Dati da vedere, riscoprire, riusare. Ca’ Foscari al Padiglione Venezia

Ca’ Foscari è partner del Padiglione Venezia della 16a Biennale Architettura (26 maggio - 25 novembre 2018). Il tema della mostra è Freespace. Il Padiglione Venezia declina tale titolo in knowledge spaces: spazi di conoscenza, liberi, perché i dati – e quindi le conoscenze – sono riutilizzabili da tutti. Un Freespace immateriale che genera un’interazione continua tra i vari modelli del sapere.

Il padiglione “Follow Up!” intende realizzare un progetto di gestione condivisa della conoscenza, attraverso le informazioni necessarie a valorizzare la città e la sua area metropolitana. Nel Padiglione sarà possibile scaricare e riusare parti della immensa mole dei dati messi a disposizione dai partner aderenti e liberamente fruibili dai visitatori.

Giovanni Vaia, professore al Dipartimento di Management e membro dello staff curatoriale del padiglione, ha curato la realizzazione di un pannello dedicato alla visualizzazione dei dati in tempo reale, Real Time

Il progetto permette di accedere a tre diversi livelli di dati: il primo integra i dati resi disponibili dall'Università Iuav di Venezia sui cambiamenti nelle superfici esterne dei 15.200 edifici storici a Venezia; il secondo rende utilizzabili i dati aperti della Città di Venezia sullo sviluppo locale, l'ambiente, l'innovazione e la popolazione nella Laguna di Venezia; nel terzo i dati vengono utilizzati per creare architetture visive e sonore.

Tra i casi presentati dal padiglione ci sarà anche il progetto Venice Time Machine, creato con l'Archivio di Stato e EPFL di Losanna.

Ca' Foscari presenta inoltre al Padiglione Venezia una best practice nella gestione dei dati: la piattaforma per le collezioni digitali Phaidra, sviluppata con l'Università di Padova e IUAV, in cui sono pubblicati documenti e immagini digitalizzati, in modo aperto e disponibili a tutti. Tra le tante risorse, ci sono i bollettini dell'ateneo fino agli anni Venti e immagini storiche di Ca’ Foscari che quest'anno celebra il suo 150° anno accademico.

Phaidra è un esempio di eccellenza nel data management, in linea con gli standard internazionali del grande progetto Europeana. Il progetto è stato coordinato dal Sistema Bibliotecario di Ateneo, in collaborazione con l’ASIT Area Servizi Informatici e Telecomunicazioni.