BURINI Silvia

Position Associate Professor
Telephone C.S.A.R.: 041 234 6223 / 041 234 6227
E-mail siburini@unive.it
csar@unive.it - Centro Studi sulle Arti della Russia
Fax 041 234 6210
Website www.unive.it/persone/siburini (personal record)
Office Department of Philosophy and Cultural Heritage
Sito web struttura: http://www.unive.it/dep.fbc
Where: Malcanton Marcorà
Office Centro Studi sulle Arti della Russia (CSAR)
Where: Malcanton Marcorà
Research Institute Research Institute for Digital and Cultural Heritage
Incarichi Delegata del Dipartimento per comunicazione, terza missione ed eventi

Silvia Burini, professore associato, dirige il Centro Studi sulle Arti della Russia CSAR dell'Università Ca' Foscari Venezia dove insegna Storia dell'arte russa e Storia comparata dell'arte contemporanea. Dal 2017 è delegata alla Terza missione, comunicazione, eventi del Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali. Dal 2018 è vice-coordinatore del Dottorato Internazionale in Storia delle Arti.  È inoltre tutor di tesi di dottorato internazionali di storia dell’arte  (in Russia e in Spagna) e di progetti post-doc (in Francia). Dal 2019 dirige la sezione "Contemporaneo" della rivista del Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali "Venezia Arti". Nel 2019 ha ideato e dirige la Summer school “Contemporary art and curatorship: from documenta to the Biennale" all'interno della SIE, School of International Education dell’Università Ca’ Foscari. È stata Prorettore alle Produzioni Culturali e ai Rapporti con le Istituzioni Scientifiche e Culturali dell’Università Ca’ Foscari Venezia dal 2011 al 2014 e membro, negli stessi anni, del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Bevilacqua la Masa (Venezia). Fa parte del comitato scientifico Cyberfest – International Cyber Art Festival (San Pietroburgo). È stato membro dell'Expert Committee of Innovation Prize – All Russian contemporary art competition, Moscow, organizzato dal National Centre of Contemporary Art (Mosca). È membro di SHERA, the Society of East European, Eurasian and Russian Art and Architecture. È membro dell’Expert Committee del premio Russkij Rim (Roma russa). Nel 2010 ha ideato Art Night Venezia, di cui è tuttora direttore scientifico. Nel 2014 è stata insignita dal presidente della Federazione Russa dell’alta onorificenza “medaglia Puškin” per il suo apporto alla diffusione della cultura e dell'arte russa. Dal 2014 è membro onorario dell'Accademia delle Arti della Russia. Nel 2002 ha vinto il Premio internazionale arte e letteratura Sergio Polillo all’Accademia Carrara (Bergamo), nel 2011 il premio speciale della Fondazione Konchalovsky di Mosca per il suo apporto nello studio delle arti figurative e nel 2018 il premio Russkij Rim a Roma per la diffusione dell'arte russa in Italia.

Laureata all'Università di Bergamo con una tesi in Storia dell'arte russa, ha conseguito il dottorato in Letterature Slave Comparate, presso l'Università degli Studi di Milano, discutendo una tesi sul pittore russo-armeno Georgij Jakulov. Ha ottenuto una borsa biennale di post dottorato all'università di Genova. Ha seguito corsi di specializzazione in storia dell'arte e semiotica a Mosca, Tartu e San Pietroburgo. Ha usufruito di borse di studio alle università di Varsavia e di Harvard. I suoi interessi di ricerca vertono sulle arti figurative in ambito russo e sull’arte contemporanea internazionale. Si è interessata anche dello studio comparato fra sistemi artistici (pittura e letteratura). Si occupa di semiotica della cultura e delle arti figurative (con particolare riferimento all’opera di Jurij Lotman, di cui è anche traduttrice). Studiosa di Avanguardia russa degli anni Dieci e Venti, ha dilatato i suoi ambiti di ricerca a un più vasto contesto di arte contemporanea. Negli ultimi anni ha approfondito temi di Realismo Socialista nelle arti figurative, l'underground moscovita degli anni Sessanta e Settanta e si è inoltre occupata di alcuni protagonisti della scena artistica contemporanea. In questi anni ha curato numerosi progetti di artisti contemporanei russi, tra cui  Dmitrij Prigov, AES+F , Valerij Koshljakov, Aleksandr Ponomarev e Grisha Bruskin (al quale ha dedicato una recente monografia) e italiani, tra cui Cristina Finucci, Francesca Montinaro, Marco Nereo Rotelli, Sissi, Nico Vascellari e Fabrizio Plessi. Ha curato più di cinquanta mostre di pittura russa di vari periodi tra le quali alcune importanti esposizioni dedicate a Vasilij Kandinskij, Aleksandr Rodčenko e all'Avanguardia russa. Ha inoltre curato mostre e progetti di artisti italiani contemporanei. È stata curatrice del Padiglione Nazionale della Federazione russa alla Biennale del 2017.  Ha ideato molti eventi legati al cinema russo tra cui il festival "Ruskino" a Venezia. Ha partecipato a importanti convegni internazionali, alcuni da lei organizzati.  Si interessa inoltre di didattica museale, ha ideato e dirige per Ca’ Foscari il laboratorio Ca’rte Lab e coordina un progetto internazionale legato a questa tematica. Dirige la collana la Prospettiva rovesciata/ Obratnaja Perspektiva per le  Edizioni Ca' Foscari, co-dirige con Giuseppe Barbieri la collana di cataloghi di mostre Obraz, per la casa editrice Antiga. Fa parte del gruppo di ricerca CART (Contemporary art research team), che ha ideato e dirige a Ca’ Foscari. Partecipa, come responsabile per l'area russa, alla realizzazione della nuova enciclopedia dell'arte contemporanee Treccani. Attualmente è stata richiesta di progettare un ampio volume sulla Storia dell’arte russa per la casa editrice Einaudi.

Silvia Burini

Associate Professor, Director of the Centre of Studies of Russian Art (CSAR) at Ca’ Foscari University in Venice, Curator, International Researcher of Russian and Contemporary Art, Public Figure

 

Silvia Burini, is Director of the Centre of Studies of Russian Art (CSAR) at Ca’ Foscari University in Venice, where she is also a professor of History of Russian Art and Contemporary Art. Since 2017 she is in charge for the Third Mission, communication and events of the Department of Philosophy and Cultural Heritage. Since 2018 she is Vice Coordinator of the International PhD program in History of Arts and tutor for International Doctoral Theses in Art History (in Russia and in Spain) and for post-doc projects (in France). Since 2019 Silvia Burini leads the "Contemporaneo" section for the Department of Philosophy and Cultural Heritage’s magazine "Venezia Arti". In 2019 she conceived and leads the Summer school “Contemporary art and curatorship: from documenta to the Biennale” under SIE, School of International Education of Ca’ Foscari University. She has been Vice President for the Cultural productions and Relations with the Scientific and Cultural Institutions at Ca’ Foscari University from 2011-2014 and, in those same years, she has been member of the Board of “Fondazione Bevilacqua la Masa” in Venice. She is on the scientific committee of “Cyberfest – International Cyber Art Festival” in Saint Petersburg and she has been a member of the Expert Committee for the “Innovation Prize – All Russian Contemporary Art Competition”, organized by the National Centre of Contemporary Art in Moscow. She is a member of SHERA, the Society of Historians of East Europeans, Eurasian and Russian Art and Architecture. Silvia Burini is a member of the Expert Committee for the Russky Rim award (Russian Rome). In 2010 she created “Art Night Venezia” of which she is still the Scientific Director. In 2014 she was awarded the Pushkin medal by President Vladimir Putin for her contribution towards spreading Russian culture and art. Since 2014 she is an honorary member of the Russian Academy of Arts. In 2002 she received the “Premio internazionale arte e letteratura Sergio Polillo” from Accademia Carrara (Bergamo), in 2011 she was awarded the special prize from “Konchalovsky Foundation” (Moscow) and in 2018 she was awarded the Russky Rim prize in Rome for the promotion of Russian Art in Italy.

