LINGUA RUSSA 3

Anno accademico
2019/2020 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese
RUSSIAN LANGUAGE 3
Codice insegnamento
LT009X (AF:306979 AR:166459)
Modalità
In presenza
Crediti formativi universitari
12
Partizione
Livello laurea
Laurea
Settore scientifico disciplinare
L-LIN/21
Periodo
II Semestre
Anno corso
3
Spazio Moodle
Link allo spazio del corso
L'insegnamento di Lingua russa 3 - Classe 2 (LT009X_Classe 2) si inquadra nelle attività caratterizzanti del corso di laurea in Lingue, civiltà e scienze del linguaggio ed è rivolto agli iscritti al Curriculum politico-internazionale (cognomi M-Z). Il corso è costituito da un modulo docente (semestrale), supportato da esercitazioni (annuali) di carattere tecnico-pratico miranti ad agevolare l’apprendimento della lingua da parte degli studenti.

I risultati di apprendimento attesi consistono nello sviluppo di competenze metalinguistiche e nel conseguimento di una preparazione linguistica complessiva (scritta e orale) che siano paragonabili al livello B2 (intermedio-superiore) del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER). Il raggiungimento dei risultati dell’apprendimento è verificato con un’unica prova d’esame strutturata in più parti (modalità: scritto e orale congiunti).

1. Conoscenza e capacità di comprensione
L’insegnamento mira a fornire una conoscenza, sia teorica che applicata, delle strutture sintattiche della lingua russa contemporanea. Al termine del corso lo studente deve essere in grado di effettuare una corretta analisi del periodo, di distinguere le varie tipologie di frasi semplici e complesse, di capire le idee principali di testi vertenti su argomenti concreti e astratti, di comprendere le discussioni tecniche nel proprio campo di specializzazione. Egli deve altresì essere capace di sostenere una conversazione in russo con una scioltezza tale da permettergli di relazionarsi in modo spontaneo con persone madrelingua in contesti d’uso quotidiano a un livello equiparabile al B2 del QCER.

2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Le competenze sviluppate durante il corso devono portare lo studente a riconoscere e descrivere le strutture sintattiche della lingua russa, a interagire in situazioni comunicative con parlanti nativi, a comprendere e produrre testi e messaggi orali e scritti a livello B2 del QCER, a reagire in maniera adeguata a qualsiasi situazione comunicativa, riconoscendone il registro linguistico, e a capire i punti principali di una trasmissione o registrazione audiovisiva in lingua standard.

3. Autonomia di giudizio
Lo studente deve essere capace di formulare giudizi di correzione e grammaticalità fondati su riflessioni linguistiche, di reperire le fonti bibliografiche indicate dal docente, di utilizzare agevolmente non solo un dizionario bilingue, costituito da un lemmario di adeguate dimensioni, bensì anche un dizionario commentato monolingue. Egli deve essere inoltre in grado di mettere in atto strategie comunicative, mostrando di saper argomentare un’opinione a livello B2 del QCER, operare scelte traduttive per testi relativamente complessi,

4. Abilità comunicative
Lo studente deve saper spiegare le differenze tra le strutture sintattiche delle lingue italiana e russa, applicando la terminologia della linguistica nella descrizione dei fenomeni morfo-sintattici. Egli deve saper esprimersi correttamente in situazioni comunicative, formali e informali, a livello B2 del QCER, dimostrando altresì un’adeguata capacità di mediazione tramite la traduzione dall’italiano al russo.

5. Capacità di apprendimento
Lo studente deve imparare a leggere e tradurre (col sussidio di un dizionario) testi di difficoltà intermedia-superiore, riferibili all’ambito
Superamento dell’esame di Lingua russa 2. Conoscenza della lingua russa al livello B1 del QCER.
Nel corso del modulo docente saranno trattati i seguenti argomenti della grammatica russa: introduzione alla sintassi russa del periodo semplice e complesso; le frasi impersonali; la formazione e l'uso delle forme participiali e gerundive del verbo; le forme lunghe e brevi degli aggettivi; pronomi, aggettivi e avverbi negativi.

Durante le esercitazioni si affronteranno i seguenti temi di conversazione:
I semestre: 1. la Russia: le principali nozioni di geografia, clima, risorse naturali, popolazione e lingue, stato (presidente, parlamento, governo); le repubbliche della Federazione Russa, le principali regioni e città; 2. Mosca e San Pietroburgo: storia del paese attraverso la storia della capitale e dell'ex-capitale della Russia; cenni storici, posizione, centri amministrativi e monumenti principali; 3. le università russe e il sistema di istruzione e formazione; il lavoro e la carriera dei giovani.
II semestre: la salute dell'uomo (corpo, malattie, cure, prevenzione); il sistema sanitario nazionale russo; l'uomo e la natura, l'ecologia e l'ambiente; l'uomo nel mondo moderno e l'uso dei social network.

