FALSONE Maurizio

Qualifica Ricercatore
Incarichi Componente commissione paritetica
Componente del Consiglio della BEC
Telefono 041 234 6985
E-mail maurizio.falsone@unive.it
Sito web www.unive.it/persone/maurizio.falsone (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Management
Sito web struttura: https://www.unive.it/management
Sede: San Giobbe
Research Institute Research Institute for Social Innovation

DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE - Cognomi L-Z [EM4004] (167507): Open call per tesi di laurea in diritto del lavoro

Pubblicato il 01/11/2020

I lavori di tesi proposti, da svolgersi individualmente o in collaborazione con un/a collega, riguardano l’impatto dell’emergenza covid-19 su profili specifici di diritto del lavoro, sindacale e della previdenza sociale, con particolare ma non esclusiva attenzione sul tema del rapporto fra lavoro, distanza/spazi, tecnologie. L’obiettivo è quello di valutare quali novità rimangono confinate al periodo di emergenza e quali evoluzioni possono rappresentare un arricchimento anche per il futuro.

Si darà priorità agli studenti che hanno frequentato il corso di (e/o hanno superato l’esame di) diritto del lavoro e della previdenza sociale negli anni 2018/2019 e 2019/2020.

La proposta può essere oggetto di lievi rivisitazioni secondo gli interessi personali del/i candidato/i. Nel caso di lavoro di gruppo (massimo 2 persone), i temi della proposta potranno essere rivisti in modo da dare vita a due tesi “dialoganti”.

La tesi può essere redatta in lingua italiana o in inglese.

I candidati sono invitati a valutare la possibilità di affiancare all’attività di tesi, il tirocinio presso un ente ove sia possibile osservare i fenomeni o analizzare le questioni giuridiche oggetto di ricerca (es. consulenti del lavoro, uffici del personale delle imprese).

 

PROPOSTA N.1

“Il lavoro agile nell’organizzazione dell’impresa: l’esercizio dei poteri datoriali”

Si propone di esaminare le modalità di esercizio dei principali poteri datoriali nei confronti del personale che lavora da remoto. Dopo aver individuato dati sulla diffusione del lavoro agile, soprattutto durante la crisi sanitaria per il covid-19 e nel particolare contesto nel Veneto (o del Nord-Est), si dovranno considerare le regole, la loro applicazione e i rischi di abuso e le opportunità in relazione al potere di controllo a distanza dei lavoratori, di rispetto della salute della sicurezza, di modifica delle mansioni.

 

PROPOSTA N.2

“Il lavoro agile a cavallo fra autonomia e subordinazione: nuovi scenari di gestione del personale”

Si propone di confrontare le caratteristiche e i requisiti di legge del lavoro subordinato classico con quelli del lavoratore agile, per verificare se e in quale misura il lavoratore agile italiano è effettivamente riconducibile alle figure tradizionali del lavoro dipendente, del lavoro autonomo o del collaboratore coordinato e continuativo. Il fine dell’analisi è quello di capire se le attuazioni categorie di origine legale con cui si distinguono i lavoratori sono ancora capaci di governare i rapporti di lavoro nell’impresa.

 

PROPOSTA N.3

Il ruolo dei sindacati e della contrattazione collettiva durante l’emergenza sanitaria per covid-19

Si propone di individuare e analizzare il ruolo assunto dalle organizzazioni sindacali e dalla contrattazione collettiva nella gestione normativa dell’emergenza sanitaria per il covid-19. La ricerca coinvolge così i temi della sicurezza sul lavoro (normati durante l’emergenza dai protocolli interconfederali), degli ammortizzatori sociali (Cassa integrazione guadagni ed enti bilaterali), della gestione dei livelli occupazionali (in particolare in caso di richiesta di garanzia per i prestiti a favore delle imprese).

 

LABOUR LAW AND ENTERPRISES IN THE INTERNATIONAL CONTEXT - Cognomi L-Z [EM1307] (178786): Open call for thesis in international labor law

Pubblicato il 01/11/2020

The thesis project proposed, to be carried out individually or in collaboration with a colleague, concerns the impact of the covid-19 emergency on specific profiles of international labor law, trade unions and social security law, with particular but not exclusive attention to the topic of the relationship between work and technologies. The goal is to evaluate which novelties remain confined to the emergency period and which developments can also represent an enrichment for the future.

Priority will be given to students who are attending or have attended the course of labor law and enterprises in the international context.

The proposal may be subject to slight revisions according to the personal interests of the candidate (s). In the case of group work (maximum 2 people), the themes of the proposal can be revised in order to work on two connected projects.