 

Silvia Burini graduated at the University of Bergamo with a thesis in Russian Art History and earned her Ph.D. in Comparative Slavic Culture at University of Milan with a thesis on the Russian-Armenian painter Georgy Yakulov. She won a postdoctoral specialization at the University of Genoa. She further specialized in semiotics and art history in Moscow, Tartu and Saint Petersburg. She received grants from the University of Warsaw and the Harvard University. Her research interests focus on Russian figurative arts and on International Contemporary Art. She has also dedicated her activity to the comparative study of artistic systems (painting and literature). She deals with the study of semiotics of culture and of visual arts (with reference to Yuri Lotman’s texts, which she also translated). As a researcher of the Russian Avant-garde of the 10s and 20s, she has expanded her field of interests to the wider context of contemporary art. In recent years she has deepened the themes of Socialist Realism in figurative arts, the Muscovite underground of the 60s and 70s and she has also worked with some protagonists of the contemporary art scene. Silvia Burini has curated over the years numerous projects by contemporary Russian artists, including Dmitry Prigov, AES + F, Valery Koshlyakov, Aleksandr Ponomarev and Grisha Bruskin (to whom she dedicated a recent monograph) and Italian artists, including Cristina Finucci, Francesca Montinaro, Marco Nereo Rotelli, Sissi, Nico Vascellari and Fabrizio Plessi.

She curated more than fifty exhibitions of Russian Art of various periods, including some important exhibitions dedicated to Vasily Kandinsky, Aleksandr Rodchenko and the Russian Avant-garde. She was the curator of the National Pavilion of the Russian Federation at the Venice Art Biennale in 2017. She conceived many events related to Russian cinema, including the “Ruskino” festival in Venice. She participated in important International Conferences, some of which she herself organized. Silvia Burini is also interested in museum education, she conceived and leads Ca’rte Lab for Ca’ Foscari and coordinates an international project related to this topic. She runs the series “La prospettiva rovesciata / Obratnaja Perspektiva” for Edizioni Ca’ Foscari and, together with Giuseppe Barbieri, she runs the series of Obraz Exhibition Catalogs for Antiga Publishing House. She is a member of the research group CART (Contemporary Art Research Team), which she conceived and directs at Ca’ Foscari. As a person in charge for the Russian area, she took a part in the creation of the New Encyclopaedia of Contemporary Art Treccani. Currently she has been requested to oversee a large volume on the History of Russian Art for the Einaudi Publishing House.

 

 

Сильвия Бурини

 

 

Профессор, директор Центра изучения культуры России (CSAR) Университета Ка’ Фоскари в Венеции, куратор, исследователь русского и современного искусства, общественный деятель

 

Сильвия Бурини, директор Центра изучения культуры России (CSAR) в Университете Ка Фоскари в Венеции, где она также является профессором истории русского и современного искусства. С 2017 года отвечает за «Третью миссию» - коммуникации и мероприятия Департамента философии и культурного наследия. С 2018 года она является заместителем координатора международной аспирантской программы по Истории искусств и наставником международных докторских диссертаций по истории искусств (в России и в Испании), а также исследовательских проектов (во Франции). С 2019 года Сильвия Бурини возглавляет секцию "Contemporaneo" журнала Департамента Философии и Культурного Наследия "Venezia Arti". В 2019 году она создала и руководила Летней школой «Современное искусство и кураторство: от Документы до Биеннале» при SIE, Школе международного образования Университета Ка’ Фоскари. Бурини была вице-президентом по связям с различными научными и культурными учреждениями в Университете Ка’ Фоскари с 2011 по 2014 год, в те же годы она была членом совета «Fondazione Bevilacqua la Masa» в Венеции. Входит в научный комитет «Cyberfest - Международный фестиваль медиа-искусства» в Санкт-Петербурге и является членом Экспертного комитета премии Инновация - Всероссийского конкурса современного искусства, организованного Государственным центром современного искусства (Москва). Сильвия Бурини является членом SHERA, Общества историков восточноевропейского, евразийского и русского искусства и архитектуры и членом Экспертного комитета премии «Русский Рим». В 2010 году она создала фестиваль «Art Night Venezia», научным руководителем которой она до сих пор является. В 2014 году Сильвия Бурини была награждена президентом Владимиром  Путиным Медалью Пушкина за вклад в развитие российской культуры и искусства. С 2014 года она является почетным членом Российской академии художеств. В 2002 году получила «Premio internazionale arte e letteratura Sergio Polillo» от Академии Каррара (Бергамо), в 2011 году была удостоена специального приза от «Фонда Кончаловского» (Москва), а в 2018 году была лауреат премии «Русский Рим» за продвижение русского искусства в Италии.

 

Сильвия Бурини окончила Университет Бергамо по специальности История русского искусства и получила докторскую степень по русской филологии  в Миланском университете с диссертацией на тему творчества русско-армянского художника Георгия Якулова. Она получила исследовательский грант в Университете Генуи. В дальнейшем она специализировалась на семиотике и истории искусств, работала в Москве, Тарту и Санкт-Петербурге. Бурини получала гранты от Варшавского и Гарвардского университетов. Ее научные интересы сосредоточены на русском искусстве и международном современном искусстве. В круг научных интересов профессора Бурини также входят сравнительное изучение художественных систем (живопись и литература), семиотики культуры и изобразительного искусства и интеллектуальное наследие Юрия Лотмана, работы которого она также переводила на итальянский язык.

 

Сильвия Бурини на протяжении многих лет курировала многочисленные проекты современных русских художников, в том числе Дмитрия Пригова, AES + F, Валерия Кошлякова, Александра Пономарева и Гриши Брускина (которому она посвятила недавнюю монографию) и итальянских художников, в том числе Кристины Финуччи, Франчески Монтинаро, Марко Нерео Ротелли, Сисси, Нико Вацеллари и Фабрицио Плесси и несколько грандиозных выставок, посвященных Василию Кандинскому, Александру Родченко и представителям русскому авангарда.  Она была куратором Национального павильона России на Венецианской биеннале в 2017 году. Бурини была идеологом множества событий, связанных с российским кинематографом, в том числе фестиваля «Рускино» в Венеции. Участвовала в важных международных конференциях, некоторые из которых сама организовала. Сильвия Бурини также интересуется музейным образованием, она создала и возглавляет лабораторию Ca’rte и координирует международный проект, связанный с этим проектом. Она руководит серией «La prospettiva rovesciata / Obratnaja Perspektiva» для издательского дома Edizioni Ca 'Foscari и вместе с Джузеппе Барбьери руководит серией выставочных каталогов «Образ» для издательства «Антига». Бурини является членом исследовательской группы CART (Research Art Team) в Университете Ка'Фоскари. Как человек, известный своей деятельностью в сфере продвижения российской культуры в Италии, она принимала участие в создании Новой энциклопедии современного искусства Treccani, а также в настоящее время руководит работой над большим изданием по истории русского искусства в издательстве Эйнауди.

