Whistleblowing - segnalazione di condotte illecite

Responsabile elaborazione e/o trasmissione dati, documenti e informazioni: Dirigente ad interim Area Pianificazione e Programmazione Strategica e Dirigente Area Risorse Umane
Responsabile pubblicazione: Dirigente ad interim Area Pianificazione e Programmazione Strategica

La L. n. 190/2012 (cosiddetta "Legge Anticorruzione") ha introdotto nell'ordinamento italiano una norma specifica (art. 54-bis del D.Lgs. n. 165/2001, così come modificato dalla L. n. 179/2017) finalizzata a tutelare il dipendente pubblico che segnala condotte illecite all'interno dell'ambiente di lavoro e a favorire così l'emersione di fattispecie di illecito.

Tale strumento è noto nei paesi anglosassoni come whistleblowing.

L'Università Ca' Foscari ha dato concreta attuazione all'istituto in questione estendendolo anche ai propri collaboratori, agli studenti e a chiunque intenda segnalare fatti o comportamenti illeciti.

Approfondimenti

Come inoltrare una segnalazione

L'Università Ca' Foscari ha attivato la casella di posta dedicata alla raccolta delle segnalazioni  anticorruzione@unive.it.

Per garantire la massima riservatezza, la casella è monitorata esclusivamente dal Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT) di Ateneo.

Normativa

Chiunque intenda segnalare situazioni di illecito o di irregolarità di cui sia venuto a conoscenza, fornendo al RPCT le indicazioni necessarie per effettuare le opportune verifiche, può:

  1. utilizzare il modulo scaricabile da questa pagina e inoltrarlo attraverso:

    • posta elettronica, scrivendo a  anticorruzione@unive.it;
    • posta ordinaria o interna, all'indirizzo Dorsoduro n. 3246, 30123 Venezia; in questo caso, per garantire la riservatezza, è necessario che la segnalazione venga inserita in una busta chiusa recante all'esterno la dicitura "All'attenzione del Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza dell'Università Ca' Foscari Venezia - riservata/personale, non aprire";

  2. rilasciare dichiarazione a voce al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza di Ateneo.

 

In alternativa o in aggiunta alle modalità anzidette, è possibile inoltrare la propria segnalazione all'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) tramite l'applicativo "Whistleblowing".

Last update: 19/04/2018