DIDATTICA DELL'ITALIANO SP

Anno accademico
2022/2023 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese
DIDACTICS OF ITALIAN LANGUAGE
Codice insegnamento
FM0570 (AF:378591 AR:201290)
Modalità
In presenza
Crediti formativi universitari
6
Livello laurea
Laurea magistrale (DM270)
Settore scientifico disciplinare
L-FIL-LET/12
Periodo
II Semestre
Sede
VENEZIA
Spazio Moodle
Link allo spazio del corso
Didattica dell'italiano è tra le discipline caratterizzanti della Laurea Magistrale in Filologia e letteratura italiana, ma è molto indicato per studenti anche di altri corsi di laurea i quali vogliano intraprendere la carriera di insegnante. L'obiettivo del corso è fornire gli strumenti metodologici per l'insegnamento dell'italiano nella scuola secondaria. Il corso si soffermerà sui seguenti argomenti: nascita e sviluppo della riflessione sull'insegnamento della lingua madre; fonti normative per la didattica dell'italiano; natura della grammatica e delle regolarità linguistiche; metodologie della didattica; insegnamento della scrittura.

Al termine dell’insegnamento lo studente saprà individuare e selezionare metodi, tecniche e materiali didattici adeguati in riferimento alla normativa nei diversi ordini e gradi di scuola per l’insegnamento dell’italiano. Saprà orientarsi in relazione ai principali compiti di natura linguistica richiesti ai docenti di italiano: insegnare la grammatica; guidare gli studenti nella comprensione e nell’analisi dei testi; stimolare lo sviluppo delle competenze di scrittura.
È richiesta la conoscenza dell’italiano. Eventuali incertezze o lacune nella conoscenza della grammatica potranno essere colmate ricorrendo al seguente volume: M. Prandi/C. De Santis, Grammatica italiana essenziale e ragionata, Torino, Utet, 2020.
Una parte del corso sarà dedicata a riflettere sui sulla normativa scolastica a partire dalle Indicazioni nazionali. Si rifletterà poi sulla nozione di errore e di regola linguistica, con attenzione ai vari modelli metodologici. Saranno inoltre presentati e discussi i principali compiti richiesti al docente di italiano: insegnare agli studenti a riflettere sulla lingua (concetto di "riflessione metalinguistica", che amplia quello tradizionale di "grammatica"); mettere a punto strumenti e categorie concettuali che permettono un corretto insegnamento della scrittura; promuovere una didattica inclusiva attenta alle disparità di genere, ai disturbi dell'apprendimento, al plurilinguismo e al pluriculturalismo.

I testi d'esame saranno indicati in un secondo momento.

La verifica finale dell’apprendimento consiste in un colloquio orale sugli argomenti affrontati durante il corso. Saranno valutate la padronanza dei contenuti e l’accuratezza linguistica e lessicale. I criteri di valutazione rispondono a diversi livelli di abilità: dal livello minimo di una conoscenza incerta dei contenuti al livello più elevato di conoscenza approfondita dei contenuti, di capacità di riorganizzazione critica degli stessi e di ottima competenza espositiva. Eventuali presentazioni svolte o tesine scritte durante il corso contribuiranno alla valutazione complessiva.
Il corso prevede lezioni frontali col supporto di strumenti multimediali (Word, Power Point ecc.), durante le quali sarà stimolata la partecipazione attiva degli studenti. Parte del corso potrà essere impostata in modo seminariale, con gli studenti che presentano degli approfondimenti su argomenti concordati col docente.

Italiano
Lingua del corso: italiano.
orale

Questo insegnamento tratta argomenti connessi alla macroarea "Capitale umano, salute, educazione" e concorre alla realizzazione dei relativi obiettivi ONU dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile

Programma definitivo.
Data ultima modifica programma: 01/06/2022