 

CURRICULUM DETTAGLIATO

 

RICERCA

PERCORSO PROFESSIONALE

Riconoscimenti, nomine, premi e fellowship/membership:

2019, febbraio: nominata co-direttore per la sezione “Contemporaneo” della rivista “Venezia Arti”.

2019, gennaio: ha ideato e dirige la Summer school all'interno della SIE, School fo International Education, dal titolo Contemporary art and curatorship: from documenta to the Biennale.

2018, 9 novembre: insignita a Roma del premio Russkij Rim per la diffusione dell’arte russa in Italia nell’ambito del Festival “la Roma Russa”. In seguito alla vincita del premio è stata nominata nell’Expert Committee del premio.

2017, 5 luglio: insignita della medaglia Asteroid Vladvysockij per la diffusione dell’arte russa  dall’associazione lettone “Čaša mira”.

2017: nominata co-curatore del Padiglione nazionale della Federazione Russa alla 57° Biennale di Arti Visive di Venezia, per il progetto di Grisha Bruskin, Cambio di Scena.

2017: nominata consulente d’area tematica per il settore “arte russa” per l’Istituto dell’Enciclopedia italiana Treccani in relazione alla nuova Enciclopedia di Arte Contemporanea.

2014, 20 maggio: nominata membro onorario dell’Accademia delle Arti della Federazione Russa.

2014, 4 novembre: insignita della Medaglia Puškin dalla Presidenza della Federazione Russa. per la diffusione dell’arte e della cultura russa in Occidente.

Dal 2014 è direttore della collana La prospettiva rovesciata|Obratnaja perspektiva per Ca’ Foscari Edizioni.

Dal 2015 è co-direttore con Giuseppe Barbieri della collana di cataloghi di mostre Obraz, per la casa editrice Antiga Edizioni

Dal 2013 membro di SHERA (The Society of East European, Eurasian and Russian Art and Architecture).

Dal 2011 al 2014: componente del Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione Fondazione Opera Bevilacqua La Masa (Venezia).

2012: membro dell’”Expert Commitee di Art Innovation Prize del National Center for Contemporary Art” di Mosca (Ministero della Cultura della Federazione Russa).

2011, 27 novembre: ottiene il premio della “Konchalovsky Foundation” di Mosca durante il “Forum Art & Reality”, San Pietroburgo, 25-27 novembre 2011, per il contributo scientifico di ambito storico artistico nel volume dedicato alla mostra  Dmitri Prigov. Dmitri Prigov.

Dal 2011: membro del comitato scientifico di Riflessi, Collana di Semiotica dell’arte (con Paolo Fabbri, Jean-Marie Klinkenberg, Isabella Pezzini), Aracne Editore.

Dal 2010: ideatrice e direttore scientifico di “Art Night Venezia”.

Dal 2010: membro del Consiglio dell’”International Cyber Art Festival” di San Pietroburgo.

Dal 2008: membro del comitato scientifico del GESC Grupo de Estudios de Semiótica de la Cultura diretto dal prof. Jorge Lozano, Universidad Complutense di Madrid.

2002: ottiene il Premio internazionale arte e letteratura “Sergio Polillo” bandito dal museo Accademia Carrara di Bergamo per la pubblicazione S. Burini, R. Casari, L’altra Mosca. Arte e letteratura nella cultura russa tra ‘800 e ‘900 (Bergamo, Moretti & Vitali, 2000).

 

PERCORSO ACCADEMICO

Dal 2018  (1 ottobre): vice-coordinatore del dottorato in Storia delle Arti dell’Università Ca’ Foscari Venezia con delega all’internazionalizzazione.

Dal 2017 (1 ottobre): delegata alla Terza missione, Comunicazione ed Eventi del Dipartimento di Filosofia e Beni culturali dell’Università Ca’ Foscari Venezia.

Dal 2011 al 2014: prorettore alle produzioni culturali e ai rapporti con le istituzioni scientifiche e culturali dell’Università Ca’ Foscari Venezia.

Dal 2011 (7 marzo): direttore del Centro Studi sulle Arti della Russia dell’Università Ca’ Foscari.

2010-2011: delegata del Rettore ai rapporti con le istituzioni culturali locali dell’Università Ca’ Foscari Venezia.

Dal 2010: membro del Collegio dei docenti della Scuola dottorale inter-ateneo in Storia delle Arti, poi Dottorato internazionale in Storia delle Arti.

2009: Conferma in ruolo come professore associato.

2006: Presa di servizio come professore associato all’Università Ca’ Foscari Venezia.

2004: Ha ricevuto l’idoneità come professore associato.

2007-2009: Membro del collegio dei docenti dell’Indirizzo di Studi sull’Europa Orientale della Scuola di dottorato in Lingue, Culture e Società della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere.

2006-2008: Membro del collegio didattico del Corso di laurea triennale in Lingua, Arti, Storia e Civiltà.

2007-2009: Membro del collegio dei docenti del Corso di laurea triennale in Lingue e Civiltà Moderne e Contemporanee.

2007-2009: Membro del collegio dei docenti del Corso di laurea magistrale in Lingue e Letterature Europee, Americane e Postcoloniali.

2007- 2009: Membro della Commissione didattica e paritetica di Ateneo.

2007- 2009: Referente per la sezione di Studi sull’Europa Orientale degli scambi Erasmus e scambi internazionali.

2001: Borsa di studio presso l’Università di Harvard con finanziamento CNR.

1999: vince il concorso per un posto di ricercatore di Lingua e Letteratura Russa presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, Dipartimento di Studi Eurasiatici.

1998: Borsa di studio ministeriale presso il «Polonicum» di Varsavia.

1997: ottiene la borsa di studio di specializzazione biennale post-dottorato in Culture Slave all'Università degli Studi di Genova, presso la Sezione di Studi sull’Europa Orientale.

1996: esame finale per l’attribuzione del titolo di Dottore di Ricerca con la tesi dal titolo Georgij Jakulov e gli immaginisti russi: ipotesi per una relazione intersistemica.

1992-93, 1993-94, 1994-95, 1995-96, 1996-97, 1997-98, 1998-99: cultore della Materia per l'insegnamento di Letteratura Russa presso l’Università degli Studi di Bergamo.

1993: è ammessa con borsa al Dottorato di Ricerca in Letterature e culture slave Comparate (VIII ciclo), presso l’Università degli Studi di Milano.

1991: Borsa di studio di specializzazione in Semiotica della cultura e delle arti per l’Università di Tartu (Estonia).

1991: Laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Bergamo; tesi in lingua e letteratura russa e storia dell'arte intitolata Elena Guro: l'epifania della bellezza; votazione di 110 /110, lode e dignità di stampa (relatore Prof.ssa Nina Kaučišvili).

1990: soggiorno di un anno e conseguimento dell’attestato all'Università per stranieri Puškin di Mosca per l'insegnamento della lingua russa come lingua straniera e frequenza del corso di Storia dell’arte russa di D. Sarabjanov all’Università statale di Mosca MGU

 

PROGETTI  DI RICERCA

2019  Ha progettato e dirige a Ca’ Foscari il “Progetto di formazione didattica a nuovi ruoli nell’ambito del moderno sistema espositivo-museale” finanziato dalla Leperq Foundation. Durata 36 mesi

2019 Fa parte dell'unità di ricerca che ha vinto il PRIN Bando 2017 Prot. 2017LFLZJY
Titolo: MeC - Meanings of Care. An interdisciplinary socio-historical investigation into narratives and representations of eldercare in Italy since the early 20th Century: durata 36 mesi.