Inoltre, parte delle esercitazioni saranno dedicate alla fissazione di alcune conoscenze grammaticali e allo sviluppo delle abilità comunicative:
I semestre: i verbi con -sja; la diatesi attiva e passiva; il participio e il gerundio (esercizi); le frasi subordinate causali e concessive (periodo semplice e composto); la formazione di sostantivi da verbi, l’attributo non concordato (несогласованные определения); ripasso dei casi obliqui.
II semestre: gli aggettivi brevi, i complementi di fine e le subordinate finali, le subordinate comparative e relative (con который).

Nel corso delle esercitazioni saranno altresì trattati alcuni aspetti della traduzione dall’italiano al russo: l’uso dei dizionari, i fattori linguistici ed extralinguistici, la traduzione delle espressioni di movimento e di tempo, l'uso di alcune locuzioni pronominali particolari nella proposizione semplice e composta, nelle costruzioni passive e nelle frasi impersonali.
C. Cevese, Ju. Dobrovolskaja, E. Magnanini, Grammatica russa. Morfologia: teoria ed esercizi, Milano, Hoepli, 2000.
C. Cevese, Ju. Dobrovolskaja, Sintassi russa. Teoria ed esercizi, Milano, Hoepli, 2005.
N. Nikitina, Corso di russo. Livelli B1-B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, Hoepli, Milano 2016.
N. Nikitina, Eserciziario di russo con soluzioni. Livelli B1-B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, Hoepli, Milano 2016.
N. Nikitina, Esercizi di lingua russa. Morfologia: livello avanzato (con soluzioni), Hoepli, 2013.
M.G. Benedek, Come tradurre in russo, Milano 1995.
И. Некрашевич, Н. Фридлянд, Н. Любич, I Love Russian. Coursebook. B1.1, Liden & Denz Gmbh, 2019. ISBN – 9783907154021
Dizionari:
V. Kovalev, il Kovalev. Dizionario Russo-Italiano / Italiano-Russo. Quarta edizione, Zanichelli, Bologna 2014.
J. Dobrovolskaja, Grande dizionario Russo-Italiano / Italiano Russo, Hoepli, Milano 2001.
S.I. Ožegov, Tolkovyj slovar’ russkogo jazyka, Moskva, 1997 (o altra edizione).
Grammatiche italiane:
L. Renzi, G. Salvi, A. Cardinaletti (a cura di), Grande grammatica italiana di consultazione, voll. I-III, Bologna, 1988-1996.
G. Salvi, L. Vanelli, Nuova grammatica italiana, Bologna, il Mulino, 2004.
Manuale di linguistica:
G. Graffi, S. Scalise, Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica, Bologna, il Mulino, 2002.
La verifica dei risultati dell’apprendimento avviene attraverso un esame strutturato in due parti (A e B), una orale e l’altra scritta, ciascuna delle quali è a sua volta suddivisa in più prove. In nessun caso è ammesso l’uso di grammatiche, manuali, appunti, telefoni cellulari, internet, dispositivi elettronici. Durante la prova di traduzione A.1, da redigere in corsivo su apposito foglio protocollo timbrato, è consentito l’uso di dizionari bilingui e monolingui commentati.

La parte scritta (A), che mira alla verifica delle conoscenze grammaticali apprese, di capacità operative nell’ambito della traduzione, di competenze nell’ambito della mediazione linguistica, è suddivisa in:
A.1) test lessico-grammaticale e traduzione dall’italiano al russo di una serie di proposizioni semplici e composte (coordinate e subordinate), corrispondenti ai tipi trattati durante l’anno (durata: 2 ore e 30 minuti, con dizionario bilingue);
A.2) traduzione dal russo all’italiano di un testo concernente argomenti relativi al proprio curriculum (durata: 2 ore, con dizionari bilingui e monolingui).

La parte orale (B), della durata indicativa di 30-40 min., è suddivisa in:
B.1) breve presentazione e conversazione in lingua russa su argomenti di geografia, ecologia, ordinamento politico, storia, cultura, società e attualità, riguardanti letture svolte nell’arco dell’anno, durante le quali lo studente deve dimostrare di riuscire a mettere in atto adeguate strategie comunicative e di interagire in maniera appropriata;
B.2) lettura ad alta voce (senza accenti segnati), traduzione dal russo all’italiano e approfondito commento linguistico delle 70 pagine indicate all'inizio dell'anno (una pagina equivale a 2000 battute, spazi inclusi); nel commentare il testo letto e tradotto lo studente deve dimostrare di saper descrivere i fenomeni morfologici e sintattici della lingua russa, applicando la terminologia più appropriata all'analisi linguistica del testo;
B.3) eventuale breve presentazione e riassunto in lingua russa di un testo a scelta fra quelli inclusi nelle 70 pagine di lettura autonoma; nel corso dell'esposizione lo studente deve dimostrare di saper argomentare correttamente la sua opinione sul contenuto del testo.

