RICORDA Ricciarda

Qualifica Senior Researcher
Telefono 041 234 7221
E-mail ricorda@unive.it
Fax 041 234 7250
SSD LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA [L-FIL-LET/11]
Sito web www.unive.it/persone/ricorda (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Studi Umanistici
Sito web struttura: https://www.unive.it/dsu
Sede: Malcanton Marcorà
Research Institute Research Institute for Digital and Cultural Heritage

Si è laureata in Lettere nel 1973 presso l'Università di Padova. Ha usufruito di una borsa di studio del Consiglio Nazionale delle Ricerche presso l'Università "Ca' Foscari" di Venezia; in seguito ha rivestito il ruolo di ricercatrice universitaria e poi di professoressa associata di Letteratura italiana moderna contemporanea nella medesima università, presso cui è attualmente professoressa ordinaria.

L'attività scientifica della prof.ssa Ricorda ha investito tre ambiti principali, riguardanti rispettivamente il periodo a cavallo tra Settecento e Ottocento, il secondo Ottocento, il Novecento.

Per quanto riguarda il settore settecentesco, si è occupata di letteratura di viaggio, di giornalismo letterario e di forme narrative e teatrali, con la cura di testi e con interventi e saggi su romanzieri (Pietro Chiari, Alessandro Verri), "giornalisti" (Gasparo Gozzi, Giuseppe Baretti), commediografi (Carlo Goldoni, Carlo Gozzi) e su scritture femminili (le viaggiatrici, da Isabella Teotochi Albrizzi a Marianna Candidi Dionigi).

In ambito secondo-ottocentesco ha condotto ricerche sulla Scapigliatura, ampi studi sulla rivista "Nuova Antologia" e sullo scrittore e critico Angelo Conti.

In area novecentesca, si è occupata di modalità e aspetti della prosa a partire dal periodo compreso tra le due guerre; ha rivolto inoltre l'indagine alle "forme miste" nel secondo Novecento, con interventi su Leonardo Sciascia, Vitaliano Brancati, Gesualdo Bufalino, Primo Levi, Pier Paolo Pasolini, Giacomo Noventa, Guido Piovene e Goffredo Parise.

Attualmente è impegnata in ricerche di ambito sia sette-ottocentesco (Carlo Gozzi, Angelo Conti) che novecentesco (.Sciascia, Parise, Pasolini). Un filone al centro del suo interesse è quello relativo alla letteratura di viaggio, sia nel suo sviluppo storico che nella particolare declinazione del suo rapporto con le migrazioni, in riferimento tanto alla letteratura prodotta in lingua italiana da migranti in Italia che a quella realizzata da italiani fuori dai confini nazionali.

Coordina, presso l’Università Ca’ Foscari, l’Archivio delle Scritture Scrittrici Migranti.

Condirige le riviste "Studi Novecenteschi" e "Todomodo. Rivista internazionale di studi sciasciani". Fa parte del comitato di redazione dalla rivista “Quaderni Veneti”, dei comitati direttivi di “Ermeneutica letteraria” e di “Studi goldoniani”; è membro del Comitato per l’Edizione Nazionale delle Opere di Carlo Gozzi.

È stata presidente del Collegio didattico dei corsi di laurea in Lettere e in Filologia e letteratura italiana dal 2001 al 2006 e coordinatrice dei medesimi dal 2012 al 2014.

Nel biennio 2004-2005 è stata vicepreside della Facoltà di Lettere e Filosofia e dal 2011 al 2014 vicedirettrice del Dipartimento di Studi Umanistici.

Dall'ottobre 2014 è prorettrice alla didattica.