone. Spazi e modalità dell'azione femminile nella tarda repubblica romana” (coordinator: F. Rohr); this study investigates times and methods of women’s public actions during the crisis of the late republic period, when the unique political situations permitted the political actions of matrons. In this situation, women models were redefined, when the enhancement of the legendary tales from the monarchic and pre-republican age as well as of the native experiences corresponded to a simultaneous downsizing of the exempla of the middle-republican period with defamatory scopes. From the viewpoint of the sequence of events, the acceptance or the refusal of such experimentations made by Augustae is investigated, who were indicated as new models of the High Roman Empire.
The study falls within the activities of the Research Team GIEFFRA (Teame International d’Études sur les Femmes et la Famille dans la Rome antique) coordinated by F. Rohr, F. Cenerini- Università di Bologna, I. Cogitore-Université Grenoble Alpes and F. Chausson-Université de Paris 1 Panthéon-Sorbonne. https://sites.google.com/a/unive.it/gieffra1/
She organised the following conferences, during which she reported:
-in collaboration with R. Cristofoli and A. Galimberti “Lo spazio del non-allineamento a Roma fra Tarda Repubblica e Primo Principato. Forme e figure dell'opposizione politica” (Milano 2013/04/11-12) (published in 2014 by Erma di Bretschneider), report: “La voce e il silenzio: il dissenso delle matrone al tramonto della Repubblica”
-in collaboration with F. Cenerini “Matronae in domo et in re publica agentes. Spazi e occasioni dell’azione femminile nel mondo romano fra tarda repubblica e primo impero” (Venice 2014/10/16-17) (published in 2016 by Edizioni dell’Università di Trieste), report: “Matronae tra tarda repubblica e primo impero: un nuovo profilo al femminile”
-in collaboration with R. Cristofoli, A. Galimberti “Costruire la memoria: uso e abuso della storia fra tarda repubblica e primo principato” (Venice, 2016/01/14-15) (pulished in 2017 by L’Erma di Bretschneider), report: “Protagoniste della memoria, interpreti del passato, artefici del futuro: ‘matronae doctae’ nella tarda repubblica”
She reported during the following conferences:
-G. Cresci Marrone (ed.), “Temi augustei”, report: “Strategie autocensorie e propaganda augustea: la morte di Servilia nel racconto di Velleio” (Venice, 1996/06/05)
-A. Bielman-I. Cogitore-A. Kolb (ed.), “Femmes Influentes”, report: “La ricchezza delle matrone: Ortensia nella dialettica politica al tramonto della repubblica” with T.M. Lucchelli (Grenoble e Lausanne 01/24/2014 and 2014/06/04)
-S. Roda (ed.), “Colloquium Augusteum. Il 'perfetto inganno'. Augusto e la sua politica nel bimillenario della morte”, report: “Simulazioni e dissimulazioni augustee: Giulia Maggiore, una principessa in esilio” (Turin 2014/02/17)
-S. Luciani (ed.), “Auguste en mots. Le princeps au miroir de la littérature”, report: “Le nozze di Augusto tra azione politica e strategie propagandistiche” (Paris 2014/06/26-27)