Gli studenti devono presentarsi all’appello muniti di un documento di identità e di tesserino universitario. Gli scritti si svolgono uno dopo l’altro durante lo stesso giorno con un breve intervallo tra le due prove. Durante lo svolgimento dell’esame scritto non è permesso entrare e uscire dall’aula; gli studenti devono avere comportamenti improntati alla massima correttezza e al rispetto del principio di autenticità dell’elaborato. Chi volesse ritirarsi ad esame iniziato, potrà farlo durante l’intervallo oppure al termine della seconda prova, consegnando al docente il compito e i fogli protocollo ricevuti, apponendo su di essi, accanto al nome, cognome e numero di matricola, la richiesta firmata di rinuncia all’esame.
Il superamento di A.1-2 è propedeutico all’ammissione alla prova orale. Quest’ultima si tiene non prima dell’ottavo giorno successivo e deve essere sostenuta per intero (B.1-3) nel medesimo appello degli scritti. Condizione necessaria per il superamento dell’esame di Lingua russa 3 è un esito almeno sufficiente da conseguire sia nella parte scritta che in quella orale. Il voto finale corrisponderà alla media dei voti conseguiti nella parte scritta e in quella orale dell'esame.

ESAMI TELEMATICI
Nel periodo di emergenza sanitaria Covid-19 gli esami si svolgono in forma telematica. La descrizione delle modalità d'esame si trova nella sezione "Altre informazioni" del presente Syllabus.
Lezioni frontali ed esercitazioni.
Italiano
Il modulo teorico del corso si svolgerà nel secondo semestre. Le esercitazioni linguistiche di carattere tecnico-pratico cominciano con l'anno accademico. Gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare la docente all’inizio del corso.

ESAMI TELEMATICI
Nel periodo di emergenza sanitaria Covid-19 gli esami si svolgono in forma telematica secondo la modalità di esecuzione open book. Tale modalità ammette la possibilità per gli/le studenti di consultare i testi di riferimento o altre sorgenti di informazione durante l’esame ed è basata sul patto di fiducia reciproca che sta alla base della relazione docente-discente. È quindi fondamentale che gli/le studenti mantengano un comportamento di massima correttezza in tutte le fasi dell’esame.
L’esame prevede: 1) una parte scritta, che si svolge in forma collettiva, con tutti/e gli/le studenti iscritti/e all’esame connessi alla piattaforma di videoconferenza Google Hangouts Meet, e 2) una parte orale che si svolge in forma di colloquio individuale, mediante la medesima piattaforma di videoconferenza, durante la quale è previsto anche lo svolgimento di un esercizio scritto.
1) PARTE SCRITTA
Dopo aver identificato tutti/e gli/le studenti, la docente somministra i quesiti attraverso la piattaforma Moodle; gli/le studenti elaborano le risposte ai quesiti e consegnano l’elaborato entro i tempi stabiliti dalla docente attraverso la stessa piattaforma Moodle.
La parte scritta consiste in due prove:
1a. Test grammaticale (Quiz di Moodle)
(40 frasi da completare con risposta multipla, 0.75 punti per frase corretta, tempo: 40 minuti)
2b. Traduzione di un brano dal russo all’italiano (Compito di Moodle)
(1200 battute, spazi inclusi, tempo: un’ora e 30 minuti)
2) PARTE ORALE
Se ammessi alla parte orale dell’esame, gli/le studenti devono connettersi alla piattaforma in videoconferenza Google Hangouts Meet all’orario comunicato dalla docente. Dopo l’identificazione dello/a studente si può procedere alle tre prove orali (le prove indicate ai punti 2b e 2c possono essere sostenute in un secondo momento, sulla base delle indicazioni fornite dalla docente):
2a. Breve conversazione in russo (ca. 5 minuti);
2b. Traduzione di tre frasi dall’italiano al russo e trasformazione di due frasi dal discorso diretto al discorso indiretto e da una costruzione attiva a una costruzione passiva (esercizio scritto, ca. 10 minuti);
2c. Lettura, traduzione in italiano e commento degli aspetti grammaticali relativi a una o più frasi tratte dai testi letti autonomamente (ca. 10 minuti). I testi letti devono corrispondere complessivamente a 70 cartelle selezionate dai file disponibili in Moodle. È possibile, a seconda dell’andamento della prova, che la docente chieda di riassumere oralmente il contenuto di uno degli articoli letti.
Argomenti di grammatica su cui verteranno le prove indicate ai punti 1a, 2b e 2c: 1. Pronomi negativi con ни / не; 2. Forma lunga e breve dell’aggettivo; 3. Participi (tutti i tipi); 4. Gerundio perfettivo e imperfettivo; 5. Discorso diretto e indiretto; 6. Uso di что e чтобы; 7. Complementi di causa con от, из, из-за, благодаря, по, за; 8. Complementi di fine con для, на, за, к; 9. Complementi di tempo con на, в, за, от, до, через, по; 10. Subordinate finali (implicite ed esplicite); 11. Subordinate causali; 12. Subordinate temporali; 13. Frase impersonale con avverbio predicativo / genitivo di negazione / verbo impersonale; 14. Diatesi attiva e passiva del verbo (verbo con -sja passivante e forma breve di participio passato passivo).
scritto e orale

Questo insegnamento tratta argomenti connessi alla macroarea "Capitale umano, salute, educazione" e concorre alla realizzazione dei relativi obiettivi ONU dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile

Programma definitivo.
Data ultima modifica programma: 20/05/2020