GELICHI Sauro

Qualifica Professore Ordinario
Telefono 041 234 6319 / Cellulare: 3484456247
E-mail gelichi@unive.it
Fax 041 234 6370
Sito web www.unive.it/persone/gelichi (scheda personale)
 http://lettere2.unive.it/iam_ve/index.html
Struttura Dipartimento di Studi Umanistici
Sito web struttura: http://www.unive.it/dsu
Sede: Malcanton Marcorà
Struttura Centro Interuniversitario per la Storia e l’Archeologia dell’Alto Medioevo (SAAME)
Sito web struttura: http://saame.it/
Sede: Malcanton Marcorà

Sauro Gelichi ha iniziato la sua carriera nel 1981 come ispettore medievista presso la Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna.
Dal 1992 al 1997, anno in cui è stato chiamato a Venezia, ha insegnato Archeologia medioevale presso l'Università di Pisa. Dal 2005 è Professore Ordinario di Archeologia medievale (Settore Scientifico Disciplinare: L-ANT/08) presso l'Università Ca' Foscari di Venezia. Negli anni 1999-00 è stato titolare dell'Insegnamento Storia della città e del territorio presso la Scuola di Specializzazione dell'Università di Padova. Nell'anno 2001-02 è stato titolare dell'Insegnamento Archeologia dell'Architettura presso la Scuola Superiore Organizzazione della città storica, del territorio e dei loro modelli di rappresentazione di Ravenna. Dall'Anno Accademico 1999-00 è Professere Supplente di Archeologia Medievale presso l'Università di Parma. Nel 2000, 2001, 2002, 2003 e 2004 ha tenuto lezioni nell'ambito del cycle postgrade Urbanism et amenagement du territoire all'Università di Ginevra (Institut d'Architecture). Dall'AA 2008-09 è docente della Scuola di Specializzazione Interateneo in Archeologia. Ha tenuto lezioni e conferenze presso le Università di Amsterdam, Bari, Bologna, Buenos Aires, Capodistria, Cosenza, Granada, Paris (Sorbonne e Ecole des Charte), Pechino, Madrid (Autonoma), Mendrisio, Oviedo, Oxford, Varsavia.

E' direttore responsabile della rivista "Archeologia Medioevale" e fa parte del comitato di redazione delle riviste "Archeologia postmedievale" e "Rivista di archeologia". Dal 2005 fa parte del Comitato Scientifico di Redazione della Rivista "Faenza". Nel 2006 è stato nominato membro del Comitato Scientifico della Rivista " "Territorio, Sociedad y Poder. Revista de Estudios Medievales" dell'Università di Oviedo.

Dirige con Gian Pietro Brogiolo la collana "Documenti di archeologia" e dal n°25, la collana "Ricerche di archeologia altomedievale e medioevale".
Dal 2000 al 2004 è stato Presidente della Società degli archeologi medievisti italiani (S.A.M.I.) e ora fa parte del Consiglio Direttivo. E' Presidente dal 2006 dell'Associazione Internazionale AIECM2. Nel 1998 è stato nominato membro del Comitè Scientifique de l'Unité Mixte de Recherche "Laboratoire d'Archéologie Médievale (UMR 6572 - LAMM)" che ha sede ad Aix-en-Provence.

E' stato responsabile di Unità di Ricerca Locali e Coordinatore Nazionale di progetti finanziati dal MIUR. E' stato responsabile di unità di Ricerca in vari progetti europei.
Si è occupato principalmente della storia della produzione (soprattutto ceramica), dell'insediamento rurale (villaggi e castelli) e delle città. Negli ultimi anni sta lavorando all'archeologia dell'insediamento lagunare veneziano e degli empori alto-medievali dell'Adriatico. Si occupa anche di valutazione della risorsa archeologica.
E' stato titolare di scavi e ricerche in Italia (Lombardia, Emilia Romagna, Friuli, Toscana, Abruzzo) e all'estero (Tunisia, Siria, Turchia e Montenegro). Ha partecipato a progetti di ricerca in Sicilia, in collaborazione con la Scuola normale superiore di Pisa (Entella e territorio).
Tra le sue monografie più recenti si ricordano il manuale per la NIS (ora ristampato dalla Carocci) Introduzione all'archeologia medievale. Storia e ricerca in Italia, Roma (1999 2ed.) e (insieme a Gian Pietro Brogiolo) Le città italiane nell'alto medioevo. Archeologia e storia, Laterza, Roma-Bari, 1998. Inoltre ha curato una serie monografie su scavi, ricerche e atti di convegno, di cui le più recenti sono: Nonantola 1. Ricerche archeologiche su una grande abbazia dell'altomedioevo italiano, Firenze 2005; L'aratro e il calamo. Benedettini e Cistercensi sul Monte Pisano. Dieci anni di ricerche archeologiche a San Michele alla Verruca, Pisa 2005; Stari Bar. The Archaeological Project 2004. Preliminary Report, Firenze 2005; Campagne medievali. Strutture materiali, economia e società nell'insediamento rurale dell'Italia settentrionale (VIII-X secolo), Atti del Convegno Nonantola (MO), San Giovanni in Persiceto (BO) 14-15 marzo 2003, Mantova 2005; L'Italia alto-medievale tra archeologia e storia. Studi in ricordo di Ottone D'Assia, Padova, 2005; The Archaeology of an abandoned town. The 2005 project in Stari Bar, Firenze 2006; Constructing post-medieval archaeology in Italy: a new agenda, Proceedings of the International Conference, Venice 24-25 November 2006, Firenze 2007; Sachuidic presso Forni Superiore". Ricerche archeologiche in un castello della Carnia, Firenze, 2008; A Town through the Ages. The 2006-2007 Archaeological Project in Stari Bar, Firenze, 2008; A misura d'uomo. Archeologia del territorio cesenate e valutazione dei depositi, Firenze, 2009; L'isola del vescovo. Gli scavi intorno alla Cattedrale di Comacchio, Firenze, 2009; Ritmi di transizione. Il colle Garampo tra civitas e castrum: progetto archeologico e primi risultati, Firenze, 2009.

Le informazioni riportate sono state caricate sul sito dell'Università Ca' Foscari Venezia direttamente dall'utente a cui si riferisce la pagina. La correttezza e veridicità delle informazioni pubblicate sono di esclusiva responsabilità del singolo utente.