-R. Baudry-F. Hurlet (ed.), “Le prestige à Rome. Autour de la hiérarchie, de la différenciation et de la reconnaissance sociales entre République et Principat”, report: “Prestigio ‘al femminile’ tra novitas e mos maiorum” (Paris 2014/09/29-30)
-S. Segenni (ed.), “Augusto dopo il bimillenario: un bilancio”, report: “Dopo Ottaviano: la Azia di Augusto” (Milan 2016/11/29-30 – 2016/12/01)
-E. Caliri, M. Casella, L. De Salvo (ed.), “La nuova realtà. Il Principato di Augusto e l’organizzazione del consenso”, report: “Ritratti di famiglia. Storia e memoria nella politica di Augusto” (2017/05/19)
-K. Droß-Krüpe, S. Fink (eds.), “(Selbst-)Darstellung und Wahrnehmung mächtiger Frauen in der antiken Welt”, report: “Domum servavit, lanam fecit. Livia and the rewriting of the female model in the Augustan age” (2019/01/31-2019/02/01)
By invitation, she held a lecture series on the history of Roman women at the University of Grenoble Alpes (2016/11/03-09).
She held various conferences among which:
-at the Université Paris Ouest Nanterre La Défense as part of the École Doctorale Milieux, Cultures et Sociétés du passé et du présent and of the D.E.A. Les Cultures de l'Antiquité Classique: “Julie et le scandale de 2 av. J.-C.” (2008/04/09); “Iunia Secunda: une femme sur la scène politique lors des derniers feux de la République romaine” (2012/05/04);
-as member taking part to the activities of the team ESPRI (Archéologie et Sciences de l’Antiquité, UMR 7041 – CNRS Université Paris I Panthéon Sorbonne; Université Paris Ouest Nanterre La Défense; Ministère de la Culture: “Après Octavien: l’Atia d’Auguste” (2016/12/15).
She was tutor (together with G. Cresci Marrone) of the doctoral thesis “Il partito degli sconfitti: la factio di Agrippina Maggiore all'esordio del principato” (Università Ca’ Foscari, 2009-2012)
She was member of the Jury per la Soutenance of A. Migayrou “Des femmes sur le devant de la scène”, Diplôme Doctorat en Histoire, Université Paris I Panthéon-Sorbonne (2018/03/10).
She was member of the Jury per la Soutenance of F. Caputo “Presenze femminili nell’Epistolario di Cicerone”, Dottorato in Studi Storici, Geografici e Antropologici, Padue University (2018/04/16).
She was member of the Jury per la Soutenance of G. Vettori “Domum Servavit” (La responsabilità economica delle donne romane tra guerre civili e principato. Economia e diritto per una storia di genere)”, Corso Di Dottorato in “Culture d’Europa. Ambiente, Spazi, Storie, Arti, Idee” Trento University (2018/05/30).
She was tutor of the research grant: “Ottavia Minore tra mos maiorum e trasformazione” (Università Ca' Foscari, 2014-2015)
Among various publications, the following ones are in printing:
-“Matronae and politics in Republican Rome” in V. Arena, J. Prag (eds.), “A Companion to the 'Political Culture' of the Roman Republic”, London, Wiley-Blackwell
- “Le donne della domus principis e la legislazione a tutela della famiglia: Augusto e la rivitalizzazione della tradizione aristocratica” in Ph. Le Doze (ed.), Le costume de Prince. Regards sur une figure politique de la Rome ancienne, Rome, École française de Rome

