Informazioni docenti vincitori bandi

In questa pagina sono indicate le modalità di stipula del contratto per i docenti che risultano vincitori di un bando di insegnamento, i compensi previsti e la loro erogazione, in base alla normativa di Ateneo e del Dipartimento di afferenza.


Normativa di Ateneo


Normativa di Dipartimento

Contratto

A ciascun docente viene inviato, all’indirizzo mail indicato nella domanda di partecipazione al bando, il contratto di insegnamento in formato pdf. Il contratto dovrà essere stampato dal docente in due esemplari, siglato in ogni pagina, sottoscritto e restituito mediante posta alla Segreteria didattica al seguente indirizzo: Dipartimento di Studi sull'Asia e sull'Africa Mediterranea, Palazzo Vendramin dei Carmini, Dorsoduro 3462, 30123 Venezia, o consegnato personalmente presso la Segreteria didattica prima dell'inizio del corso; in caso contrario il docente non potrà iniziare le proprie attività.

Nel caso in cui, 10 giorni prima dell’inizio dell’attività, il docente non avesse ancora ricevuto il contratto nelle modalità sopraindicate, è tenuto a contattare la Segreteria didattica ( didattica.dsaam@unive.it, tel. 041 234 9517).

Prima di restituire il contratto, leggere con attenzione controllando i dati personali e in particolare la dichiarazione di essere/non essere titolare di partita IVA.

I docenti dipendenti di altra Amministrazione Pubblica dovranno tempestivamente fornire il nulla osta allo svolgimento dell'incarico, qualora previsto dalla Amministrazione Pubblica di appartenenza, senza il quale non si potrà procedere alla stipula del contratto, con conseguente divieto di iniziare le attività. Il docente è in ogni caso tenuto al rispetto delle disposizioni regolamenta ripreviste dall’Amministrazione di appartenenza in materia di incarichi extraufficio e indicate nella domanda di partecipazione al bando di selezione per il conferimento dell’incarico didattico.


Compensi

Parametri retributivi per la docenza a contratto stabiliti dal Consiglio di Amministrazione con delibera n.112 del 7/10/2011

Numero esami Compenso orario 30 ore 60 ore
dal 1 a 75 € 60 all'ora € 1.800,00 € 3.600,00
da 76 a 150 € 75 all'ora € 2.250,00 € 4.500,00
oltre 150 € 90 all'ora € 2.700,00 € 5.400,00

I compensi sono da intendersi come lordo percipiente.

Il numero di esami svolti è stimato sulla base dello storico (media dei tre precedenti anni accademici). Qualora non fosse possibile, il numero di esami svolti è stato stimato direttamente nella delibera del Consiglio di Dipartimento di afferenza.

Agli incarichi di attività didattica integrativa e di corsi integrativi viene applicata una riduzione del 25% dei parametri della tabella sopra riportata.


Erogazione del compenso

L’erogazione del compenso per le attività svolte potrà avvenire in un'unica soluzione solo dopo la scadenza del contratto o dei contratti stipulati e solo a seguito della consegna:

  • del registro delle attività didattiche, da compilare e inviare secondo la procedura online reperibile in area riservata alla pagina Registri, diario, questionari.
  • della nota di prestazione d’opera, reperibile in area riservata alla pagina Modulistica e documentazione. La nota va presentata al Dipartimento alla data di scadenza indicata nel contratto, un’unica volta per tutti i corsi inclusi in ciascun contratto stipulato con l’Università. Qualora i contratti fossero più di uno, dovranno essere compilate più note di prestazione. Nel caso in cui fossero necessari chiarimenti per la compilazione, è possibile contattare l’ABiF-Settore personale non strutturato ( bilancio.incarichi@unive.it, tel. 041 234 8309 / 8329).

Si invitano i docenti titolari di partita IVA a non emettere parcella elettronica prima della scadenza del contratto e a consegnarla alla Segreteria Didattica del Dipartimento insieme al registro e alla nota di prestazione, secondo le istruzioni indicate nella nota stessa.

Nel caso di eventuale cessazione o decadenza anticipata dal contratto, la documentazione necessaria per consentire la liquidazione del compenso spettante, eventualmente ridotto proporzionalmente alla prestazione effettivamente svolta fino a quel momento, va presentata in Segreteria Didattica del Dipartimento a partire dalla data di cessazione/decadenza, anche al fine di garantire la corretta gestione fiscale e previdenziale rispetto al periodo di lavoro effettivo.

Il compenso sarà erogato solo previo ordine di pagamento del Dipartimento, a cui il docente può rivolgersi per informazioni sulle tempistiche di pagamento.