2017  Supervisor di Matteo Bertelè,  recipient di una Marie Skłodowska-Curie Global Fellowship della durata di 36 mesi. Proposal ID 750682 Acronimo GYSIART Nome completo: GYSIART: A cultural history of comparative art practices and receptions in Cold War Europe (1945-1991)

PRIN 2011-2013 - Partecipazione all'unità di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia: “Verso un museo e una biblioteca virtuali della “Russia italiana” nel Novecento: studio e digitalizzazione di fonti bibliografiche e iconografiche"(24 mesi).

PRIN 2007-2009 - Partecipazione all'unità di ricerca dell’ Università  Ca’ Foscari Venezia: “Russi in Italia nel Novecento: indagini archivistiche e bibliografiche (Venezia, Roma e Sanremo), implementazione del “Dizionario on line dell’emigrazione russa”, schedatura delle presenze russe a Venezia e dei loro rapporti con il mondo della cultura italiana”(24 mesi).

PRIN 2005-2007 - Partecipazione all'unità di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia: “Materiali d’archivio russi nel territorio veneto (1900-1940): mappatura ed elaborazione di alcune fonti di dati”(24 mesi).

MIUR 2007: progetta e coordina il progetto “Consolidare e potenziare le attività di scambio di studiosi e studenti” nell’ambito della Cooperazione interuniversitaria del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Anno Finanziario 2007), ottenendo un finanziamento.

MIUR 2008: progetta e coordina il progetto “Specializzazione di laureati in lingue esperti in linguaggi settoriali: Storia dell’arte e Economia” nell’ambito della Cooperazione interuniversitaria del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Anno Finanziario 2008) ottenendo un finanziamento.

 

Collaborazioni di ricerca attivate

In occasione del conseguimento della borsa Marie Curie di Matteo Bertelè, in qualità di supervisor sono attivate le seguente collaborazioni di ricerca: the University of California in Santa Barbara, Getty Research Institute  e Wende Museum, Los Angeles.

È stata attivata una collaborazione con il prof. Stanislav Savitskij della Facoltà di Libere Arti dell’Università di San Pietroburgo per corsi di livello Master in Curatorship, tenuti a Venezia e San Pietroburgo nel corso del a.a. 2016-2017.

È stata attivata una collaborazione di ricerca, che mi vede in qualità di consulente scientifico a Venezia per il Museo Puškin di Mosca in occasione della Biennale di Arti Visive del 2017.

 

DIDATTICA

Didattica di Dottorato

Seminari per la Scuola dottorale inter-ateneo in Storia delle Arti:

2018: Semiotica per la storia dell’arte. La Scuola di Tartu-Mosca (4 ore)

2015: Mostrare l’arte russa in Italia. Istituzioni, strategie, case-studies (10 ore)

2011: Curare l’arte contemporanea, con la partecipazione di esperti internazionali (30 ore)

Seminari per la Scuola di Dottorato in Lingue, Culture e Società della Facoltà di LLS, indirizzo di Studi sull’Europa Orientale:

2008: Mir iskusstva e il liberty russo, nell’ambito del seminario su Sergej Djagilev tenuto con la prof.ssa Patrizia Veroli dell’Università La Sapienza di Roma (6 ore).

2007: L’immagine di Mosca nella pittura russa, nell’ambito del seminario su Mosca nella cultura russa tenuto con il prof. Gian Piero Piretto dell’Università degli Studi di Milano (6 ore).

2006: Jurij Lotman e la semiotica della cultura, seminario (6 ore).

 

Didattica accademica a Ca’ Foscari

Anno accademico 2019/2020

Storia comparata dell’arte Contemporanea              

Storia dell’Arte Russa

Storia dell’Arte Russa I

Storia della cultura artistico-letteraria russa

Anno accademico 2018/2019

Storia comparata dell’arte Contemporanea              

Storia dell’Arte Russa

Storia dell’Arte Russa I

Storia della cultura artistico-letteraria russa

Anno accademico 2017/2018

Storia comparata dell’arte Contemporanea              

Storia dell’Arte Russa

Storia dell’Arte Russa I

Storia della cultura artistico-letteraria russa

Anno accademico 2016/2017

Storia comparata dell’arte Contemporanea

Storia dell’Arte Russa

Storia dell’Arte Russa I

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Anno accademico 2014/2015

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale I

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale II

Storia della cultura artistico-letteraria russa

Anno accademico 2013/2014

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale I

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale II

Anno accademico 2012/2013

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale I

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale II

Anno accademico 2011/2012

Storia della cultura russa

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale I

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale II

Anno accademico 2010/2011

Storia della cultura russa

Storia del pensiero russo

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale I

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale II

Anno accademico 2009/2010

Storia delle Chiese e dei Movimenti religiosi dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale I

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale II 

Anno accademico 2008/2009

Lingua e letteratura/Cultura Russa MOD 3

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale I

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale II

Anno accademico 2007/2008

Lingua e letteratura/Cultura Russa MOD 3

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale I SP

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale II SP 

Anno accademico 2006/2007

Lingua Russa 2

Lingua Russa 3

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale I SP

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale II SP

Anno accademico 2005/2006

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale I SP

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale II SP

 

Anno accademico 2004/2005

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale I SP

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale II SP

 

Anno accademico 2003/2004

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale I SP

Storia dell’arte moderna dell’Europa Orientale II SP

Anno accademico 2002/2003

Affidamento per l’insegnamento di Storia della Cultura Figurativa dei Paesi Slavi

Esercitazioni di Lingua russa e traduzione

Anno accademico 2001/2002

Affidamento per l’insegnamento di Storia della Cultura Figurativa dei Paesi Slavi

Esercitazioni di Lingua russa e traduzione

Anno accademico 2000/2001:

Affidamento per l’insegnamento di Lingua e Letteratura russa III

Esercitazioni di Lingua russa e traduzione

 

TERZA MISSIONE 

Ideazione e cura dei seguenti convegni e giornate di studio

2018, 14-15 novembre: ideazione e co-organizzazione del seminario Aver cura della cura, prima iniziativa del ciclo DFBC Lectures, Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali.

2018, 23-25 ottobre: co-ideazione e co-organizzazione del Terzo convegno internazionale di storici dell’arte dedicato a Dmitrij Sarab’janov Limits of the Norm: Transformation of Humanism in Russian and European Culture in Modern and Contemporary History,  co-organizzato con l’Istituto Statale di Studi d’Arte (Mosca) e l’Istituto  di Cultura italiana a Mosca

2018, 12 aprile: Venezia, Università Ca’ Foscari, ideazione, organizzazione e partecipazione all’incontro Jurij Lotman. Conversazioni sulla cultura russa. Intervengono Elide Pittarello, Jorge Lozano, Angela Mengoni, Giuseppe Barbieri, Silvia Burini

2017, 25-27 ottobre: Venezia, Università Ca’ Foscari, presidente del comitato per l’ideazione e l’organizzazione del convegno internazionale promosso dal Centro Studi sulle Arti della Russia (CSAR), Università Ca’ Foscari, Venezia, insieme a The Society of Historians of East European, Eurasian and Russian Art and Architecture (SHERA),  e The Cambridge Courtauld Russian Art Centre (CCRAC) dal titolo Translations and Dialogues:  The Reception of Russian Art Abroad. Tra i relatori docenti da Institute of Art History, Moscow; European University of St. Petersburg; St. Petersburg Academy of Arts; Yale University; Chapman University, Orange (California); Georgetown University, Washington DC; University of Cambridge; University of Kent; Jacobs University, Brema; University of Southern California, Los Angeles; Northwestern University, Evanston (Illinois); Rutgers University, New Brunswick (New Jersey); Zürich University. Pubblicazione degli atti del convegno: Translations and Dialogues: the Reception of Russian Art Abroad, a cura di Silvia  Burini,  Salerno, Collana di “Europa Orientalis”, Università di Salerno, Dipartimento di Studi Umanistici, 2017.