 

 


Francesca Rohr è professore associato presso l’Università Ca’ Foscari. Ha ottenuto l’abilitazione scientifica nazionale (I fascia; 10/D1 Storia antica) (29/11/2017). Insegna presso l’Università Ca’ Foscari dal 2002; è titolare dei corsi di Storia romana; Donne in Roma antica tra modelli letterari e realtà; Storiografia romana sp.; Storia delle donne nel mondo romano sp.
È membro del Collegio docenti del Dottorato di ricerca interateneo in Scienze dell’Antichità (Venezia, Udine, Trieste) dal 2003.
È componente del Comitato Scientifico della Rivista Erga-Logoi dal 01/01/2016; componente del Comitato Scientifico della Collana Cultura, sezione Storia antica delle Edizioni Studium; dal 22/12/2016; componente del Conselho Consultivo della Rivista Romanitas dal 20/05/2017; del Comitato Scientifico della serie monografica Libera Res Publica (LRP), Editorial Universidad de Sevilla-Prensas de la Universidad Zaragoza, (eds. Antonio Caballos Rufino (Universidad de Sevilla), Francisco Pina Polo (Universidad de Zaragoza) e Cristina Rosillo López (Universidad Pablo de Olavide, Sevilla)) dal 20/9/2019.
Ha vinto il Premio alla didattica 2014 dell’Università Ca’ Foscari per i corsi di Storia romana e Storiografia romana sp. (titolo: “Principum uxores”)
I suoi interessi di ricerca riguardano due ambiti tematici:
1) La codificazione della memoria nella storiografia antica.
La ricerca approfondisce le modalità di elaborazione della memoria storica, con riferimento alla ricezione storiografica degli eventi di età triumvirale e del principato augusteo: Nicolao Damasceno, Velleio Patercolo, Appiano e Cassio Dione.
Ha ottenuto (membro di équipe) il finanziamento PRIN 1999: “La rappresentazione dell'età monarchica nella storiografia di epoca tardorepubblicana e di epoca augustea” Coord. A. Fraschetti.
È stata tutor dell’Assegno di Ricerca “La tecnica del 'ritratto politico' tra retorica e memoria storica nelle Historiae di Velleio Patercolo” (Università Ca' Foscari, 2009-2010).
2) La storia politica di età tardo-repubblicana e proto-imperiale.
La ricerca si articola in questi percorsi:
a) SIGNORI DELLA GUERRA E AFFERMAZIONE POLITICA NELLA TARDA REPUBBLICA ROMANA
La ricerca indaga i processi di rinnovamento della classe dirigente nell'ultimo secolo della repubblica e in particolare i percorsi di ascesa degli homines novi.
Lo studio è maturato nell'ambito del progetto “La transition République-Empire dans le monde romain” (coord. I. Cogitore; 2001-2004) e in seguito del Programme UMR 8585 Centre Glotz “Pouvoirs royaux, pouvoir impérial. La construction de l'espace monarchique dans les mondes hellénistique et romain” (coord. I. Savalli-Lestrade; 2006-2009).
La ricerca si inserisce nelle attività del Gruppo di ricerca “Fra repubblica e principato” (coord. R. Cristofoli, A. Galimberti, F. Rohr).
Sul tema
* ha organizzato i convegni:
- in coll. con E.M. Ciampini “La lupa sul Nilo. Gaio Cornelio Gallo tra Roma e l’Egitto” (Venezia 13/10/2013) (pubblicato nel 2015 per Edizioni Ca’ Foscari)
- in coll. con T.M. Lucchelli “Forme di rappresentazione e auto rappresentazione dei viri militares a Roma tra repubblica e principato” (Venezia 14/10/2013) (pubblicato nel 2015 per Edizioni dell’Università di Trieste).
* ha tenuto relazioni su invito ai seguenti convegni:
-I. Cogitore (ed.) “Passage de la République au Principat”, relazione: “Marcus Lepidus, protagoniste oublié dans la mémoire historiographique de Velleius Paterculus” (Université Stendhal di Grenoble III 03-04/06/2004)
-B. Delignon-Y. Roman (ed.) “Le poète irrévérencieux”, relazione: “Gaio Cornelio Gallo tra storia e propaganda” (ENS Lyon, 19-20/10/2007).
È stata membro del Jury per la Soutenance di B. Augier, “Homines militares”, Diplôme DOC Lettres & Sciences Humaines, Université Paris Ouest Nanterre La Défense (14/12/2016).
b) LA COMUNICAZIONE POLITICA TRA CESARIDICIO E ETA’ AUGUSTEA
La ricerca si incentra sui processi di comunicazione politica su supporto epistolare, sede paraistituzionale nell'ambito delle rinnovate modalità del dibattito politico, ora per larga parte affidato a canali comunicativi nuovi per scripta, per imagines, per verba.
Lo studio si concentra anche sui discorsi politici nelle contiones del popolo e nel senato, e sulle adlocutiones ai soldati.
La ricerca si inserisce nelle attività del Gruppo di ricerca nazionale “Fra repubblica e principato” (coord. R. Cristofoli, A. Galimberti, F. Rohr).
Sul tema
*ha organizzato il convegno:
in coll. con T.M. Lucchelli “Tra repubblica e principato: esperienze di comunicazione politica” (Venezia 13/12/2010).
in coll. con R. Cristofoli and A. Galimberti “Germanico nel contesto politico di Età Giulio-Claudia:
la figura, il carisma, la memoria” (Perugia, 21-22/11/2019)

*ha partecipato al convegno internazionale:
I. Cogitore (ed.) “Passage de la République au Principat”, relazione: “Avances de défection per epistulas: modalités et déroulement” (Université Stendhal-Grenoble III 01/03/2002).
J-P. Guilhembet, P. Montlahuc, R. Laignoux (eds.), “Les pratiques du charisme politique dans l’Antiquité grecque et romaine”, relazione: “Prima dell'auctoritas: il carisma di Ottaviano e il consenso degli eserciti” (École française de Rome, 15-16/01/2018).

