STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI

Anno accademico
2021/2022 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese
HISTORY OF INTERNATIONAL RELATIONS
Codice insegnamento
LT7050 (AF:320507 AR:191918)
Modalità
In presenza
Crediti formativi universitari
6
Livello laurea
Laurea
Settore scientifico disciplinare
SPS/06
Periodo
II Semestre
Anno corso
3
Spazio Moodle
Link allo spazio del corso
Il corso fornisce una conoscenza di base solida in Storia delle relazioni internazionali, con enfasi sugli avvenimenti, gli attori, i processi, i concetti e i metodi di indagine relativi al 20° e 21° secolo. Nella misura in cui esso veicola un insieme di nozioni, esso contribuisce all'acquisizione della padronanza della tematiche della storia delle relazioni internazionali. Ponendo attenzione sugli aspetti metodologici della ricerca storica, il corso permette di sviluppare la capacità di analizzare in autonomia eventi e processi internazionali, e di sviluppare su di essi argomentazioni fondate, al di là dell'oggetto specifico del corso stesso. Ponendo attenzione alla definzione dei concetti utilizzati, il corso permette agli studenti di prendere confidenza con le proprie capacità comunicative e di sviluppare un linguaggio specialistico appropriato.
Alla fine del corso, gli studenti dovrebbero avere acquisito:
a) una conoscenza approfondita dei principali eventi, attori e processi delle relazioni internazionali del 20° e 21°secolo;
b) la capacità di comunicare la propria conoscenza efficacemente e di partecipare a dibattiti sugli affari internazionali sulla base di una buona conoscenza storica;
c) la capacità di procedere in maniera autonoma all'ulteriore approfondimento delle proprie conoscenze storico-internazionali.
Conoscenza di base della storia moderna e contemporanea come da programmi delle scuole superiori. Opportuno, anche se non necessario, aver già sostenuto corsi di Storia contemporanea nel proprio percorso triennale. Passione per la materia e serietà nello studio non sono requisiti formali ma di solito aiutano.
Il corso tratta la storia delle relazioni internazionali del 20° e 21° secolo ad un livello intermedio di approfondimento. Mentre il testo di riferimento (vedi sotto) presenta gli eventi rilevanti in ordine prevalentemente cronologico, le lezioni tratteranno alcuni degli stessi eventi su essenzialmente base tematica, secondo cinque gruppi di due o tre lezioni, dedicati rispettivamente a "ordine internazionale", "relazioni transatlantiche, "integrazione europea", "petrolio e politica internazionale" e "guerre fredde". Attenzione specifica verrà data, nel corso delle lezioni, a fornire istruzioni su come affrontare lo studio autonomo dei testi monografici proposti. Un programma dettagliato delle lezioni sarà illustrato in classe e caricato su moodle all'inizio del corso.
In questo riquadro, si intendono per "frequentanti" gli/le studenti che seguono regolarmente le lezioni (in presenza o da remoto) e che possono studiare sui propri appunti. Si intendono come "non frequentanti" coloro che, per necessità o per scelta, non seguono regolarmente le lezioni e che, pertanto, non disporranno dei propri appunti. La decisione se si è frequentanti o meno è lasciata al buonsenso di ciascuno.


TESTI RACCOMANDATI:
A) Frequentanti:

1) Un testo a scelta tra:
a) A. Varsori, Storia internazionale dal 1919 a oggi, Il Mulino, 2020 (consigliato)
b) E. Di Nolfo, Dagli imperi militari agli imperi tecnologici, Laterza, 2014 (consigliabile a chi abbia già sostenuto esami di Storia internazionale)
c) E. Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali, 3 voll., Laterza, 2015 (consigliabile a chi abbia già sostenuto esami di Storia internazionale e voglia confrontarsi con una autentica leggenda della materia)
d) Jussi Hanhimaki et al., Storia delle relazioni internazionali, UTET, 2013
e) eventuali altri manuali comparabili di cui si sia già in possesso, previa discussione con il docente;

2) gli appunti delle lezioni;

3) i materiali caricati dal docente su moodle (slide e materiale multimediale);

4) almeno uno dei volumi elencati sotto la voce “Monografie a scelta” (v. sotto).

B) Non-frequentanti:

1) Un testo a scelta tra:
a) A. Varsori, Storia internazionale dal 1919 a oggi, Il Mulino, 2020 (consigliato)
b) E. Di Nolfo, Dagli imperi militari agli imperi tecnologici, Laterza, 2014 (consigliabile a chi abbia già sostenuto esami di Storia internazionale)
c) E. Di Nolfo, Storia delle relazioni internazionali, 3 voll., Laterza, 2015 (consigliabile a chi abbia già sostenuto esami di Storia internazionale e voglia confrontarsi con una autentica leggenda della materia)
d) Jussi Hanhimaki et al., Storia delle relazioni internazionali, UTET, 2013
e) eventuali altri manuali comparabili di cui si sia già in possesso, previa discussione con il docente;

2) i materiali carcati dal docente su Moodle (slide, materiale multimediale, ecc.);

3) almeno due dei volumi elencati sotto la voce “Monografie a scelta” (v. sotto).