PROPOSAL N.1

"Workers’ health and safety: international standards and the challenge of the covid-19 pandemic"

It is proposed to examine how the covid-19 outbreak hit workers’ health and safety and to what extent the international standards represent a point of reference to avoid a race to the bottom at national and/or local level. The candidate will choose a specific industry and/or a particular area to study significant cases.

 

PROPOSAL N.2

"Remote working and new technologies at work: advantages and disadvantages for employers and workers"

It is proposed to analyse the impact of remote working and connected technologies during the pandemic of covid-19 to verify and discuss pros and cons for employers and workers. The candidate will choose a specific industry and/or a particular area to study significant cases and/or to make a legal comparison.

PROPOSAL N.3

Food delivery during the covid-19 health emergency: which rights and guarantees for riders and other workers involved

It is proposed to study the rise of food delivery during the outbreak of covid-19 and analyse the characteristic of the working relationships involved in this industry (mostly, the so-called “riders”). The candidate will choose a method of study which can consist in a comparison between different countries or in a focus on the role played by international organizations. The aim could be to distinguish between self-employed and dependant workers or to compare the role of the unions in the sector among different countries.

DIRITTO DELLA SICUREZZA SOCIALE - [ET0119] VENEZIA (171309): Open call per tesi di laurea in diritto della sicurezza sociale e del welfare

Pubblicato il 01/11/2020

I lavori di tesi proposti, da svolgersi individualmente o in collaborazione con un/a collega, riguardano l’impatto dell’emergenza sanitaria per il covid-19 su profili specifici di diritto della sicurezza sociale o diritto del welfare. L’obiettivo è quello di valutare quali novità rimangono confinate al periodo di emergenza e quali evoluzioni possono rappresentare un arricchimento anche per il futuro.

Si darà priorità agli studenti che frequentano il corso di (e/o hanno superato l’esame di) diritto della sicurezza sociale o di diritto del welfare.

La proposta può essere oggetto di rivisitazioni secondo gli interessi personali del/i candidato/i e il livello triennale o magistrale del titolo da raggiungere.

Nel caso di lavoro di gruppo (massimo 2 persone), i temi della proposta potranno essere rivisti in modo da dare vita a due tesi “dialoganti”.

La tesi può essere redatta in lingua italiana o in inglese.

I candidati sono invitati a valutare la possibilità di affiancare all’attività di tesi, un tirocinio presso un ente ove sia possibile osservare i fenomeni o analizzare le questioni giuridiche oggetto di tesi (es. consulenti del lavoro, uffici del personale delle imprese).

PROPOSTA N.1

La previdenza sociale e la tutela dei lavoratori dipendenti dopo l’emergenza sanitaria per il covid-19

Si propone di analizzare gli istituti di previdenza sociale e le evoluzioni che hanno conosciuto durante la crisi sanitaria per il covid-19, sia in favore dei lavoratori attivi che dei lavoratori disoccupati. La ricerca implica lo studio degli strumenti messi in campo dallo stato e dalle imprese per sostenere il benessere dei lavoratori e delle loro famiglie: cassa integrazione, indennità di disoccupazione etc.

 

PROPOSTA N.2

La previdenza sociale e la tutela dei lavoratori autonomi, dei collaboratori e dei professionisti dopo l’emergenza sanitaria per il covid-19

Si propone di analizzare gli istituti di previdenza sociale e le evoluzioni che hanno conosciuto durante la crisi sanitaria per il covid-19, con particolare riferimento alle figure di lavoratori non subordinati: lavoratori autonomi, collaboratori coordinati e continuativi, professioni. La ricerca implica lo studio degli strumenti messi in campo dallo stato e dalle imprese per sostenere il loro benessere durante l’emergenza sanitaria (indennità una tantum, bonus, detrazioni, sospensione di versamenti contributivi, prestiti agevolati etc.)

 

PROPOSTA N.3

La sicurezza sociale e la tutela delle persone durante l’emergenza sanitaria dopo il covid-19

Si propone di analizzare gli istituti di sicurezza sociale e le evoluzioni che hanno conosciuto durante la crisi sanitaria per il covid-19, con particolare riferimento a quelli finalizzati a superare la condizione di povertà. La ricerca implica lo studio degli strumenti messi in campo dallo stato e dalle imprese per sostenere il benessere dei lavoratori e delle loro famiglie: reddito di cittadinanza, reddito di emergenza, servizi e prestazioni sociali.

 

PROPOSTA N. 4

Il welfare aziendale fra incentivo della produttività e il sostegno ai lavoratori: quali evoluzioni dopo l’emergenza sanitaria covid-19?