F. Pina Polo (ed.), “The triumviral period: civil war, political crisis and socioeconomic transformations”, relazione: “Children for the family, children for the state. Regard and tutelage of the offspring during the triumvirate” (Zaragoza, 03-05/09/2019)

* ha ottenuto come membro di équipe il finanziamento PRIN 1997: “La dialettica potere-opposizione nel passaggio dalla repubblica al principato” coord. A. Fraschetti.
c) MATRONA IN RE PUBLICA PERITA: LA PARTECIPAZIONE POLITICA FEMMINILE TRA TARDA REPUBBLICA E PRINCIPATO AUGUSTEO.
La ricerca, che si è giovata del finanziamento dell'Ateneo Ca' Foscari 2012-2014 per il progetto internazionale: “Matrone in politica e politica delle matrone. Spazi e modalità dell'azione femminile nella tarda repubblica romana” (PI: F. Rohr), indaga gli spazi e le modalità dell'azione pubblica femminile nella crisi della tarda repubblica, quando le particolari congiunture politiche consentirono alle matrone occasioni di intervento politico. In questo frangente si ridefinirono i modelli femminili, con una valorizzazione delle leggende di età monarchica e repubblicana e delle esperienze alloctone e con un ridimensionamento degli exempla meso-repubblicani, a fini denigratori. In prospettiva diacronica si indaga l’acquisizione o il rifiuto di tali sperimentazioni da parte delle Augustae, assurte al ruolo di nuovi modelli nell'Alto Impero.
La ricerca si inserisce nelle attività del gruppo di ricerca GIEFFRA (Groupe International d’Études sur les Femmes et la Famille dans la Rome antique) coordinato da F. Rohr, F. Cenerini-Università di Bologna, I. Cogitore-Université Grenoble Alpes e F. Chausson-Université de Paris 1 Panthéon-Sorbonne. https://sites.google.com/a/unive.it/gieffra1/
Ha organizzato i convegni, tenendo una relazione:
-in coll. con R. Cristofoli e A. Galimberti “Lo spazio del non-allineamento a Roma fra Tarda Repubblica e Primo Principato. Forme e figure dell'opposizione politica” (Milano 11-12/04/2013) (pubblicato nel 2014 presso L’Erma di Bretschneider), relazione: “La voce e il silenzio: il dissenso delle matrone al tramonto della Repubblica”
-in coll. con F. Cenerini “Matronae in domo et in re publica agentes. Spazi e occasioni dell’azione femminile nel mondo romano fra tarda repubblica e primo impero” (Venezia 16-17/10/2014) (pubblicato nel 2016 presso le Edizioni dell’Università di Trieste), relazione: “Matronae tra tarda repubblica e primo impero: un nuovo profilo al femminile”
-in coll. con R. Cristofoli, A. Galimberti “Costruire la memoria: uso e abuso della storia fra tarda repubblica e primo principato” (Venezia, 14-15/01/2016) (pubblicato nel 2017 presso L’Erma di Bretschneider), relazione: “Protagoniste della memoria, interpreti del passato, artefici del futuro: ‘matronae doctae’ nella tarda repubblica”
Ha tenuto relazioni ai seguenti convegni:
-G. Cresci Marrone (ed.), “Temi augustei”, relazione: “Strategie autocensorie e propaganda augustea: la morte di Servilia nel racconto di Velleio” (Venezia 05/06/1996)
-A. Bielman-I. Cogitore-A. Kolb (ed.), “Femmes Influentes”, relazione: “La ricchezza delle matrone: Ortensia nella dialettica politica al tramonto della repubblica” con T.M. Lucchelli
(Grenoble e Lausanne 24/01 e 04/06/2014)
