FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO II

Anno accademico 2020/2021 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese PHILOSOPHY OF LANGUAGE
Codice insegnamento FM0396 (AF:312016 AR:177986)
Modalità Per la modalità didattica vedi gli orari delle lezioni
Crediti formativi universitari 6 su 12 di FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO SP.
Livello laurea Laurea magistrale (DM270)
Settore scientifico disciplinare M-FIL/05
Periodo 4° Periodo
Anno corso 2
Sede VENEZIA
Spazio Moodle Link allo spazio del corso
Inquadramento dell'insegnamento nel percorso del corso di studio
Il corso fornisce una conoscenza specialistica dell'eredità dell'ultimo Wittgenstein nelle analisi filosofiche di Richard Rorty, Stanley Cavell e Aldo Giorgio Gargani, concentrandosi sui problemi della verità, della distinzione cause-ragioni, senso-significato, motivo-motivazione in relazione alle dinamiche del rapporto fra linguaggio ed esperienza.
Risultati di apprendimento attesi
Al completamento di questo modulo, lo studente sarà in grado di:

1. criticare e organizzare ipotesi differenti
2. distinguere dimensioni teoriche e storico-critiche rilevanti per la filosofia del linguaggio
3. elaborare questioni specialistiche fra filosofia del linguaggio e altre discipline

Lo studente avrà conoscenza analitica dei principali temi della tradizione americana neo-pragmatista.
Prerequisiti
Destinato agli studenti di laurea specialistica in Scienze filosofiche. E' richiesta una frequenza alle lezioni con un massimo di due assenze.
Contenuti
Un’eredità di Wittgenstein: Rorty, Cavell, Gargani

Il corso si concentra sui principali scritti di Richard Rorty, in modo particolare sul primo volume della raccolta curata da Aldo G. Gargani «Scritti filosofici. Volume I» («Objectivity, Relativism and Truth»), per esplorare l'intenso dialogo generato dall'eredità di Wittgenstein. Dal confronto con l'analisi filosofica di Aldo Giorgio Gargani e Stanley Cavell sono analizzati i principali modelli filosofici: Wittgenstein, Kuhn, Davidson. Attraverso una lettura analitica dei testi si discuterà criticamente la natura dei concetti di verità, significato, modello e oggettività.
Testi di riferimento
- G. Frege, «Il pensiero. Una ricerca logica», in Id., «Ricerche logiche», Guerini
- L. Wittgenstein, «Ricerche filosofiche», Einaudi
- L. Wittgenstein, "Causa ed effetto seguito da Lezioni sulla libertà del volere", a cura di A. Voltolini, Einaudi

Passi scelti da:

- Richard Rorty:

«Consequences of Pragmatism», University of Minnesota Press
«Objectivity, Relativism, and Truth: Philosophical Papers, Volume 1», Cambridge University Press
«Contingency, Irony, and Solidarity», Cambridge University Press
«Truth and Progress: Philosophical Papers». Volume 3, Cambridge University Press

- Stanley Cavell:

«Must We Mean What We Say? A Book of Essays», Charles Scriber’s Sons; Cambridge University Press
«The Claim of Reason: Wittgenstein, Skepticism, Morality, and Tragedy», Clarendon Press
“Declining Decline: Wittgenstein as a Philosopher of Culture” in «Inquiry: An Interdisciplinary Journal of Philosophy and the Social Sciences», n. 31.3 (Spring 1988), pp. 253-264

- Aldo Giorgio Gargani:

"Il soggetto di credenze e desideri", Introduzione a R. Rorty, «Scritti filosofici: Volume 1», Laterza
“La filosofia della psicologia di Ludwig Wittgenstein”, Introduzione a L. Wittgenstein, «Ultimi scritti, 1948-1951: La filosofia della psicologia», Laterza
"Alle origini della filosofia analitica: Frege e Wittgenstein" in «Paradigmi», n. 2, 2008, pp. 113-129
"Filosofia e modalità. Sull'opera di Wittgenstein" in «Un filosofo senza trampoli. Saggi sulla filosofia di Ludwig Wittgenstein", a cura di L. Perissinotto, Mimesis

Modalità di verifica dell'apprendimento
Metodo di valutazione: esame orale basato su temi e problemi discussi durante il corso
Metodi didattici
Il metodo di insegnamento prevede la lezione frontale, la discussione dei testi in classe, il seminario su una lettura concordata con il docente entro il 15 aprile, da esporre in classe nell'ultima settimana del corso. Ogni studente sarà incoraggiato a partecipare alla discussione dei materiali di studio, progettando seminari individuali o in piccoli gruppi.
Lingua di insegnamento
Italiano
Altre informazioni
Accessibilità, disabilità e inclusione

Ca’ Foscari applica la Legge Italiana (Legge 17/1999; Legge 170/2010) per i servizi di supporto e di accomodamento disponibili agli studenti con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento. Se hai una disabilità motoria, visiva, dell’udito o altre disabilità (Legge 17/1999) o un disturbo specifico dell’apprendimento (Legge 170/2010) e richiedi supporto (assistenza in aula, ausili tecnologici per lo svolgimento di esami o esami individualizzati, materiale in formato accessibile, recupero appunti, tutorato specialistico a supporto dello studio, interpreti o altro) contatta l’ufficio Disabilità e DSA disabilita@unive.it.

Modalità di esame
orale
Programma definitivo.
Data ultima modifica programma
25/05/2021