2016, 7 marzo: Venezia, Università Ca’ Foscari: ideazione e conduzione della tavola rotonda Un interlocutore esigente: l’arte russa e l’Italia. Cinque anni di attività del Centro Studi sulle Arti della Russia di Ca’ Foscari (2011-2016); speakers invitati: Jorge Lozano, Enrico Crispolti, Giuseppe Barbieri, Luigi Perissinotto.

2013, 26-28 novembre: presidente del comitato per l’ideazione e l’organizzazione del convegno internazionale Le Muse fanno il girotondo. Jurij Lotman e le arti (Università Ca’ Foscari, Venezia). Con relatori provenienti da Italia, Russia, Estonia, Stati Uniti, Canada, Germania, Repubblica Ceca, Spagna. In collaborazione con le Università di Tallinn e Tartu. Pubblicazione degli atti del convegno: Le muse fanno il girotondo: Jurij Lotman e le arti, a cura di Matteo Bertelé, Angela Bianco, Alessia Cavallaro, Crocetta del Montello (TV), Terra Ferma Edizioni, 2015.

 2012, 3-4 febbraio: presidente del comitato e curatrice  con Nicoletta Misler del Convegno Internazionale di Studi Pavel Florenskij tra icona e avanguardia (Ca’ Dolfin, Università Ca’ Foscari Venezia – Palazzo Leoni Montanari, Vicenza). Con relatori provenienti da Italia, Russia, Gran Bretagna e Stati Uniti. In collaborazione con IntesaSanpaolo. Pubblicazione degli atti del convegno: Pavel Florenskij tra icona e avanguardia, a cura di Matteo Bertelé, Crocetta del Montello (TV), Terra Ferma Edizioni, 2015

2010, 7-8 luglio: cura con Giuseppe Barbieri il convegno Far comprendere far vedere. Cinema, fruizione, multimedialità: il caso "Russie!" (Aula Baratto, Università Ca’ Foscari Venezia). Con relatori provenienti da Italia e Gran Bretagna (Gian Piero Piretto, Peter Greenaway, Tomaso Subini, Marco Bertozzi, Fabrizio Borin, Marco del Monte, Flavio Gregori, Roberta Novielli, Valentina Re, Lorenzo Cuccu). Convegno promosso da Caʼ Foscari e Banca Popolare FriulAdria. Pubblicazione degli atti del convegno: Far comprendere far vedere: cinema, fruizione, multimedialità: il caso "Russie!, a cura di Marco Del Monte, Crocetta del Montello (TV), Terra Ferma Edizioni, 2010.

2010, giugno: Tavola rotonda Nel laboratorio dell’artista a Ca’ Foscari: Alexander Ponomarev, (Alexander Ponomarev, Giuseppe, Barbieri, John Bowlt, Nicoletta Misler e Sarah Wilson).

Dal dicembre 2008 (con la prof.ssa Daniela Rizzi): cura del progetto scientifico complessivo e dell’organizzazione dell’iniziativa Sergej Djagilev e la cultura artistica del suo tempo. Nel novembre 2009, Convegno internazionale: Omaggio a Djagilev. I Ballets Russes (1909-1929) cent’anni dopo.

Dall’ottobre 2009 al 2013 cura per Ca’ Foscari il progetto dal titolo: L’Opera parla. Viaggio nell’arte contemporanea, una serie di incontri presso le3 sedi veneziane della Fondazione Pinault (Palazzo Grassi e Punta della Dogana), in  collaborazione con IUAV e Accademia di Belle Arti.

2008, settembre: giornata di studi dal titolo La modernità del passato: il ritorno alla “tradizione” di Ivan Glazunov.

2008, maggio: L’emigrazione russa in Italia on line, Venezia, Università Ca’ Foscari (con la prof.ssa Daniela Rizzi).

1994, maggio: Giacomo Quarenghi e il suo tempo, Bergamo, Università degli Studi di Bergamo; lavoro di organizzazione del convegno e cura degli Atti.

 

PARTECIPAZIONE A CONVEGNI SU INVITO 

2018, 3 dicembre: invito come  keynote speaker  al “The festival for the Earth”,  terzo incontro internazionale, Venezia- Principato di Monaco, conferenza plenaria dal titolo Cristina Finucci’s Wasteland. The Garbage Patch State project.

2018, 15-17 novembre:  invito come keynote speaker sul tema Eksport rossijskoj kul’tury: kak i počemu ona vostrebovana? all’interno della sezione “Obrazovanie” in occasione del VII Forum Culturale di San Pietroburgo.

2018, 15-17 novembre: invito come  keynote speaker per la presentazione del catalogo della mostra Fabricio Plessi. Duša kamnja in occasione del VII Forum Culturale di San Pietroburgo.

2018, 28 settembre: discussant al workshop Weather Forecsat: Digital Cloudiness, organizzato da Cyland Media Art Lab, San Pietroburgo/New York

2018, 7-8 giugno: invito come keynote speaker al convegno Impressionizm v Avangarde, a cura di Marija Moroz, organizzata presso il Museo dell’Impressionismo russo di Mosca, con una relazione dal titolo Elena Guro: impressionističeskaja poetika?

2018, 5 giugno: invito come keynote speaker alla conferenza internazionale organizzata da Olga Strada (Direttore dell’Istituto Italiano di cultura di Mosca) in occasione della mostra Fabricio Plessi. Duša kamnja presso il Museo delle Belle Arti Puškin di Mosca.

2018, 28 maggio: invito come keynote speaker all’incontro di studio La cultura artistica degli anni cinquanta – ottanta del Novecento. URSS–Italia: punti di incontro e parallelismi, organizzata da Natalija Sipovskaja, Federica Rossi, Gerhard Wolf presso il Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut con una relazione dal titolo Collezionisti italiani alla Biennale del Dissenso.

2016, 29 novembre: invito come keynote speaker alla giornata di studi  Che fine ha fatto il documento?, a cura di Jorge Lozano e Elide Pittarello (Venezia, Palazzo Fortuny), con una relazione dal titolo: Il commissario è sparito. La mistificazione delle fotografie dell’arte nella Russia di Stalin.

2015, 14 dicembre: invito come keynote speaker al IV Forum internazionale della cultura (San Pietroburgo). Round table: Repin and/or Beuys. Wölfflin and/or Derrida. Museum and/or Biennial, organizzato dal Museo Ermitage, dal Governo della Federazione russa, dal Ministero della Cultura russa e dal Ministero degli Affari esteri della Federazione russa.

