Primi piani

Achille Giacometti
Fisica della materia

Ci parli di lei: cosa insegna a Ca’ Foscari, quali sono i suoi interessi e i suoi ambiti di Ricerca.
Sono un fisico teorico della materia e studio il comportamento microscopico di sistemi a tante particelle mediante teorie statistiche e simulazioni numeriche. Un esempio particolarmente importante è dato dai sistemi biologici, dove tante molecole di tipo diverso si autoassemblano in un sistema biologicamente attivo. Coerentemente con questo percorso di ricerca, insegno un corso di Mathematical Methods for Physics, uno di Condensed Matter Physics, e di Advanced Physical Methods, tutti in inglese, in due Lauree magistrali diverse.

Qual è stato il suo percorso accademico?
Dopo la Laurea in Fisica all’Università di Padova, sono andato negli Stati Uniti a fare il PhD e poi in Germania come uno dei primi Marie Curie Fellow. Sono poi tornato in Italia presso la SISSA di Trieste come post-doc fino a quando non ho vinto un posto di ricercatore a Ca’ Foscari.

Qual è l'aspetto che più l'appassiona del suo ambito di ricerca?
Fare ricerca è un po’ come fare l’investigatore: mettere assieme tutti i pezzi di un puzzle per ottenere un quadro coerente. Se tutti i pezzi non sono al loro posto, vuol dire che c’è qualcosa che non va.

Cosa dice ai giovani che si avvicinano alla ricerca oggi?
Di mantenere sempre alto l’entusiasmo per questo mestiere. Nonostante tutti i risvolti negativi dati dall’ambiente esterno in generale, e da quello italiano in particolare, è pur sempre il mestiere più bello del mondo.

Last update: 27/09/2022