Ca' Foscari Tour

Fondo storico

Durante le visite di Ca' Foscari Tour è possibile scoprire i documenti del Fondo Storico di Ateneo grazie alle esposizione temporanee allestite al piano terra di Ca' Foscari. Utilizzando il QR code, posizionato accanto alle teche, è possibile collegarsi facilmente alla presente pagina e approfondire le informazioni sugli oggetti esposti.

Esposizione in corso

Ca’ Foscari e il Giappone: 1868-1945

La Regia Scuola superiore di commercio in Venezia già nel programma generale dei corsi del 1871 prevede la possibilità di istituire un corso di lingua giapponese, da ricollegarsi sia alla riapertura del Giappone all’Occidente formalizzatasi nel 1868, sia all’interesse della nuova Italia unita di stringere rapporti commerciali con il paese del Sol Levante. Per tali motivi è necessario avviare gli studenti alla carriera diplomatica e commerciale e quindi allo studio della lingua del nuovo partner internazionale. Il corso viene avviato effettivamente il 23 novembre 1873, poco dopo l’istituzione del consolato generale del Giappone a Venezia (9 maggio 1873) avvenuta nell’ambito della missione diplomatica giapponese capeggiata dall’ambasciatore Iwakura Tomomi (1825-1883). Alla cerimonia presenziarono, tra gli altri, i ministri giapponesi accreditati a Roma e a Vienna, e il direttore della Scuola Francesco Ferrara che tenne il discorso inaugurale. Il corso fu affidato all’interprete del consolato generale a Venezia, Yoshida Yōsaku (1851-1927). Da quel momento documenti e volumi testimoniano il costante impegno della Scuola nel realizzare e sviluppare questo ambizioso progetto.


Oggetti Esposti - Teca 1

1. Il programma d’insegnamento di Lingua Giapponese del 1881, docente Kawamura Kiyō.

Nel 1881, in occasione della mostra nazionale di Milano, il professore Kawamura Kiyō, uno dei primi professori madrelingua di giapponese, espone un programma di studio per avviare allo studio della lingua, all’epoca ancora agli albori e sprovvista di compendi di grammatica e manuali sulla cultura validi ed esaurienti. 


L. Frois, 1586: lettere di missionari gesuiti dal Giappone e dalla Cina.

 

2. L. Frois, 1586: lettere di missionari gesuiti dal Giappone e dalla Cina.

L’ interesse da parte di Ca’Foscari verso l’Oriente e in particolare il Giappone è testimoniato dalla presenza nell’antica Biblioteca della Scuola di numerosi volumi relativi a questi temi. Tra questi esponiamo qui un volume del Cinquecento volto a diffondere la conoscenza dell’Estremo Oriente in Italia attraverso le lettere dei missionari gesuiti (Luigi Frois, Nuoui auuisi del Giapone con alcuni altri della Cina… Cauati dalle lettere della Compagnia di Giesù..., Venezia, Gioliti, 1586) e uno dell’Ottocento che ci richiama al progetto italiano di espansione commerciale nell’interno del Giappone, in particolare riguardo alla produzione e al commercio della seta con lo scopo di stringere accordi commerciali diretti con i bachicoltori giapponesi (Pietro Savio, La prima spedizione italiana nell'interno del Giappone e nei centri sericoli…, Milano, Treves, 1870).


3. P. Savio, 1870: relazione della prima spedizione italiana nei centri di produzione della seta in Giappone.


4a. Fukuda Tokuzō, 1898: traduzione in giapponese di un saggio sull’insegnamento commerciale superiore, di R. Ehrenberg

Nel 1899 Fukuda Tokuzō (1874-1930) viene a Venezia per partecipare  al “Congresso internazionale dell’insegnamento commerciale” tenutosi nel Palazzo di Ca’ Foscari nel maggio 1899. In quell’occasione dona alla Scuola un volume da lui tradotto in giapponese relativo all’insegnamento commerciale in Europa e nelle Americhe: Ehrenberg Richard, Fukuda Tokuzō (trad.), Kōtō shōgyō kyōikuron 高等商業教育論 (Sull’insegnamento commerciale superiore), Kōtō shōgyō gakkō, Tōkyō 1898. Fukuda Tokuzō fu tra i pionieri della moderna scienza economica in Giappone, e in seguito alla sua visita a Venezia iniziò uno scambio tra Ca' Foscari e l'allora Scuola Superiore di Commercio di Tōkyō (Tōkyō Kōtō Shōgyō Gakkō 東京高等商業学校), oggi Università Hitotsubashi, per la cui organizzazione Fukuda prese a modello proprio la regia Scuola Superiore di Commercio di Venezia.


