SCARSELLA Alessandro

LETTERATURE COMPARATE - Classe 1 [LT1240] VENEZIA (168565): La lez. 8 ottobre non avrà luogo

Pubblicato il 06/10/2019

La lez. dell’8 ottobre non avrà luogo

Prossima lezione:

1) Mar 15/10/2019 14:00-15:30   AULA 3    Rio Nuovo                        

LETTERATURE COMPARATE - Classe 1 [LT1240] VENEZIA (168565): Riepilogo lezione del 1 ottobre

Pubblicato il 06/10/2019

Nella prima parte della lezione il docente affronta il concetto freudiano di unheimlich (= non familiare) tradotto in italia come “perturbante”, inteso come qualcosa che non solo risulta insolito, ma anche inquieta e spaventa. Freud riconduce l’effetto perturbante a due tipi di contenuti rimossi nell’inconscio che vengono portati improvvisamente alla luce: traumi e malesseri individuali, generalmente risalenti all’infanzia; temi e motivi dell’inconscio collettivo (per esempio paura di malattie sociali, della bomba atomica, degli alieni; oppure antiche credenze nel soprannatural presenti nel mito, nella letteratura e nell’immaginario collettivo). Nella seconda parte della lezione il docente affronta la definizione di genere letterario sostantivo e genere letterario aggettivo; fantastico e comico sono generi “aggettivo” non corrispondenti a modelli storici precisi come tragico : tragedia greca, teatro elisabettiano; epico = epos omerico, poema cavalleresco per es., ma affiorano come modi trasversali presenti nei letterari di ogni epoca e di ogni letteratura. NB. Il docente nelle successive lezioni indicherà tuttavia nella stagione del racconto fantastico, prima e dopo la data del 1830, la configurazione di un genere “sostantivo”. La nascita del genere “fantastico” come aggettivo sostantivato nel 1311 (Raimondo Lullo), sancisce un mutamento culturale epocale e nuovi orizzonti estetici, sebbene attinga un sistema di conoscenze di “lunga durata”, tra misticismo e aristotelismo Phantasticus” come tipo umano in cui la fantasia prevale sulle facoltà sensoriale e intellettuali, rasentando la follia ma obbendendo a una ragione alternativa (DMF, pp. 41-45). Il docente ha caricato su Moodle files e materiali didattici di base, consigliati per un miglior orientamento nella terminologia e nelle questioni essenziali del corso. Si raccomanda per la lezione del 15 ottobre la lettura da parte di tutti del racconto L’uomo di sabbia di E.T.A. Hoffmann (1815), reperibile in traduzione online

La lez.  dell’8 ottobre non avrà luogo

Prossima lezione:

1) Mar 15/10/2019 14:00-15:30   AULA 3    Rio Nuovo               SCARSELLA Alessandro          

LETTERATURE COMPARATE - Classe 1 [LT1240] VENEZIA (168565): Gruppo di studio "La crisi della ragione" e su L'emigrazione degli intellettuali

Pubblicato il 06/10/2019

Si comunica che la quinta riunione del gruppo di studio sulla "Crisi della ragione" avrà luogo martedì 15 ottobre a Ca' Bottacin aula B h 15:45. Si invitano a partecipare anche studenti finora non presenti al gruppo, ma interessati (autori finora affrontati: Hesse, Adorno, Horkheimer, Pollock). Si ricorda che, secondo gli auspici del docente, la partecipazione facoltativa ma attiva dello studente ai gruppi di studio, dà diritto all'esonero dalla prova scritta, anch'essa facoltativa, che avrà luogo a fine modulo in dicembre. 

LETTERATURE COMPARATE - Classe 1 [LT1240] VENEZIA (168565): Riepilogo Lezione 24 settembre

Pubblicato il 29/09/2019

Il docente prende spunto dalla domanda di una studentessa sul romanzo gotico, se esso appartiene alla letteratura fantastico e se è genere storicamente determinato. La risposta è sì entrambi i casi: il gothic romance rientra nell’ambito della letteratura fantastica nella misura in cui si fa interprete della crisi della ragione, proponendosi come una forma nuova di romanzo e un paradigma riconoscibile nell’immaginario sociale. Storicamente va compreso nel periodo 1864-1818, anno in cui Mary Shelley pubblica il Frankenstein. L’ambiguità nei confronti della dimensione del fantastico e della sua trasgressività assume con il razionalismo di Cartesio e con l’Illuminismo un’accezione negativa e confinata nell’ambito delle superstizioni religiose; per questo Horace Walpole nasconde le sue intenzioni estetiche dietro una critica alla Chiesa, in verità fondando il romanzo gothic: The Castle of Otranto (1764), M.G. Lewis, The Monk (1796), A. Radcliffe, The Italian, or The Confessional of the Black Penitents (1797), e The Mysteries of Udolpho(1797), ne sono i testi più rappresentativi. Il docente si sofferma sul concetto di immaginario sociale, sottolineando le correlazioni della produzione letteraria con l’attività dell’inconscio individuale e collettivo. Il concetto freudiano di rimozione concerne sia traumi e frustrazioni collettive, sia dinamiche relative alla conservazione al livello inconscio di credenze religiose e miti considerati superati nel quadro della modernizzazione e secolarizzazione della società a partire dall’età dell’Illuminismo. Il riferimento al mito induce il docente a delineare la progressiva trasmissione-rielaborazione di temi e motivi dalle forme semplici, e considerate di base per ogni letteratura = mito, fiaba, leggenda, indovinello, motto di spirito, detto memorabile, proverbio profezia, alle strutture più complesse del genere epico, della tragedia, del romanzo. L’errore che occorre evitare è considerare i vari generi e modi letterari come fenomeni assoluti. Al contrario l’ibridazione tra essi determina lo sviluppo della scrittura letteraria. Il lettore stesso sembra voler richiedere questa incessante contaminazione di elementi anche se non sempre ha la preparazione per riconoscere la sostanziale qualità di un testo e le sue finalità. E’ quello che avviene quando un lettore naif e senza esperienza non percepisce il carattere finzionale della letteratura e perfino dei racconti fantastici o del cinema horror; cfr. DMF pp. 23-40 (ma la lettura di questo capitolo è solo facoltativa). L’effetto di paura che si è per lungo tempo attribuito al fantastico (“storie di paura”, weird tales” ecc.) è stato contestato da Todorov che ha ritenuto piuttosto l’inquietudine e il dubbio la sua dimensione più genuina.

Il docente ha caricato su Moodle files e materiali didattici di base, consigliati per un miglior orientamento nella terminologia e nelle questioni essenziali del corso.

LETTERATURE COMPARATE - Classe 1 [LT1240] VENEZIA (168565): Credito di Sostenibilità

Pubblicato il 27/09/2019

CONFERIMENTO DI UN CREDITO PER L’INSEGNAMENTO COMPETENZE DI SOSTENIBILITÀ

Gli studenti interessanti che si iscriveranno all’attività sostenibile Orto in Campus    https://www.unive.it/pag/17737/  comunicando all’indirizzo  ortoincampus@unive.it, riceveranno un credito sopranumerario, per la cui registrazione occorrerà inserire nel proprio piano di studi l’insegnamento: COMPETENZE DI SOSTENIBILITA' [AT0001]

Non è previsto altro adempimento.

Questa pomozione didattica è finalizzata ad attirare la comune attenzione su comportamenti sostenibili nel contesto delle strategie di tutela e salvaguardia dell’ambiente. Per ulteriori informazioni rivolgersi al docente.

segui il feed