News

Storie: Francesco D’Avella, colui che porterà Postalmarket a una rinascita online

Con Francesco D’Avella, giovane Founder & CEO di Storeden, la piattaforma che permette di costruire il proprio e-commerce, inauguriamo una serie di dialoghi su chi sta portando avanti imprese innovative, ma pure dando nuova vita a modelli di business già esistenti. Perché le storie servono anche a questo: mettere a fuoco nuove strade imprenditoriali da intraprendere. Buona lettura.

Mettere su carta le emozioni

Lo scorso 26 maggio, AIDP Triveneto uno dei partner di Dialoghi D’Impresa, insieme ad Andrea Bettini il curatore di questo festival della narrazione d’impresa, hanno organizzato un vero e proprio laboratorio delle emozioni, con l’obiettivo di realizzare un piccolo racconto scritto a più mani da leggere, da condividere, per riflettere e prendere consapevolezza che ogni cambiamento, anche quello più inaspettato, fa parte dello scorrere della vita, che come le emozioni, è in continuo movimento.

Perchè raccontarsi fa bene in primis all'azienda che lo fa

La narrazione è un momento decisamente introspettivo. Accade qualcosa di magico. James Joyce, parlerebbe di epifania. Comunque sia lo stupore nel ritrovarsi, di riaccendere magari un entusiasmo sopito e quel ripercorre, tutti insieme, il cammino fino a quel momento fatto, diventa l’occasione per mettere a fuoco dove l’impresa si trova e soprattutto, dove vuole andare.

Intervista a Giuseppe Caldiera, Direttore Generale di CUOA Business School

Oggi incontriamo Giuseppe Caldiera, Direttore Generale di CUOA Business School. Con lui parleremo naturalmente di narrazione d’impresa, ma da angolazioni differenti. Cercheremo, sulla base della sua esperienza, di capire qual è la sua personale opinione sull’utilizzo di questa metodologia per raccontare un’impresa. Quanto è importante all’interno di una business school come CUOA condividere con i propri corsisti il tema della narrazione e della cultura d’impresa e inoltre ci faremo dire se ha qualche bella storia d’impresa da segnalarci, magari passata proprio dai banchi di scuola del CUOA e infine gli faremo far fare un’attività di narrazione. Buona lettura.

Palazzo Giacomelli e la sua Biblioteca d'Impresa

Uno dei partner di Dialoghi D’Impresa è Assindustria Venetocentro e proprio questa associazione può contare su uno spazio di rappresentanza straordinario come Palazzo Giacomelli, che dallo scorso novembre, a proposito di narrazione d’impresa, ha inaugurato la Biblioteca d’Impresa, un luogo dove le storie imprenditoriali e la cultura d’impresa possono essere condivisi e diventare d’ispirazione. Ecco il racconto di questo luogo magico.

Quando una narrazione d’impresa è efficace

Sono principalmente tre gli elementi che fanno di un racconto d’impresa, un racconto efficace. Partiamo dal primo, quello senza il quale, non si può pensare di raggiungere grandi obiettivi, anzi che in taluni casi può innescare un effetto boomerang sull’impresa stessa: l’autenticità. Senza questo elemento, il racconto può essere stato anche ben formulato, ma risulterà sterile e controproducente. La narrazione d’impresa non è la creazione di una nuova campagna pubblicitaria. La narrazione d’impresa è finalizzata a far emergere l’anima di un’impresa. Un’impresa definisce i confini del proprio racconto, ma su questi non può fingere. Niente filtri. Nessuna comunicazione patinata, ma una narrazione semplice e naturale.

Intervista ad Andrea Bettini, ideatore di Dialoghi D'Impresa

Abbiamo incontrato Andrea Bettini, ideatore e curatore, con la sua società Perissinotto & Bettini Associati, di Dialoghi D’Impresa. Cafoscarino doc e un’esperienza più che ventennale nell’ambito della comunicazione, dal 2007 ha iniziato ad appassionarsi prima e utilizzarla immediatamente dopo la metodologia della narrazione applicata al mondo corporate. In questa intervista con lui abbiamo cercato di sintetizzare in cosa consiste Dialoghi D’Impresa e del perché sarà un appuntamento da non perdere per tutti coloro che vogliono saperne di più sul tema della narrazione d’impresa.

Un unico festival con tanti momenti differenti

Dialoghi D’Impresa è progettato come fosse una nuova testata editoriale sul tema della narrazione d’impresa con al suo interno rubriche diverse, per permettere approfondimenti da angolazioni differenti. D’altronde anche un festival non è altro che un contenitore in grado di far vivere emozioni differenti in base ai contenuti che vengono condivisi. Sulla base di questo e considerando che l'edizione 2020 è in versione digitale, si è pensato di sviluppare già all’interno di questo spazio web e attraverso i social della manifestazione tutta una serie di contenuti con cui avvicinare gradualmente il pubblico all’appuntamento dell’1 e 2 ottobre. Non solo, i contenuti pubblicati in questi spazi digitali sono da considerarsi parte integrante della manifestazione stessa.