LINGUA SPAGNOLA 3

Anno accademico
2021/2022 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese
SPANISH LANGUAGE 3
Codice insegnamento
LT0071 (AF:360682 AR:189216)
Modalità
In presenza
Crediti formativi universitari
12
Partizione
Livello laurea
Laurea
Settore scientifico disciplinare
L-LIN/07
Periodo
II Semestre
Anno corso
3
Spazio Moodle
Link allo spazio del corso
L’insegnamento di Lingua spagnola e ispanoamericana ricade tra gli insegnamenti caratterizzanti del percorso comune al CdS Lingue, civiltà e scienze del linguaggio. L’insegnamento è costituito da un modulo semestrale e da esercitazioni linguistiche annuali. Ci sono due obiettivi generali: introdurre lo studente nell’analisi del discorso in lingua spagnola e favorire l’acquisizione di una competenza comunicativa pari ad un livello C1 del Quadro Comune Europeo di riferimento (QCER). Il raggiungimento dei risultati dell’apprendimento attesi è verificato in una prova d’esame strutturata.
La classe 2 è costituita dagli studenti che hanno scelto il curriculum politico-internazionale (cognomi A-L).
1. Conoscenza e comprensione
Le principali teorie e nozioni della pragmatica
I contenuti grammaticali, lessicali, discorsivi e funzionali previsti per il livello C1 dal QCER.

2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Saper applicare le nozioni teoriche della pragmatica all’analisi del discorso in lingua spagnola. Essere in grado di riconoscere i diversi tipi di atto linguistico: essere in grado di distinguire fra significato esplicito e implicito (implicature); essere in grado di identificare le unità periferiche che funzionano come marcatori discorsivi e riconoscere la funzione; essere in grado di descrivere le caratteristiche grammaticali e semantiche dei marcatori discorsivi più frequenti dello spagnolo in contrasto con quelli dell’italiano; essere in grado di riconoscere le unità e i meccanismi linguistici che garantiscono la coesione, coerenza e adeguatezza del testo; essere in grado di interagire, comprendere e produrre testi scritti e orali a livello C1 (QCER).

3. Autonomia di giudizio
Essere in grado di emettere giudizi di correzione, grammaticalità e adeguatezza fondati su argomenti linguistici; essere in grado di adoperare le risorse disponibili on line per la descrizione dei marcatori discorsivi (banche dati e opere lessicografiche come il Diccionario de partículas discusivas del español); essere in grado di comprendere e sintetizzare i contenuti teorici presentati dal docente integrandoli con quelli acquisiti nei testi di riferimento.

4. Abilità comunicative
Essere in grado di spiegare i fenomeni del discorso adoperando la metalengua della pragmatica; essere in grado di utilizzare i marcatori discorsivi per strutturare il proprio discorso; essere in grado di interagire, esporre e argomentare secondo i parametri di correzione e adeguazione previsti dal livello C1.

5. Capacità di apprendimento
Iniziarsi nello studio del discorso in autonomia; autovalutarsi rispetto all’acquisizione dei contenuti teorici e rispetto alla propria competenza linguistica; iniziarsi nella formulazione e falsificazione delle ipotesi scientifiche.
Avere una competenza comunicativa in spagnolo di livello B2 secondo il Quadro Comune Europeo di Riferimento (QCER). Avere una buona conoscenza della grammatica e della ortografia dello spagnolo.
Modulo del docente: Nozioni essenziali di pragmatica per l’analisi del discorso in lingua spagnola

1. Filosofia del linguaggio: la nozione di atto linguistico
2. Pragmatica griceana: significato detto e significato implicito.
3. Teoria della pertinenza: la comunicazione ostensivo-inferenziale
4. Teorie sulla cortesia linguistica
5. Grammatica del testo e analisi del discorso
6. Significato concettuale e significato procedurale. I marcatori discorsivi

