Primi piani

Flavio Rizzolio
Biologia molecolare

Ci parli di lei: cosa insegna a Ca’ Foscari, quali sono i suoi interessi e i suoi ambiti di Ricerca.
I miei corsi sono incentrati nell’ambito della biologia e si focalizzano sugli aspetti di tipo biomolecolare e cellulare; l’ecotossicologia con l’obiettivo principale di fornire le conoscenze che riguardano l’interazione genotossica tra l’ambiente e l’uomo; le nanotecnologie applicate nel campo biomedicale.Nell’ambito della ricerca scientifica da parecchi anni mi occupo di aspetti traslazionali collegati alla terapia del tumore ovarico ed in parte del tumore colorettale. Il gruppo di ricerca è multidisciplinare per affrontare tutte le problematiche associate alla scoperta dei meccanismi di base che regolano la crescita delle cellule tumorali, lo sviluppo di farmaci mirati e nanofarmaci e la loro applicazione in clinica.

Qual è stato il suo percorso accademico?
Mi sono laureato in Biologia all’Università di Pavia dove ho conseguito anche la specializzazione in Genetica applicata. Dopo un periodo trascorso al San Raffaele di Milano, ho svolto il dottorato di ricerca dell’Università di Siena in collaborazione con la Temple University di Philadelphia.

Le soddisfazioni professionali più grandi?
Vedere i propri lavori scientifici citati su libri importanti nell’ambito della medicina

L’ ambito di cui si è sempre voluto/a occupare ma che non ha ancora avuto occasione di esplorare?
Vorrei studiare i meccanismi di funzionamento della cellula tumorale attraverso approcci interdisciplinari che si basano sull’interazione tra la biologia, la fisica e la chimica.

Uno sguardo al domani: come si immagina la sua ricerca del futuro?
Nell’ambito della biologia, completamente differente da come oggi viene affrontata in Italia. Un po’ come succede nella fisica, immagino tanti gruppi che collaborano per un obiettivo comune. Il virus SARS-COV2 ne è stato un esempio.

Last update: 22/09/2022