LINGUISTICA ITALIANA MOD. 1

Anno accademico 2018/2019 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese ITALIAN LINGUISTICS MOD. 1
Codice insegnamento LM5510 (AF:279862 AR:157228)
Modalità Convenzionale
Crediti formativi universitari 6
Livello laurea Laurea magistrale (DM270)
Settore scientifico disciplinare L-FIL-LET/12
Periodo I Semestre
Anno corso 1
Inquadramento dell'insegnamento nel percorso del corso di studio
Il corso si inquadra nelle attività caratterizzanti del Corso di Laurea in Scienze del linguaggio (percorsi di Glottodidattica, Linguistica per la sordità e i disturbi del linguaggio, Linguistica teorica).
Il corso si propone di discutere alcuni aspetti di linguistica italiana alla luce della ricerca linguistica contemporanea, in chiave comparativa con altre lingue e con varietà dialettali.
Gli obiettivi formativi generali includono l’acquisizione di una piena consapevolezza nell’analisi delle strutture dell’italiano, per ciò che riguarda gli aspetti formali e i contesti di uso, e il rafforzamento dell'abilità dei/delle studenti a formulare ipotesi, raccogliere dati, reperire le fonti, presentare e discutere proposte teoriche.
Risultati di apprendimento attesi
1. Conoscenza e comprensione:
Conoscere e comprendere le recenti ipotesi linguistiche sulla grammatica dell’italiano.
Conoscere e comprendere i fenomeni dell’italiano nel contesto di uso della lingua.
Conoscere la terminologia tecnica e i metodi di raccolta dati che permettono di fare ricerca sull’italiano.

2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Saper utilizzare gli strumenti d’analisi della linguistica formale per descrivere e comprendere aspetti dell’italiano.
Saper utilizzare correttamente la terminologia linguistica in tutti i processi di applicazione delle conoscenze acquisite, ad es. analizzando nuovi dati o insegnando l’italiano.
Saper applicare le conoscenze acquisite per ottenere dati linguistici nuovi.
Essere in grado di discutere analisi diverse degli stessi dati linguistici.

3. Autonomia di giudizio:
Essere in grado di argomentare ipotesi diverse per analizzare dati linguistici dell’italiano.
Essere in grado di produrre dati italiani a sostegno o a confutazione di ipotesi diverse.

4. Abilità comunicative:
Esprimere in forma scritta le ipotesi e gli aspetti linguistici trattati durante il corso utilizzando la terminologia specifica degli studi linguistici.
Esprimere in forma scritta un approfondimento di uno degli argomenti trattati durante il corso.
Essere in grado, durante le lezioni, di interagire con i pari e con la docente in modo critico e rispettoso.

5. Capacità di apprendimento:
Essere in grado di sviluppare un ragionamento critico.
Essere in grado di trasmettere informazioni, idee, problemi e soluzioni su dati linguistici dell’italiano.
Essere in grado di ricercare le fonti bibliografiche adeguate per studiare un fenomeno linguistico dell’italiano.
Prerequisiti
Buone conoscenze di linguistica e di teoria della sintassi.

Contenuti
Saranno discussi i seguenti temi:
1. la frase nel contesto: ordini marcati e non marcati dei costituenti in italiano
2. la lingua nel contesto: le caratteristiche sintattiche dei registri dell’italiano; fenomeni di contatto (l’italiano delle traduzioni, italiano e dialetti)
3. la lingua e l’accessibilità: complessità e semplificazione; insegnamento esplicito delle strutture sintattiche complesse; valutazione linguistica accessibile.
Testi di riferimento
Si discuteranno i seguenti lavori:

1. Benincà P. (2001), L’ordine degli elementi della frase e le costruzioni marcate, in Renzi, Salvi e Cardinaletti (a cura di), Grande grammatica italiana di consultazione, Bologna, il Mulino, Vol.1: pp. 129-162.