4b. La scuola Superiore di Commercio di Tokyo (1921)


5.  Giulio Gattinoni, 1906: antologia di poesia giapponese tradotta in italiano

Giulio Gattinoni, uno dei primi studenti veneziani di giapponese, diventato docente di giapponese al Circolo Filologico di Venezia e successivamente all’Istituto Orientale di Napoli e autore nel 1890 di una Grammatica giapponese della lingua parlata, nel 1906 pubblica una antologia di poesia giapponese tradotta in italiano (La poesia al Giappone), in modo da affiancare alla conoscenza linguistica quale strumento di interesse prettamente commerciale anche l’approccio alla cultura letteraria giapponese.


6a. Terasaki Takeo: grammatica della lingua giapponese (1911)

Un grande contributo allo sviluppo dell’insegnamento della lingua giapponese a Venezia fu dato da Terasaki Takeo, professore madrelingua che dal 1908 al 1922 insegnò lingua giapponese alla Scuola, sebbene a periodi alterni. Di grande rilievo la sua Grammatica teorico-pratica della lingua giapponese parlata (1911), nella cui prefazione troviamo i nomi dei primi professori giapponesi che si sono susseguiti sulla cattedra di lingua giapponese della Scuola: Yoshida Yōsaku nel 1873-1875 (che era interprete del consolato generale giapponese a Venezia e fu poi funzionario del Ministero degli Affari Esteri a Tōkyō), Ogata Korenao nel 1876-1877, il pittore Kawamura Kiyō nel 1878-1881, lo scultore Naganuma Moriyoshi nel 1881-1887, Itō Heizō nel 1887-1888 (già studente cafoscarino, vi diviene poi docente; tornato in Giappone insegnerà letteratura italiana a Tōkyō), fino a Terasaki Takeo dal 1908 al 1922.


6b. Ritratto fotografico di Terasaki Takeo (1921)


 7. Ottaviano Zuliani, 1918: un saggio inviato da Kobe (Giappone) nel luglio 1917.

Ottaviano Zuliani (1876-1922), diplomato in Commercio a Ca’ Foscari nel 1898, lavorò per varie società di navigazione per conto delle quali fu inviato anche in Giappone per allacciarvi rapporti d’affari. E’ proprio dal Giappone, da Kobe, che scrive nel luglio 1917 e pubblica nel 1918 uno Studio sul Giappone e sui mezzi da escogitare perché l'Italia possa affermarsi nell'Estremo Oriente; sul frontespizio la dedica al prof. Primo Lanzoni, presidente dell’Associazione Antichi Studenti.


Oggetti esposti - Teca 2

 

8. 1923: arriva la notizia del disastroso terremoto della zona del Kanto, in Giappone (Bollettino Antichi Studenti, n. 81, luglio- novembre 1923). 

Il 1° settembre 1923 il Giappone viene colpito da un disastroso terremoto nella zona del Kantō; il Bollettino dell’Associazione Antichi Studenti ne registra subito la notizia e dà informazioni riguardo al prof. Terasaki e a Timo Pastorelli che in quel periodo si trovavano entrambi in Giappone. Timo Pastorelli, laureato a Ca’ Foscari in Commercio nel 1906 e in Ragioneria nel 1907, era andato ad insegnare lingua italiana alla Foreign Languages School di Tōkyō. Il prof. Terasaki, che si trovava a Osaka, non farà più ritorno in Italia; si interrompe così il suo lungo periodo di insegnamento a Venezia e con lui anche l’insegnamento di lingua giapponese a Ca’ Foscari che riprenderà solamente negli anni Sessanta.