-S. Roda (ed.), “Colloquium Augusteum. Il 'perfetto inganno'. Augusto e la sua politica nel bimillenario della morte”, relazione: “Simulazioni e dissimulazioni augustee: Giulia Maggiore,
una principessa in esilio” (Torino 27/02/2014)
-S. Luciani (ed.), “Auguste en mots. Le princeps au miroir de la littérature”, relazione: “Le nozze di Augusto tra azione politica e strategie propagandistiche” (Paris 26-27/06/2014)
-R. Baudry-F. Hurlet (ed.), “Le prestige à Rome. Autour de la hiérarchie, de la différenciation et de la reconnaissance sociales entre République et Principat”, relazione: “Prestigio ‘al femminile’ tra novitas e mos maiorum” (Paris 29-30/09/2014)
-S. Segenni (ed.), “Augusto dopo il bimillenario: un bilancio”, relazione: “Dopo Ottaviano: la Azia di Augusto” (Milano 29-30/11-01/12/2016)
-E. Caliri, M. Casella, L. De Salvo (ed.), “La nuova realtà. Il Principato di Augusto e l’organizzazione del consenso”, relazione: “Ritratti di famiglia. Storia e memoria nella politica di Augusto” (19/05/2017)
-K. Droß-Krüpe, S. Fink (eds.), “(Selbst-)Darstellung und Wahrnehmung mächtiger Frauen in der antiken Welt”, report: “Domum servavit, lanam fecit. Livia and the rewriting of the female model in the Augustan age” (31/01/2019/- 01/02/2019)
Su questo tema ha tenuto, su invito, un ciclo di lezioni sulla storia delle donne romane presso l’Università Grenoble Alpes (03-09/11/2016)
Ha tenuto una serie di conferenze tra cui:
-presso l'Université Paris Ouest Nanterre La Défense nell'ambito dell'École Doctorale Milieux, Cultures et Sociétés du passé et du présent e del D.E.A. Les Cultures de l'Antiquité Classique: “Julie et le scandale de 2 av. J.-C.” (09/04/2008); “Iunia Secunda: une femme sur la scène politique lors des derniers feux de la République romaine” (04/05/2012);
-nell'ambito delle attività dell’équipe ESPRI (Archéologie et Sciences de l’Antiquité, UMR 7041 – CNRS Université Paris I Panthéon Sorbonne; Université Paris Ouest Nanterre La Défense; Ministère de la Culture: “Après Octavien: l’Atia d’Auguste” (15/12/2016).
È stata tutor (con G. Cresci Marrone) della tesi di dottorato “Il partito degli sconfitti: la factio di Agrippina Maggiore all'esordio del principato” (Università Ca’ Foscari, 2009-2012).
È stata membro del Jury per la Soutenance di A. Migayrou “Des femmes sur le devant de la scène”, Diplôme Doctorat en Histoire, Université Paris I Panthéon-Sorbonne (10/03/2018); è stata membro della commissione di uscita per la tesi di dottorato di F. Caputo “Presenze femminili nell’Epistolario di Cicerone”, Dottorato in Studi Storici, Geografici e Antropologici, Università di Padova (16/04/2018); è stata membro della commissione di uscita per la tesi di dottorato di G. Vettori “Domum Servavit” (La responsabilità economica delle donne romane tra guerre civili e principato. Economia e diritto per una storia di genere)”, Corso Di Dottorato in “Culture d’Europa. Ambiente, Spazi, Storie, Arti, Idee” Università di Trento (30/05/2018).
È stata tutor dell'Assegno di Ricerca: “Ottavia Minore tra mos maiorum e trasformazione” (Università Ca' Foscari, 2014-2015)
Nell’anno 2018 ha ottenuto il finanziamento biennale del MIUR Finanziamento Annuale individuale delle Attività Base di Ricerca.