Esercitazioni: livello C1
Contenuti grammaticali, lessicali, funzionali, testuali e discorsivi previsti dal QCER e dal PCIC per il livello C1.
Testi di riferimento per il modulo
Bazzanella, Carla (1995): “I segnali discorsivi”, en Lorenzo Renzi, / Giampaolo Salvi / Anna Cardinaletti (eds): Grande grammatica italiana di consultazione, III, cap. 5, Bolonia: Il Mulino. 226-257.
Briz, A., Pons Borderia, S. y Portolés Lázaro, J. (2008): Diccionario de partículas discursivas, en línea: www.dpde.es
Cuenca, Maria Josep (2010): Gramática del texto. Madrid: Arco/Libros.
Grice H. P. (1975): “Lógica y conversación”, en L. M. Valdés Villanueva (ed.) (1991): La búsqueda del significado. Murcia: Tecnos.
Escandell Vidal, María Victoria et al. (eds.) (2011): Invitación a la lingüística, Madrid: Editorial Universitaria Ramón Areces.
Escandell Vidal, María Victoria (1996): Introducción a la pragmática. Barcelona: Ariel.
Martín Zorraquino, M. A. y Portolés Lázaro, J. (1999): “Los marcadores del discurso” en I. Bosque y V. Demonte (eds.): Gramática descriptiva de la lengua española. Entre la oración y el discurso, vol. 3, Madrid: Espasa Calpe, cap. 63. 4051-4213.
Martín Zorraquino, M. A. / Montolío Durán, E. (eds.) (1998): Los marcadores del discurso. Teoría y análisis, Madrid: Arco/Libros.
Pons Bordería, S. (2004): Conceptos y aplicaciones de la Teoría de la Relevancia. Madrid: Arco/Libros.
Portolés Lázaro, J. (1998): Los marcadores del discurso. Madrid: Ariel.
Reyes, Graciela (1996): El abc de la pragmática. Madrid: Arco/Libros.
Wilson, Deirdre y Dan, Sperber (2004): “Relevance Theory”, en L. Horn y G.Ward (eds.) (2004): Handbook of pragmatics, Oxford: Blackwell. Págs. 607-632.

Articoli disponibili nel corso moodle

Testi di riferimento obbligatori per le esercitazioni

VV.AA. (2017): C de C1. Libro del alumno y Cuaderno de ejercicios. Barcelona: Difusión.
La verifica dell'apprendimento avviene attraverso una prova scritta, della durata complessiva di 1 ora and 40', articolata in due parti, da sostenere nella stessa sessione di esami:

i) test a scelta multipla e gap-filling, volto a verificare il raggiungimento della competenza linguistica richiesta (livello C1) (peso relativo: 40% del voto finale);

ii) test a risposta multipla e domande a risposta aperta, atti a verificare la conoscenza e la padronanza delle nozioni metalinguistiche trattate durante il corso (pragmatica) e, nel caso delle domande a risposta aperta, anche la competenza discorsiva in lingua spagnola (peso relativo: 60% del voto finale)

Per il superamento complessivo della prova è necessario:
- ottenere un punteggio pari al 60% o superiore nella parte i)
- ottenere un punteggio pari al 60% o superiore nella parte ii)

Non verranno mantenuti voti parziali.

Lo studente in possesso di una certificazione DELE del livello richiesto (C1) o superiore, ottenuta al massimo due anni prima della data dell’esame, dovrà sostenere unicamente la prova ii), previa consegna al docente referente lo stesso giorno della prova scritta di una copia (fronte retro) dell’attestato. Non sono ritenute valide altre certificazioni. Il voto ottenuto nella certificazione DELE (espresso in centesimi) verrà convertito automaticamente in trentesimi, indipendentemente dal livello della certificazione.

Durante l'emergenza COVID le prove d'esame verranno realizzate attraverso la piattaforma Moodle.
Lezioni frontali
Piattaforma moodle
Esercitazioni


Spagnolo
Il modulo teorico del corso si svolgerà nel secondo semestre. Le esercitazioni iniziano con l'anno accademico.
Gli studenti non frequentanti sono invitati a prendere contatto con il docente all’inizio dell’anno accademico e all’inizio del II semestre.
scritto

Questo insegnamento tratta argomenti connessi alla macroarea "Povertà e disuguaglianze" e concorre alla realizzazione dei relativi obiettivi ONU dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile

Programma definitivo.
Data ultima modifica programma: 19/06/2021