 

9. Antonino Pennello, tesi di laurea, 1936.

Nonostante la lunga sospensione dell’insegnamento della lingua giapponese rimane tuttavia immutato l’interesse di ambito economico-commerciale di Ca’ Foscari verso il Giappone. Lo testimoniano varie tesi di laurea, tra le quali quella di Antonino Pennello (Lo sviluppo del commercio estero giapponese con speciale riguardo all’esportazione di manufatti, laurea in Scienze applicate alla carriera diplomatica e consolare; tesi discussa il 4 dicembre 1936).


10a. 1938, 7 giugno: cronaca della visita di studenti giapponesi a Ca’ Foscari (Bollettino Antichi Studenti n. 125, luglio-agosto 1938).

I rapporti tra il Giappone e Ca’Foscari continuano: nell’estate del 1938 alcuni studenti giapponesi dell’Università Dōshisha di Kyōto guidati dal prof. Ariga Tetsutarō (1899-1977), fanno visita alla Scuola. È un momento importante, in quanto a viaggiare per tenere vivi i rapporti non sono solo i laureati cafoscarini che si recano in Giappone, ma anche gli studenti giapponesi che vengono a Ca’ Foscari, in quanto anche in Giappone il processo di consolidamento dei rapporti procede con fermento.


10b. 1938, 7 Giugno: Studenti giapponesi di Kyoto in visita a Ca' Foscari


 

11. 1941, pieghevole della Società Amici del Giappone.

Negli anni Quaranta Ca’ Foscari continua a promuove i rapporti con il Giappone e la diffusione della lingua e della cultura giapponese in Italia anche attraverso l’adesione alla “Società Amici del Giappone - Nippon-Tomo no Kai”, che aprirà una sua sezione a Venezia. La Società “Amici del Giappone”, che ha il suo corrispettivo a Tōkyō nella “Società Amici dell’Italia”, era stata costituita alla fine del 1937 presso l’Istituto italiano per il Medio ed Estremo Oriente (IsMEO) con lo scopo di “promuovere i rapporti fra l’Italia e il Giappone per sviluppare la reciproca conoscenza fra i due popoli e l’amicizia fra le due Nazioni”.


12. 1943, 16 gennaio: corso di lingua giapponese organizzato dall’IsMEO a Ca’ Foscari, docente Giancarlo Castagna.

Nel 1943 Ca' Foscari è sede dei corsi di lingua giapponese promossi dall’IsMEO, che vanno così a coprire l’assenza di corsi interni di lingua giapponese che riprenderanno soltanto nel 1965 con Paolo Beonio Brocchieri assistito da Matsui Masatoshi.


 

13. 1944: l’Associazione italo–nipponica invia al rettore Alfonso De Pietri Tonelli un invito ad aderire all’Associazione.

Il rettore di Ca’ Foscari il 2 agosto 1944, in seguito a delibera dal Consiglio di Amministrazione, iscrive l’Ateneo all’ “Associazione Italo-nipponica” (I-niti Kyōkai), evoluzione della “Società amici del Giappone”, che aveva inaugurato la sua sede a Venezia il 26 marzo 1944 con un significativo dislocamento dell’istituto culturale nella città che era stata prima sede del Consolato generale del Giappone in Italia.


Esposizioni precedenti

file pdfDue Portolani Antichi
Gennaio 2019 - Maggio 2019
427 K
file pdfLa Statistica a Ca' Foscari: il dibattico, la ricerca e la didattica
Maggio 2018 - Dicembre 2018
371 K
file pdfNel centenario di Ca' Foscari: 1868-1968
Agosto 2017 - Aprile 2018
282 K
file pdfFeliciano Benvenuti nel centenario della sua nascita
Ottobre 2016 - Luglio 2017
168 K
file pdfVita Studentesca
aprile-novembre 2016
366 K
file pdfOspiti illustri a Ca' Foscari
novembre 2015-marzo 2016
361 K
file pdfNascita Regia Scuola Superiore di Commercio
maggio-ottobre 2015
298 K