CafoscariNEWS

Giorno della Laurea per 917 neodottori. Ospite: Alex Zanardi

Venerdì 21 luglio tòcchi al cielo in Piazza S. Marco per i 917 neodottori di Ca' Foscari, sessione estiva. ospite della cerimonia l'atleta Alex Zanardi.

Programma:

Venerdì 21 luglio 2017
Piazza San Marco


18.30     Saluto del Rettore, saluto delle Autorità, intervento dell'ospite Alex Zanardi
19.10     Consegna del premio "Bruna Grandese Carlotti"
19.15     Miglior studente italiano della sessione: Antonio Emanuele Cinà (corso di studi: Informatica)
              Miglior studentessa straniera: Kotono Yoshida (corso di studi: Informatica)
19.25     Consegna diplomi di laurea e Proclamazione dei laureati
20.15     Termine cerimonia

Info su www.unive.it/giornodellalaurea

 

Breve bio dell'ospite, Alex Zanardi:

Alex Zanardi è nato a Bologna il 23 ottobre 1966. Ha 50 anni, quasi tutti spesi nello sport a cominciare dall'automobilismo. Ha iniziato a 13 con i kart e ha attraversato tutte le categorie minori fino ad approdare in F.1 nel 1991, al volante di una Jordan. Dopo una gara con la Minardi e due stagioni con la Lotus, è "emigrato" in Indycar negli Stati Uniti. E lì, su una Reynard-Honda del team Ganassi, ha conquistato tutto: vittorie, pole, due titoli consecutivi (1997 e 1998) e una popolarità enorme. La F.1 l'ha rivoluto ma la stagione 1999 con la Williams si è rivelata deludente. Così è tornato in Indycar con il team Nunn nel 2001, anno in cui il 15 settembre sul tracciato tedesco del Lausitzring, ha avuto un gravissimo incidente in cui ha perso entrambe le gambe e dal quale si è salvato dopo quattro giorni di coma.
Non era certo sua intenzione arrendersi. Nel 2003 è tornato a correre con una Bmw nel Turismo, contro i normodotati, e l'anno seguente, a Oschersleben, è arrivata la prima di 4 vittorie iridate in una categoria che l'ha visto protagonista fino al 2009.
Due anni prima, per caso, aveva scoperto la handbike direttamente alla Maratona di New York. E lì si è aperta la sua seconda carriera, nel ciclismo paralimpico. Un viaggio ricco di successi, che continua tuttora in parallelo con quello al volante da corsa: due ori e un argento ai Giochi di Londra 2012, due ori e un argento all'Olimpiade di Rio 2016, in mezzo 8 titoli Mondiali e due partecipazioni straordinarie alle finali dell'Ironman a Kona, alle Hawaii.
Nel 2010 ha fatto il suo debutto come conduttore televisivo, con la trasmissione di divulgazione scientifica "E se domani". Dal 2012 presenta invece Sfide, storico programma di storie sportive sempre su Rai3.
Spostato con Daniela e padre del diciottenne Niccolò, Alex vive vicino a Padova.