2015, 13 dicembre: invito come speaker al IV Forum internazionale della cultura (San Pietroburgo), Simposium: Sovremennoe iskusstvo: vmeste ili rjadom organizzato dall’Accademia delle Arti di San Pietroburgo, dal Centro Espositivo Manege, dal Ministero della Cultura russa e dal Ministero degli Affari esteri della Federazione russa.

2015, 31 marzo: invito come speaker al seminario Europe and Russia. Values as a basis for political dialogue (ISPI Palazzo Clerici - Sala Specchi, Milano).

2015, 21 aprile: invito come speaker al “Seminario sull'arte armena” a cura di Aldo Ferrari e Marco Ruffilli (Università Ca’ Foscari Venezia), con una relazione intitolata: Georgij Jakulov. Un pittore tra Armenia e Russia.

2015, 20 marzo: invito come keynote speaker alla conferenza: El último Lotman: lo gradual, lo explosivo, lo imprevisible y la traducción (Facultad de Ciencias de la Información, UCM, Madrid), con relatori provenienti dall’Italia (Alessandro Niero) e dalla Spagna (Jorge Lozano).

2015, 4-5 marzo: invito come presidente di sessione al convegno: Vera Komissarževskaja incontra Eleonora Duse. La “Giovanna d’Arco” della scena russa e la Divina del teatro italiano (Fondazione Giorgio Cini, Venezia), organizzato da Maria Ida Biggi (Università di Venezia Ca’ Foscari e Direttrice del Centro Studi per la Ricerca documentale sul Teatro e il Melodramma europeo, Fondazione Giorgio Cini, Venezia) e Donatella Gavrilovich (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e Direttrice della serie “Arti dello Spettacolo/Performing Arts”).

2014, 16-17 ottobre: invito come speaker con una relazione dal titolo Cultural Memory as Semiotic Mechanism in Art, Presso il convegno internazionale: The First International Sarabianov Congress of Art Historians. Memory as the Subject and Instrument of Art Studies (The State Institute of Art Studies, Mosca), organizzato da SIAS – State Institute for Art Studies.

2014, 13 ottobre: invito a partecipare all’incontro Beni culturali: le eccellenze internazionali e la scommessa italiana (Palazzo Ducale, Sala dello Scrutinio, Venezia), con la presenza e l’intervento del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, e la partecipazione di relatori italiani e stranieri. In collaborazione con Ermitage Italia.

2013, 31 maggio: invito come keynote speaker a Panel dicussion: Capital of Nowhere (Aula Baratto, Università Ca’ Foscari Venezia ), con relatori provenienti da Italia, Russia, Stati Uniti.

2012, 3-4 febbraio: ideazione e partecipazione al Convegno Internazionale di Studi: Pavel Florenskij tra icona e avanguardia (Ca’ Dolfin, Università Ca’ Foscari Venezia – Palazzo Leoni Montanari, Vicenza) con la relazione: Pavel Florenskij e l’icona:. Il convegno è stato realizzato in concomitanza con la mostra Avanguardia russa. Esperienze di un mondo nuovo, Gallerie d’Italia, Palazzo Leoni Montanari.

2011, 27 novembre, invitata come speaker alla Conferenza internazionale dei rettori degli istituti di istruzione superiore di Italia e Russia: Russia e Italia: il ruolo delle università nello sviluppo della cooperazione.

2011, 25-27 novembre: invito come keynote speaker al “Forum Art & Reality”, Konchalovsky Foundation, S. Pietroburgo con la relazione dal titolo: La didattica dell’arte: il caso Russia in Italia.

2010, 31 maggio – 4 giugno: partecipazione al convegno internazionale: Bespokojnyj muzy: k istorii russko-ital’janskich otnošenij XVIII-XX vv, con la relazione: Chastnyj kollekcii A. Morgante i A. Sandretti na venecianskom "Biennale inakomyslija", Università degli Studi di Salerno.

2009, 29 agosto: partecipazione al convegno: Lingua, arte e cultura russa: multiculturalità e dialogo con la relazione: Subtiziano: intorno all’arte russa contemporanea, Bergamo, Università degli studi di Bergamo.

2009, 29 maggio: partecipazione al convegno: Tempi diversi tempi di vita. I comitati pari opportunità e la questione del tempo, con relazione: Amazzoni dell’Avanguardia russa, Ca’ Foscari.

2009, 4-5 maggio: presidente di sessione al convegno: La multimedialità: da accessorio a criterio. Il caso «Nigra sum sed formosa», Università Ca’ Foscari Venezia.

2008, 14 giugno: presidente di sessione al convegno: Estetiche del Camouflage. Relazione Disrupting images in arte e nel design, IUAV, Venezia.

2008, 6 maggio: partecipazione come keynote speaker al convegno: Incidenti ed esplosioni. A.J. Greimas e Ju.M. Lotman, con la relazione: L’ultimo Lotman: scritti dal 1991 al 1993, IUAV, Venezia.

2008, 16 maggio: partecipazione al convegno: Le semantiche dell’impero, con la relazione: I volti dell’impero russo: per una semiotica del ritratto, Università Ca’ Foscari Venezia.

2003, 20 marzo: partecipazione al convegno: Introduzione ai gender studies, con la relazione: Nudi per Stalin: il nudo come genere negli anni Trenta in URSS, Gargnano, Università degli Studi di Milano.

2002, 13 giugno: ideazione e partecipazione alla giornata di studi: La finzione tra stilizzazione e mistificazione, con la relazione: Illusioni, allusioni e inganni prospettici tra pittura e letteratura, Università Ca’ Foscari Venezia.

2002, 26-27 febbraio, partecipazione al convegno: Semiotika kul’tury: kul’turnye mechanizmy, granicy, samoidentifikacii. Posvjaščennogo 80-letiju Ju.M. Lotmana, con la relazione: Jurij Lotman i semiotika izobrazitel’nich iskusstv, Università di Tartu, Tartu.

2001, 10-12 maggio: partecipazione al convegno: Il dialogo fra le culture. Il problema del multiculturalismo (Prigovskie čtenija), con la relazione: Semiotika nulja v moskovskom konceptualizme, Università di Sassari, Sassari.

2001, 5-7 novembre: partecipazione al convegno: Portret akt vatjurmort v bytu, v kul’ture/jazyke i v iskusstve/literature, con la relazione: Natjurmort, vanitas, obmanka: navaždenie veščej v russkoj kul’ture XX veka., Varsavia, Accademia delle Scienze.

2001, dicembre: partecipazione al convegno: Paradigmi e dinamiche provinciali. La cultura della provincia fra Russia e Occidente, con la relazione: Marc Chagall: il paradigma provinciale in pittura, Bergamo, Università degli Studi di Bergamo.

2000, novembre: partecipazione al convegno: Bruno Schulz: il profeta sommerso, con la relazione: Interconnessioni tra letteratura e arti visive: alcuni spunti teorici nell'opera Bruno Schulz, Trieste, organizzatore Università degli Studi di Genova – sede  Alpeadria Cinema.

2000, giugno, invito come keynote speaker al convegno: Jurgis Baltrušajtis, con la relazione: Anamorfoza u J. Baltrušajtisa, Mosca, Ambasciata Lituana.

1999, maggio: partecipazione al convegno: Zagrebački pojmovnik kulture 20. stoljeća: “Simulacija-Istina-Fikcija”, con la relazione: Anamorfoza: iskaženie zrenija (na materiale romana Korol', dama, valet V. Nabokova), Lovran, Facoltà di Filosofia dell’Università di Zagabria

1999, 27 febbraio: partecipazione al convegno: Meždunarodnyj naučnyj seminar, posvjaščennyj dnju roždenija Ju. M. Lotmana, con la relazione: Natjurmort, Trompe l'oeil: tipologija zrenija v literature, Tartu, Università di Tartu.

