CafoscariNEWS

Impatto dei cambiamenti climatici sulle superfici architettoniche di Venezia

31 Agosto 2017 09:30

Campus Scientifico via Torino - edificio DELTA, Aula 2D

Laura Falchi, assegnista DAIS

Abstract:
L’ecosistema urbano di Venezia e Laguna è un sistema urbano e ambientale integrato, fortemente studiato e monitorato sia dal punto di vista tecnico scientifico che ambientale, culturale e socioeconomico. Rappresenta quindi un caso ottimale per l’approfondimento interdisciplinare dell’impatto di specifici fattori ambientali sulle superfici architettoniche e di evidenziare l'eventuale effetto degli attuali cambiamenti climatici.
A tal fine sono stati individuati e raccolti dati riguardanti alcuni fattori ambientali che possano causare fenomeni di degrado importanti alle superfici lapidee di edifici veneziani per il periodo 2002-2014. In particolare sono stati presi in considerazione fattori legati alla qualità dell'aria (SO2, NOx, PM10,...) e alle precipitazioni, nonché al livello della laguna e alle maree.
L’impatto dell’innalzamento del livello della laguna e delle maree è stato considerato in relazione al fenomeno dell’umidità di risalita in murature veneziane con approfondimento del caso studio del Nartece della Basilica di San Marco (all’interno del progetto europeo JPI Emerisda).
Si è poi proceduto allo studio della vulnerabilità di superfici in pietra d’Istria in quattro casi studio (Ca’ Foscari, Ca’ Bembo, Ca’ Dolfin, Ca’ Bottaccin), con raccolta di campioni e analisi morfologica delle superfici mediante calchi. I risultati sono stati comparati con l’analisi di superfici in pietra d’Istria effettuate negli anni ’80 e ’90 e discussi in relazione ai fattori ambientali cogenti.
Inoltre è stata valutata l’efficacia e le variazioni morfologiche di alcune formulazioni a base di ammonio fosfato per il consolidamento di superfici carbonatiche disgregate.


Organizzatore

Elisabetta Zendri, Carlo Giupponi

Cerca in agenda

Rimuovi filtri