2. Berruto G. (2012), Sociolinguistica dell’italiano contemporaneo, Carocci, Capp. 1,3,4
Cardinaletti A. e G. Garzone (a cura di) (2005) L’italiano delle traduzioni, FrancoAngeli, Capitoli: Garzone, Cardinaletti, Giusti.
Cardinaletti A. e N. Munaro (a cura di) (2009) Italiano, italiani regionali e dialetti, FrancoAngeli, Capitoli: Benincà-Penello, Cardinaletti, Chinellato, Cordin, Munaro.

3. Cardinaletti, A. (2018) Equal opportunities for access to university education: language testing for students with disabilities, in S. Pace, M. Pavone, D. Petrini (a cura di), UNIversal Inclusion. Rights and Opportunities for Students with Disabilities in the Academic Context, FrancoAngeli, pp. 111-117. (disponibile in fotocopia in biblioteca - Ca' Bembo)
Cardinaletti, A. (a cura di) (2018) Test linguistici accessibili per studenti sordi e con DSA. Pari opportunità per l'accesso all'Università, FrancoAngeli.
Borghi, M. (2018), Il testo semplificato semplifica la vita? Breve indagine sull’efficacia dei testi ad alta leggibilità nella comprensione testuale degli studenti stranieri, Italiano LinguaDue, n. 1. 2018, 373-394.
Voghera M. (2001) Riflessioni su semplificazione, complessità e modalità di trasmissione: sintassi e semantica, in Dardano M., Pelo A., Stefinlongo A. (a cura di), Scritto e parlato. Metodi, testi e contesti, Atti del Colloquio internazionale di studi, Aracne, pp. 65-78.
Volpato F., G. Bozzolan (2017), Explicit Teaching of Syntactic Movement in Passive Sentences and Relative Clauses. The Case of a Romanian/Italian Sequential Bilingual Child, Annali di Ca’ Foscari. Serie occidentale 51, 357-381

Altre letture potranno essere indicate in classe.

Grammatica di riferimento:
Renzi L., G. Salvi e A. Cardinaletti (a cura di) (2001), Grande grammatica italiana di consultazione, il Mulino, Bologna, 3 voll.
Modalità di verifica dell'apprendimento
La verifica dell'apprendimento avviene attraverso una prova scritta della durata di 3 ore. La prova scritta consiste di 10 domande/esercizi a risposta aperta, con lo scopo di accertare le abilità acquisite per analizzare le strutture dell’italiano analizzate nel corso e per compararle con quelle di altre lingue.

Per il superamento dell’esame è anche richiesto un elaborato finale (10 pp.), da svolgere anche in coppia, di approfondimento su un tema discusso nel corso.
Metodi didattici
Lezioni frontali con partecipazione attiva degli studenti;
attività di apprendimento collaborativo con altri studenti;
attività tutorate dalla docente.
Lingua di insegnamento
Italiano
Altre informazioni
Dato l'alto contenuto tecnico della disciplina, la frequenza è vivamente consigliata.

Accessibilità, Disabilità e Inclusione
Accomodamenti e Servizi di Supporto per studenti con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento:
Ca’ Foscari applica la Legge Italiana (Legge 17/1999; Legge 170/2010) per i servizi di supporto e di accomodamento disponibili agli studenti con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento. Se hai una disabilità motoria, visiva, dell’udito o altre disabilità (Legge 17/1999) o un disturbo specifico dell’apprendimento (Legge 170/2010) e richiedi supporto (assistenza in aula, ausili tecnologici per lo svolgimento di esami o esami individualizzati, materiale in formato accessibile, recupero appunti, tutorato specialistico a supporto dello studio, interpreti o altro) contatta l’ufficio Disabilità e DSA disabilita@unive.it
Modalità di esame
scritto
Sostenibilità
  • Questo insegnamento tratta argomenti connessi alla macroarea "Capitale umano, salute, educazione" e concorre alla realizzazione dei relativi obiettivi ONU dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile
Programma definitivo.
Data ultima modifica programma
14/12/2018