1998, dicembre: partecipazione al convegno: Σκογπιδια/Purgamenta/Śmiecie/Musor v bytu, v jazyke/kul'ture i v iskusstve/literature, con la relazione: Soveršenstvo nesoveršenstva. Apologija barachla u Bruno Šul’ca?, Varsavia, Accademia delle Scienze.

1998, maggio: partecipazione al convegno: Simultanizam, con la relazione: Georgij Jakulov i «simultaneizm» Robera Delone: Zagrebački pojmovnik kulture 20. Stoljeća, Parenzo, Facoltà di Filosofia dell’Università di Zagabria.

1997, maggio: partecipazione al convegno:Mistifikacija Parodija, con la relazione: Obmanka-Trompe l'oeil: illjuzija ili mistifikacija, Zagrebački pojmovnik kulture 20. Stoljeća, Rovigno, Facoltà di Filosofia dell’Università di Zagabria.

1997, febbraio, partecipazione al convegno: Russkaja literatura v predverii XXI v, con la relazione: Natjurmort v literature XX veka, Università di Budapest, Budapest.

1996, dicembre: partecipazione al convegno: La letteratura e le serie limitrofe, con la relazione: La tipologia della natura morta in letteratura, Bergamo, Università degli Studi di Bergamo.

1996, maggio: partecipazione al convegno: Hijerarhija, con la relazione: Technika montaža v poezii Šeršeneviča i Mariengofa, Zagrebački pojmovnik kulture 20. Stoljeća, Rovigno, Facoltà di Filosofia dell’Università di Zagabria.

1995, ottobre: partecipazione al convegno: In memoriam: Jurij M. Lotman, con la relazione: Lotman e le altre arti, Granada, Università di Granada.

1995, maggio: partecipazione alla giornata di studi La rappresentazione dell'oggetto tra arte e letteratura presso l’Università di Bergamo, con la relazione: Il testo letterario e l'immagine pittorica. La “cosa” tra arte e letteratura, Bergamo, Università degli Studi di Bergamo.

1995, maggio :partecipazione al convegno: Vizualnost, con la relazione: Živopisnyj tekst s točki zrenija semiotiki, Zagrebački pojmovnik kulture 20. Stoljeća, Zagabria, Facoltà di Filosofia dell’Università di Zagabria.

1994, novembre: partecipazione al convegno: L'eredità letteraria di Ju. M. Lotman, con la relazione: Georgij Jakulov: un esempio di retorica iconica, Bergamo, Università degli Studi di Bergamo.

1994, ottobre: partecipazione come discussant al convegno Russkaja kul’tura xx veka: metropolija i diaspora, Tartu (Estonia), Università di Tartu.

1994, ottobre: partecipazione al convegno: Italija-Rossija: literatura i iskusstvo, con la relazione: Elena Guro i Francisk Asijskij, San Pietroburgo, Accademia delle Arti.

1993, giugno: partecipazione alla Giornata di studi Svoe i čužoe presso l’Università degli Studi di Tartu, Tartu (Estonia).

1993, aprile, partecipazione al convegno: Il testo letterario e l'immaginario architettonico, con la relazione: L'architettura dell'usad'ba come elemento di comparazione tra due sistemi semiotici diversi (pittura e scrittura): A. Čechov e V. Borisov-Musatov, Bergamo, Università degli Studi di Bergamo.

1990, settembre, partecipazione al convegno: Elena Guro: poet i chudožnik, con relazione: Elena Guro: poetica dell' impressionismo?, Bergamo, Università degli Studi di Bergamo.

 

CONFERENZE

- 2019, 21 febbraio: conversazione con Margherita Belgiojoso in occasione della presentazione del suo romanzo Là dove s’inventano i sogni. Donne di Russia (ed. Guanda) all’interno del ciclo Writers in conversation presso CFZ – Cultural Flow Zone, Venezia. Intervengono Paola Severini Melograni e Pia Masiero.

- 2018, 20 aprile: Forum ministeriale  russo-italiano di esperti. Un substrato culturale comune presso l’Aula Magna Silvio Trentin, Università Ca’ Foscari Venezia

- 2018, 6 aprile: conversazione con Boris Mikhailov in occasione dell’XI edizione di Incroci di civiltà presso La Casa dei Tre Oci, Venezia.

- 2014, 28 dicembre: conferenza Tra guerra e rivoluzione. La pittura russa dal 1910 al 1920 presso la Sala Consiliare del Comune di Asiago.

- 2009, 8 ottobre: organizzazione e direzione scientifica  dell’incontro Viaggio nella cultura russa, per parchi, giardini e dimore nobiliari, Dipartimento di americanistica, iberistica e slavistica, Ca’ Foscari.

- 2009, 29 settembre: relazione Il commissario è scomparso: strategie di falsificazione nelle fotografie del periodo staliniano, Ca’ Foscari nell’ambito del corso Donne, politica e istituzioni: percorsi formativi per la promozione della cultura di genere e delle pari opportunità.

- 2009, 12 giugno: seminario I cubofuturisti russi tra parola e immagine, Venezia, Università di Ca’ Foscari, nell’ambito dei seminari tematici Venerdì Futuristi a Ca’ Foscari.

- 2008, 9 dicembre: relazione Immagini e parole: ipotesi per un confronto, nell’ambito dell’incontro I ritratti di Frida Kahlo, Dipartimento di americanistica, iberistica e slavistica, Ca’ Foscari.

- 2008, 21 maggio: presentazione del film russo Taurus di Aleksandr Sokurov, Auditorium Santa Margherita, Ca’ Foscari, nell’ambito della rassegna di film correlata al convegno Il cinema dell’impero.

- 2008, 18 maggio: conferenza Arte russa del ’900: un percorso, Bologna, Università di Bologna.

- 2006, 9 novembre: conferenza Elementi di pittura russa dal 1905 al 1940: una panoramica, Genova, Palazzo Ducale, nell’ambito della mostra Russia & URSS. Arte, letteratura e teatro 1905-1940.

 

CURATELA  DI MOSTRE, ESPOSIZIONI  ED EVENTI CINEMATOGRAFICI

Mostre e esposizioni

2019, 10 maggio 2019 - 3 novembre: curatrice con Giuseppe Barbieri e Faina Balachovskaja della mostra Gely Korzhev. Back to Venice. Ca’ Foscari Esposizioni - 3246 Dorsoduro, Venezia, in collaborazione con la Galleria Tret’jakov di Mosca.

2019, 11 maggio-28 giugno: co-curatrice della mostra Id. Art Tech Exibition (Cyfest12, the International Media Art Festival) (CFZ - Cultural Flow Zone, Venezia).

2018, 28 settembre–28 ottobre:co-curatrice della mostra Weather Forecast: Digital Cloudiness (CFZ - Cultural Flow Zone, Venezia).

2018, 5 giugno – 5 agosto: curatrice con Giuseppe Barbieri e Olga Shishko della mostra Fabricio Plessi. Duša kamnja [Fabrizio Plessi. L’anima della pietra] (Museo delle Belle Arti Puškin, Mosca)

2018, 12 – 20 febbraio: curatrice della mostra Anna Karenina come specchio dell’epoca (CFZ - Cultural Flow Zone, Venezia), in collaborazione con la Direzione dei programmi internazionali della Federazione Russa.

