LETTERATURA ITALIANA 1 MOD. II

Anno accademico
2021/2022 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese
ITALIAN LITERATURE 1 MOD. II
Codice insegnamento
FT0493 (AF:354056 AR:193300)
Modalità
In presenza
Crediti formativi universitari
6
Livello laurea
Laurea
Settore scientifico disciplinare
L-FIL-LET/10
Periodo
4° Periodo
Sede
VENEZIA
Spazio Moodle
Link allo spazio del corso
Inquadramento dell'insegnamento nel percorso del corso di studio
L'insegnamento ricade tra gli insegnamenti di base del corso di Laurea in Lettere, curriculum Scienze del testo letterario e della comunicazione, e ha lo scopo di fornire agli studenti non solo le conoscenze di base circa le linee generali della Letteratura italiana, ma anche gli strumenti teorici e metodologici necessari per affrontare le problematiche specifiche relative alla disciplina.
Gli obiettivi dell'insegnamento sono dunque essenzialmente tre: delineare lo sviluppo della letteratura italiana attraverso specifici esempi; sviluppare capacità autonome di riflessione intorno al testo letterario; fornire gli strumenti metodologici di base per l'analisi testuale. Particolare riguardo viene dedicato alla centralità del testo, sia esso poetico o prosastico, punto di partenza imprescindibile per qualunque discorso teorico e critico.
Risultati di apprendimento attesi
Conoscenza e comprensione: conoscere le linee di sviluppo principali della Letteratura italiana dalla fine del Cinquecento a fine Ottocento (da Tasso a Verga); conoscere gli autori fondamentali del periodo in oggetto e le loro opere; conoscere e comprendere le forme dei testi in prosa e in poesia; comprendere e conoscere le specificità della lingua letteraria.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: sapersi orientare correttamente rispetto alle linee di sviluppo della letteratura italiana, applicando le proprie conoscenze storico-critiche; saper utilizzare correttamente la terminologia specifica di base della disciplina; saper analizzare un testo letterario nei suoi diversi aspetti.
Capacità di giudizio: saper formulare ed argomentare autonomamente ipotesi, sviluppando anche un approccio critico alla valutazione di ipotesi alternative.
Abilità comunicative: saper comunicare le specificità della riflessione letteraria, utilizzando una terminologia adeguata.
Capacità di apprendimento: saper consultare criticamente i testi di riferimento e la bibliografia in essi contenuta.
Prerequisiti
Buona conoscenza della lingua italiana; capacità standard di comprensione dei testi in lingua italiana; conoscenza di base degli elementi che caratterizzano un testo letterario in prosa e in poesia.
Contenuti
La prima parte del corso sarà dedicata alle linee generali della letteratura italiana dal tardo Cinquecento a fine Ottocento e ai suoi autori più rappresentativi, così da offrire agli studenti le linee guida e le coordinate critiche per affrontare lo studio individuale. Nella seconda parte il modulo si propone di analizzare una specifica e fortunata forma narrativa della tradizione letteraria italiana: la novella. Oltre ad un inquadramento storico-critico, le lezioni si concentreranno sull'analisi di brani tratti da alcune novelle italiane del XIX secolo (Capuana e Verga). Il percorso vuole dunque coniugare un approccio di tipo teorico e testuale – concentrandosi intorno ad una specifica e complessa forma letteraria – a quello di tipo storico, procedendo secondo le coordinate cronologiche, al fine di offrire agli studenti una visione quanto più possibile ampia dello sviluppo letterario italiano e delle tematiche e problematiche ad esso connesse.
Testi di riferimento
Per i lineamenti di letteratura italiana dal Tasso alla fine dell'Ottocento si consiglia: G. Alfano, P. Italia, E. Russo, F. Tomasi, “Profilo di letteratura italiana”, Milano, Mondadori, 2021 (dall'epoca 6 all'epoca 9 compresa, più i capitoli 4 e 5 dell'epoca 10); in alternativa, tenendo come traccia gli autori e le questioni trattate nel volume consigliato, si può utilizzare un qualunque buon manuale delle scuole superiori (segnalo, a titolo di esempio: M. Santagata et alii, Il filo rosso. Antologia e storia della letteratura italiana e europea, Roma-Bari, Laterza; R. Luperini et alii, Le parole le cose, Palermo, Palumbo) o uno tra i manuali pensati per l’università: G. Alfano, P. Italia, E. Russo, F. Tomasi, “Da Tasso a fine Ottocento. Manuale per studi universitari”, Milano, Mondadori, 2018; A. Battistini, “Storia della letteratura italiana”, Bologna, il Mulino, 2014; G. Ferroni, “Storia della letteratura italiana”, Milano, Mondadori Università, 2012; G. Tellini, “Letteratura italiana. Un metodo di studio. Seconda edizione”, Firenze, Le Monnier, 2014 (e successive ristampe); C. Vecce, “Piccola storia della letteratura italiana”, Napoli, Liguori, 2009; F. Brioschi, C. Di Girolamo, “Manuale di letteratura italiana. Storia per generi e problemi”, Torino, Bollati Boringhieri, 1994-1997 (e successive ristampe).
Gli studenti sono tenuti a preparare, ad integrazione dello studio manualistico, una serie di letture antologiche relative agli autori fondamentali. Un elenco puntuale, comprendente gli autori e i testi da portare, sarà fornito dalla docente ad inizio corso e caricato sulla piattaforma moodle di Ateneo.

Gli studenti non frequentanti aggiungeranno tre saggi a scelta tratti da una lista che verrà messa a disposizione dalla docente.

I testi analizzati a lezione saranno caricati e resi disponibili sulla piattaforma moodle di Ateneo.
Modalità di verifica dell'apprendimento
Prova orale in forma di colloquio. Il colloquio, della durata di circa mezz'ora, mira a verificare la conoscenza dei testi in esame e dei problemi legati alla loro interpretazione e al contesto storico-letterario. Gli studenti frequentanti saranno chiamati a riflettere in particolare sugli aspetti analizzati durante il corso e saranno invitati a mettere in relazione le conoscenze acquisite a lezione con la parte del programma affidata allo studio individuale. Gli studenti non frequentanti, invece, saranno interrogati solo sui testi, il manuale e i saggi. Verrà valutata con particolare attenzione, oltre alla preparazione storico-letteraria, la capacità di istituire relazioni criticamente fondate tra i diversi problemi esaminati e di renderne conto con l'uso di un linguaggio adeguato.
Metodi didattici
Lezioni frontali che prevedono un'attiva partecipazione da parte degli studenti. Il corso si avvale di materiali didattici disponibili sulla piattaforma di e-learning di Ateneo moodle.unive.it
Questi materiali - di tipo testuale e critico - forniranno agli studenti spunti di approfondimento ulteriori rispetto ai testi di riferimento già indicati.
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di esame
orale
Programma definitivo.
Data ultima modifica programma
02/08/2021