Monografie a scelta:
C.S. Maier, Dissolution, PUP, 1997 [ed. it. Il crollo];
H. Brands, Making the Unipolar Moment, CUP, 2016;
G. Garavini, The Rise and Fall of OPEC in the Twentieth Century, OUP, 2019;
M. Mazower, Governing the World, Penguin, 2012;
V. Mastny, The Cold War and Soviet Insecurity, OUP, 1996.


TESTI SUGGERITI:
Il nostro interesse per il passato cambia col tempo e spesso dipende da domande del presente. E’ utile tenersi aggiornati leggendo periodici come Le Monde Diplomatique, Foreign Affairs, Foreign Policy, e possibilmente, almeno due o tre quotidiani internazionali.
La verifica dell'apprendimento può prendere due diverse modalità a discrezione del/della studente.

1) Prova orale finale "lunga"
In questo caso, una prova orale finale di circa 30 minuti verificherà l'acquisizione delle nozioni e abilità associate al corso attraverso tre domande principali. In particolare, le tre domande mireranno a:
1. Verificare l'acquisizione delle nozioni relative al programma generale (eventi, attori, processi, concetti) dal 1918 al 1960 e la capacità di comunicarle con chiarezza e precisione. La domanda contribuisce per circa un terzo alla determinazione del voto finale.
2. Verificare l'acquisizione delle nozioni relative al programma generale (eventi, attori, processi, concetti) dal 1961 ad oggi e la capacità di comunicarle con chiarezza e precisione. La domanda contribuisce per circa un terzo alla determinazione del voto finalee.
3. Verificare la capacità di leggere in modo autonomo e interpretare criticamente la/le monografia/e prescelta/e, di collocarne i contenuti nel quadro storico relativo, di avvalersi degli strumenti interpretativi acquisiti dal programma generale, e di esprimere opinioni critiche sugli affari internazionali connessi all’oggetto della/e monografia/e. La domanda contribuisce per circa un terzo alla determinazione del voto finale.

2) Prova scritta breve in itinere e prova orale finale “breve”
In alternativa, è possibile sostituire le due domande sul programma generale nella prova orale, accettando i risultati di due prove scritte non obbligatorie che si svolgeranno tramite moodle intorno all'8a e alla 15a settimana di corso. Le due prove scritte saranno "prove a libro aperto" e richiederanno di rispondere in modo chiaro, sintetico e preciso a due domande ciascuna, relative nel primo caso ai temi trattati nelle prima parte del corso e nel secondo caso ai temi della seconda parte (maggiori dettagli saranno forniti all'inizio del corso). La prima prova contribuirà fino al 25% al voto finale. Il secondo contribuirà fino al 40% al voto finale. Le domande verranno formulate in modo da consentire di verificare l'acquisizione delle nozioni relative al programma (eventi, attori, processi, concetti), nonché la capacità di comunicare i contenuti della storia delle relazioni internazionali con chiarezza e precisione. Per chi seguirà questo percorso, la prova orale durerà circa 15 minuti (fino al 35% del voto finale) e si limiterà alla discussione della/e monografia/e, così da verificare la capacità di leggere in autonomia e interpretare criticamente la/e monografia/e prescelta/e, di collocarne i contenuti nel quadro storico appropriato, di fare uso degli strumenti interpretativi acquisiti dal programma generale, e di esprimere opinioni critiche su questioni internazionali connesse all’oggetto della/e monografia/e. Resta inteso che chi non può sostenere le due prove scritte (o non è soddisfatto/a dei risultati ottenuti) può comunque sostenere la prova orale “lunga”, come da indicazioni sopra.

NB: l'incertezza relativa agli eventuali sviluppi dell'epidemia da COVID-19 nel corso del semestre rende soggette a possibili cambiamenti queste indicazioni. Tali eventuali cambiamenti saranno comunicati per tempo nelle forme opportune.
Lezioni e studio individuale delle letture raccomandate. Le lezioni sono principalmente lezioni frontali, con possibile uso di slide e materiale multimediale. Le domande e i commenti critici sono assai graditi. Questi possono essere posti in classe o nel forum attivato su moodle.

NB: l'incertezza relativa agli eventuali sviluppi dell'epidemia da COVID-19 nel corso del semestre rende soggette a possibili cambiamenti queste indicazioni. Tali eventuali cambiamenti saranno comunicati per tempo nelle forme opportune.
Italiano
Il docente è facilmente reperibile per domande relative al corso, a ricevimento o per email (duccio.basosi@unive.it). I messaggi di posta elettronica devono essere scritti in linguaggio formale. Il docente non risponderà a domande la cui risposta sia facilmente rintracciabile in questo syllabus.

Gli/le studenti con disabilità possono contattare l'Ufficio Disabilità e Accessibilità (disabilita@unive.it) per usufruire dei servizi a disposizione (es: modalità alternative di esame, lettori, ecc.).
orale

Questo insegnamento tratta argomenti connessi alla macroarea "Cooperazione internazionale" e concorre alla realizzazione dei relativi obiettivi ONU dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile

Il programma è ancora provvisorio e potrà subire modifiche.
Data ultima modifica programma: 29/11/2021