2018, 2 – 12 febbraio: co-curatrice del Cyfest 11, in collaborazione con Cyland Media Art Lab, San Pietroburgo/New York (San Pietroburgo)

2017, 20 dicembre – 25 marzo: curatrice con Giuseppe Barbieri e Faina Balachovskaja della mostra La Rivoluzione Russa. L'arte da Djagilev all'Astrattismo 1898-1922 (Palazzo Attems Petzenstein, Gorizia)

2017, 18 ottobre–15 aprile: curatrice con Giuseppe Barbieri della mostra Grisha Bruskin. Icone sovietiche (Palazzo Leoni Montanari, Vicenza)

2017, 10 maggio–26 novembre: curatrice con Giuseppe Barbieri per la mostra Grisha Bruskin. Cambio di scena in Theatrum Orbis (Padiglione russo, Biennale di Venezia) Commissario e co- curatore: Semyon Mikhailovsky

2017, 10 maggio-luglio: direzione scientifica della mostra Valery Koshlyakov. Elysium (Ca' Foscari Esposizioni), In collaborazione con il Museo dell’Impressionismo Russo, Mosca

2017, 10 maggio–settembre: consulenza scientifica per la mostra Images of Journeys. Movement in Space ( Palazzo Van Axel, Venezia), promosso dal Pushkin State Museum of Fine Arts, Mosca.

2017, 10 maggio – giugno 2017: ideazione e co-curatela della mostra Hybris (CFZ - Cultural Flow Zone, Venezia), in collaborazione con Cyland Media Art Lab, San Pietroburgo/New York

2017, 15 aprile – 9 luglio: curatrice con Ada Masoero della mostra Kandinskij, il cavaliere errante. In viaggio verso l’astrazione (Mudec – Museo delle culture, Milano)

2017, 25 febbraio - 5 marzo: curatrice della mostra L’arte della Rivoluzione (CFZ - Cultural Flow Zone, Venezia), in collaborazione con la Direzione dei programmi internazionali della Federazione Russa.

2016, 07-28 novembre: curatrice della mostra Tra cinema e arte. Manifesti della collezione degli studi cinematografici M. Gor’kij (CFZ - Cultural Flow Zone, Venezia), in collaborazione con la Direzione dei programmi internazionali della Federazione Russa.

2015, 11-22 novembre: curatrice della mostra Russia-Italia. Pagine di cinema tra due culture (CFZ - Cultural Flow Zone, Venezia), in collaborazione con la Direzione dei programmi internazionali della Federazione Russa.

2015, 7 maggio-22 novembre: curatrice con Giuseppe Barbieri della mostra Grisha Bruskin. La collezione di un archeologo (Ex Chiesa Santa Caterina, Venezia). Evento collaterale della 56° Esposizione Internazionale d’arte, La Biennale di Venezia.

2015, 15 ottobre 2014-11 gennaio 2015: curatrice con Giuseppe Barbieri della mostra C’era una volta la Russia. Lo sguardo di Ivan Glazunov (Fondazione Querini Stampalia), in collaborazione con Fondazione Querini Stampalia.

2015, 12 febbraio-13 settembre: curatrice con Giuseppe Barbieri della mostra Grisha Bruskin. Alefbet (Fondazione Querini Stampalia), in collaborazione con la Fondazione Querini Stampalia.

2015, 13 febbraio - 12 aprile: curatrice con Giuseppe Barbieri, Igor Kabanov e Yulia Petrova della mostra A occhi spalancati. Capolavori dal Museo dell'Impressionismo Russo di Mosca (Palazzo Franchetti, Venezia), in collaborazione con il Museo dell’Impressionismo russo di Mosca.

2015, 8 maggio-7 luglio:curatrice con Giuseppe Barbieri, Anna Frants, Elena Gubanova, Natasha Kurchanova della mostra On my way (CFZ-Cultural Flow Zone, Venezia), in collaborazione con Cyland Media Art Lab e St. Petersburg Arts Project.

2014, 7-30 novembre:  curatrice della mostra Uomini e destini. La Russia nella Prima Guerra Mondiale (CFZ - Cultural Flow Zone, Venezia), in collaborazione con la Direzione dei programmi internazionali e Museo Centrale Statale di Storia Contemporanea della Federazione  Russa.

2013, 27 maggio–10 luglio: curatrice con Matteo Bertelé della mostra Capital of Nowhere – Envisioning a variable Landscape (CFZ, Ca’ Foscari Zattere, Venezia), in collaborazione con CYLAND Media Art Lab, San Pietroburgo.

 2012, 6 ottobre–19 novembre: curatrice con Giuseppe Barbieri, Nikolaj Kotrelev e Sergej Aleksandrov della mostra MOCKBA UNDERGROUND – Pittura astratta dal 1960 – Collezione Aleksandr Reznikov (Ca’ Foscari Esposizioni).

2012, 29 agosto – 7 ottobre:  curatrice con Guido Cerere e Aleksandr Lavrent’ev della mostra Il prof. Rodčenko: fotografie dallo VCHUTEMAS (Magazzini del Sale, Accademia di Belle Arti di Venezia), in collaborazione con l’Accademia Stroganov di Mosca, e l’Accademia di Belle Arti di Venezia.

2011-2012, 12 novembre-26 Febbraio: curatrice con Giuseppe Barbieri, Mikhail Dmitriev,  e Svetlana Volovenskaya  della mostra Avanguardia russa. Esperienze di un mondo nuovo (Gallerie di Palazzo Leoni Montanari e Palazzo Cordellina, Vicenza), in collaborazione con Intesa Sanpaolo, Foundation for Interregional Projects e Ivanovo Art Museum.

2011, 3 giugno-15 luglio: curatrice del progetto We are here Russian Art Project, nell’ambito della 54° Esposizione Internazionale d’arte (San Sebastiano, Venezia), in collaborazione con il Centro Statale per l’Arte Contemporanea, Cyland Media Art Lab, St. Petersburg Arts Projects.

2011, 31 maggio-15 ottobre: direzione scientifica dell’ evento collaterale della 54° Esposizione Internazionale d’arte Dmitri Prigov.Dmitri Prigov, Ermitage 20/21, Ca’Foscari Esposizioni, Venezia, in collaborazione con il Museo di Stato Ermitage/Ermitage XX-XXI, Fondazione Prigov e OMA AMO.

2010, 21 aprile-18 luglio: curatrice con Giuseppe Barbieri della mostra RUSSIE! memoria/mistificazione/immaginario Arte russa del '900 dalle collezioni Morgante e Sandretti (Venezia, Ca' Foscari Esposizioni),

2009, 3 giugno -22 ottobre: curatrice per Ca’ Foscari nell’ambito della 53° Biennale di arti figurative dell’evento dell’artista Aleksandr Ponomarëv, Subtiziano:un sottomarino solca il Canal Grande.

 

Cinema e eventi

 

Dal 2011 al 2018, ideatrice e curatrice del festival di cinema russo Ruskino a Ca' Foscari in collaborazione con la Direzione dei programmi internazionali.

Dal 2011 ad oggi: ideatrice e direttrice scientifica della notte dell’arte di Venezia: Art Night Venice.

 

Laboratori di Didattica Museale “Ca’rte Lab”

 

Dal  2014 ad oggi: ideatrice e direttrice scientifica dei laboratori di Didattica Museale  Ca’rte Lab a Ca Foscari.