Pubblicazioni: https://www.unive.it/data/persone/5593031/pubb_anno

Attività di Public History

Conferenze
* 2005 Bassano Del Grappa: Associazione Dialogos, Progetto “Donne in guerra”; relazione: “Fulvia dux femina. La moglie di Marco Antonio tra realtà e (anti)modello”.
*2010 Feltre: Fondazione Cariverona-Ufficio Scolastico Regionale del Veneto; relazione: “Una città romana tra istituzioni e vita quotidiana: Passeggiata virtuale a Pompei”.
* 2014 Pordenone: Associazione Italiana di Cultura Classica, Delegazione di Pordenone, “Progetto Roma antica: una società clientelare tra affarismi, corruzioni, processi”; relazione: “Corrotti e corruttori. La politica di Fulvia e dei suoi mariti”.
* 2015 Venezia: Liceo Marco Foscarini, progetto “La professione dell’archeologo”; relazione: “La voce del potere: comunicare per imagines nella Roma di Augusto”.
* 2016 Venezia: Scuola Navale Militare Francesco Morosini; relazione: “Xenia: stranieri in Roma antica tra accoglienza e assimilazione”.
* 2017 Treviso: Certamen di latino Ludi Canoviani: lezione pubblica: “‘Cittadine’ di Roma antica”.
* 2017 Treviso: Associazione Italiana di Cultura Classica; relazione: “La voce e il silenzio: matrone in politica al tramonto della Repubblica”

Giornate di studio: organizzazione e partecipazione come relatore
* 2006/2007 Vittorio Veneto: in coll. con A. Camerotto, progetto dell'Associazione Italiana di Cultura Classica, Ciclo di Conferenze "Il cammino delle Idee”.
* 2007/2008-2012/2013 Provincia di Venezia: “Intrecci. La ricerca in aula", Associazione Italiana di Cultura Classica.
* 2009/2010 Venezia: in coll. con A. Camerotto, Associazione Italiana di Cultura Classica, Giornata di Studio "Paideia/Humanitas. I Classici per la scuola dell'Europa".
* 2009/2010 Venezia: in coll. con A. Camerotto, Associazione Italiana di Cultura Classica, Giornata di Studio "Potere e rappresentazione. Immagini e parole del potere nel mondo antico".
* 2010/2011 Venezia-Mirano-Torcello-Altino: in coll. con P. Solinas, progetto dell'Associazione Italiana di Cultura Classica "Venetia prima di Venezia. Le genti, il territorio e le città tra Paleoveneti, Romani e Bizantini"
* 2012 Torino: Ufficio Scolastico Regionale Piemonte, Direzione Generale, "Colloquium Augusteum”; relazione: "Pax Augusta: uno slogan dai molti significati".
* 2011/2012 Venezia: in coll. con T.M. Lucchelli, progetto dell'Associazione Italiana di Cultura Classica Ciclo di conferenze "Guerra e pace nel Mediterraneo antico".
* 2012/2013 Venezia: in coll. con R. Drusi, progetto dell'Associazione Italiana di Cultura Classica Ciclo di conferenze “Spiriti Magni”.

* 2014 Torino: Ufficio Scolastico Regionale Piemonte, Direzione Generale, “Colloquium Augusteum. Il 'perfetto inganno'. Augusto e la sua politica nel bimillenario della morte”; relazione: “Simulazioni e dissimulazioni augustee: Giulia Maggiore, una principessa in esilio”.
* 2014/2015 Venezia: in coll. con A.M. Costantini, progetto dell'Associazione Italiana di Cultura Classica, Giornate di Studio “Donne e potere”; relazione: Moglie di Marco Antonio: Fulvia tra novitas e mos maiorum.
* 2016 Treviso: Liceo Canova Treviso - AMA-Centro di Antropologia del Mondo Antico, Università di Siena, “Civis Romanus sum”, relazione “Civitas recepta, civitas data. Riflessioni sulla gestione di un privilegio”.
* 2017 Treviso: Liceo Da Vinci, “Mulieres. Suggestioni e buone pratiche sulla lingua e sulla cultura latina comparate”; relazione: “Matres familias: maternità e politica nella Roma tardo repubblicana”.
*2019-2020: coordinamento del Progetto “Donne (stra)ordinarie”, con il patrocinio del comune di Mirano e la partnership della Scuola Navale Militare F. Morosini (Venezia); Liceo Bruno-Franchetti (Mestre); Liceo Benedetti-Tommaseo (Venezia); Liceo Majorana-Corner (Mirano)