Si propone di analizzare le discipline di legge e di contratto collettivo tese a favorire lo sviluppo di un welfare privato unilaterale o negoziato che si aggiunga a quello pubblico. In particolare la tesi potrà focalizzare l’attenzione sulle evoluzioni della disciplina e del fenomeno a seguito dell’emergenza sanitaria da covid-19.

Ricevimento / Office hours

Pubblicato il 01/11/2020

Prossimi ricevimenti (tramite skype e, quando i provvedimenti delle autorità lo permetteranno, presso lo studio studio n. 210 secondo piano ala C1).

ogni martedì di novembre e il 1° dicembre dalle 13.30 alle 15.30

E' necessario prenotarsi inviando una mail al docente che comunicherà un preciso orario di incontro (maurizio.falsone@unive.it)

To set up an appointment, please contact maurizio.falsone@unive.it

DIRITTO DEL WELFARE - [EM2058] (180430): Open call per tesi in diritto della sicurezza sociale e diritto del welfare

Pubblicato il 01/11/2020

I lavori di tesi proposti, da svolgersi individualmente o in collaborazione con un/a collega, riguardano l’impatto dell’emergenza sanitaria per il covid-19 su profili specifici di diritto della sicurezza sociale o diritto del welfare. L’obiettivo è quello di valutare quali novità rimangono confinate al periodo di emergenza e quali evoluzioni possono rappresentare un arricchimento anche per il futuro.

Si darà priorità agli studenti che frequentano il corso di (e/o hanno superato l’esame di) diritto della sicurezza sociale o di diritto del welfare.

La proposta può essere oggetto di rivisitazioni secondo gli interessi personali del/i candidato/i e il livello triennale o magistrale del titolo da raggiungere.

Nel caso di lavoro di gruppo (massimo 2 persone), i temi della proposta potranno essere rivisti in modo da dare vita a due tesi “dialoganti”.

La tesi può essere redatta in lingua italiana o in inglese.

I candidati sono invitati a valutare la possibilità di affiancare all’attività di tesi, un tirocinio presso un ente ove sia possibile osservare i fenomeni o analizzare le questioni giuridiche oggetto di tesi (es. consulenti del lavoro, uffici del personale delle imprese).

PROPOSTA N.1

La previdenza sociale e la tutela dei lavoratori dipendenti dopo l’emergenza sanitaria per il covid-19

Si propone di analizzare gli istituti di previdenza sociale e le evoluzioni che hanno conosciuto durante la crisi sanitaria per il covid-19, sia in favore dei lavoratori attivi che dei lavoratori disoccupati. La ricerca implica lo studio degli strumenti messi in campo dallo stato e dalle imprese per sostenere il benessere dei lavoratori e delle loro famiglie: cassa integrazione, indennità di disoccupazione etc.

 

PROPOSTA N.2

La previdenza sociale e la tutela dei lavoratori autonomi, dei collaboratori e dei professionisti dopo l’emergenza sanitaria per il covid-19

Si propone di analizzare gli istituti di previdenza sociale e le evoluzioni che hanno conosciuto durante la crisi sanitaria per il covid-19, con particolare riferimento alle figure di lavoratori non subordinati: lavoratori autonomi, collaboratori coordinati e continuativi, professioni. La ricerca implica lo studio degli strumenti messi in campo dallo stato e dalle imprese per sostenere il loro benessere durante l’emergenza sanitaria (indennità una tantum, bonus, detrazioni, sospensione di versamenti contributivi, prestiti agevolati etc.)

 

PROPOSTA N.3

La sicurezza sociale e la tutela delle persone durante l’emergenza sanitaria dopo il covid-19

Si propone di analizzare gli istituti di sicurezza sociale e le evoluzioni che hanno conosciuto durante la crisi sanitaria per il covid-19, con particolare riferimento a quelli finalizzati a superare la condizione di povertà. La ricerca implica lo studio degli strumenti messi in campo dallo stato e dalle imprese per sostenere il benessere dei lavoratori e delle loro famiglie: reddito di cittadinanza, reddito di emergenza, servizi e prestazioni sociali.

 

PROPOSTA N. 4

Il welfare aziendale fra incentivo della produttività e il sostegno ai lavoratori: quali evoluzioni dopo l’emergenza sanitaria covid-19?

Si propone di analizzare le discipline di legge e di contratto collettivo tese a favorire lo sviluppo di un welfare privato unilaterale o negoziato che si aggiunga a quello pubblico. In particolare la tesi potrà focalizzare l’attenzione sulle evoluzioni della disciplina e del fenomeno a seguito dell’emergenza sanitaria da covid-19.

feed rss segui il feed