STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA SP.

Anno accademico
2022/2023 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese
CONTEMPORARY ART HISTORY
Codice insegnamento
FM0211 (AF:378643 AR:209714)
Modalità
In presenza
Crediti formativi universitari
6
Livello laurea
Laurea magistrale (DM270)
Settore scientifico disciplinare
L-ART/03
Periodo
3° Periodo
Sede
VENEZIA
L'insegnamento ricade tra le discipline storico-artistiche caratterizzanti del corso di laurea in Storia delle Arti e Conservazione dei Beni Artistici, obbligatorio per il percorso contemporaneo e ha lo scopo di fornire agli studenti gli elementi basilari per analizzare, il tema del corpo nell'arte contemporanea con una particolare attenzione al tema dell'ibrido e del mostro nell'arte contemporanea mondiale, in particolare europea e extraeuropea, nello specifico russa, ma anche con puntate più a Oriente. La tematica verrà considerata da vari punti di vista: dall'autoritratto alla body-art fino al tema specifico dell'ibrido e del mostro per approdare alle prospettive post-human fino ai nostri giorni.
1. Conoscenze
La tematica verrà trattata da un punto di vista teorico partendo dal concetto di corpo nell'arte, di ibrido in tutte le sue accezioni e di mostro. Attraverso case studies di mostre e di artisti il tema verrà analizzato in modo trasversale nell'arte contemporanea mondiale. Sono previsti interventi di curatori di arte contemporanea e di altri specialisti, nonchè di artisti.
2. Abilità
A livello comunicativo ciascuno studente saprà formulare in modo chiaro ed argomentato i contenuti del corso.
3. Competenze
Gli studenti saranno in grado di valutare criticamente l'evoluzione storica di questo fenomeno, nonché di riconoscere le opere degli artisti di differenti zone geografiche, collocarli correttamente nel periodo in questione, riuscendo inoltre a descriverne i tratti e le caratteristiche peculiari.
Conoscenze dei quadri generali della storia contemporanea acquisiti attraverso gli insegnamenti di base di ambito storico del biennio del corso di laurea.
Il CORPO NELL' ARTE CONTEMPORANE
IBRIDI, MOSTRI, CYBORG , ANATOMIE SPEZZATE E CORPI RICOSTRUTI
Dopo una introduzione teorica al tema attraverso elementi di semiotica della cultura, il corso analizzerà l'opera di artisti contemporanei di varie nazionalità, con un focus speciale sulla Russia. Partendo dall'autoritratto si arriverà a parlare di Body Art, fino al tema dell'ibrido e del mostro nelle sue varie declinazioni arrivando alle prospettive post-human e oltre. Si cercherà di chiarire il nesso tra arte e corporeità dalla mitologia classica alle manipolazioni dell’età contemporanea, l’ibrido verrà considerato come incrocio tra umano e animale, spirituale e carnale, tecnonogico e postumano, come metafora della realtà e punto di vista sul mondo.
1. Origini, etimologia e fonti per l'arte contemporanea. Introduzione teorica al tema.
2. Dalla Biennale "Identità e alterità" fino al mostro umano e alla metamorfosi dell'uomo bestia.
3. Il corpo nell'arte: dalle avanguardie alla mostra di J. Deitch "Post-human".
4. Chimerizzazione, gorgonizzazione e cyberizzazione: tre strategie interpretative.
5. Identità mutanti e identità molteplici.
6. Il corpo disabile e l'arte contemporanea.
7. Farsi cyborg.
8. Il ritorno al corpo e il corpo in pezzi.
9. Anatomie grottesche e hybris.
10. La visione del corpo nell’arte russa.
11. Altri esempi: Russia,Spagna, India, Cina, Giappone.
Appunti delle lezioni
Immagini proiettate a lezione e messe a disposizione in Moodle
Tutti i materiali si trovano sulla piattaforma e-learning Moodle
Saggi in pdf, link e video

Testi di riferimento
Sally O'Reilly, Il corpo nell'arte contemporanea, Torino, Einaudi, 2011.
Jean Clair, Hybris. La fabbrica del mostro nell'arte moderna. Omuncoli, giganti, acefali, Milano, Johan &Levi Editore, 2015.
Lea Vergine, Body Art e storie simili. Il corpo come linguaggio, Milano, Skira, 2000.
Francesca Alfano Miglietti, Identità mutanti, Milano, Bruno Mondadori, 2008.
Cristina Baldacci, Angela Vettese, Arte del corpo. Dall'Autoritratto alla Body Art, Milano, Giunti, 2012.
Approfondimenti
Il Bello e le bestie. Metamorfosi, artifici e ibridi dal mito all’immaginario scientifico, a cura di Lea Vergine e Giorgio Verzotti,Milano, Skira, 2004.
La Biennale di Venezia. 46ª Esposizione internazionale d'arte. Identità e alterità. Figure del corpo (1895-1995), a cura di Jean Clair e Manlio Brusatin, Venezia, Marsilio, 1995.
Jeffrey Deitch, Post-Human, Amsterdam, Idea Books, 1992.


Per i NON FREQUENTANTI è prevista una ulteriore tesina di approfondimento da concordare con il docente.
La verifica dell'apprendimento avviene attraverso una prova scritta della durata di due ore e una tesina di approfondimento su un argomento da concordare con il docente.
L'esame prevede due domande aperte e il riconoscimento di tre opere, tra quelle commentate a lezione. Se non si risponde a una domanda su due per intero, l'esame è ritenuto insufficiente.
Durante la prova scritta non è ammesso l'utilizzo di libri, appunti e supporti elettronici.
È possibile sostenere l'esame da non frequentanti, attenendosi al programma di integrazioni indicate dal docente nella parte bibliografica.
Si prevede l'utilizzo di presentazioni PowerPoint per la proiezione di immagini.
Per avvicinare lo studente a una migliore comprensione della disciplina saranno mostrati filmati e organizzati interventi di altri studiosi.
È possibile che le lezioni frontali vengano integrate con visite a mostre.
I materiali visionati a lezione saranno disponibili sulla piattaforma e-learning Moodle di Ateneo unitamente a ulteriore materiale di approfondimento.
Italiano
Le immagini commentate a lezione sono diponibili nella sezione Moodle della pagina del docente.
scritto
Il programma è ancora provvisorio e potrà subire modifiche.
Data ultima modifica programma: 15/06/2022