COLUMMI CAMERINO Marinella

Qualifica
Professoressa in quiescenza
E-mail
colmari@unive.it
Fax
041 234 7250
SSD
LETTERATURA ITALIANA [L-FIL-LET/10]
Sito web
www.unive.it/persone/colmari (scheda personale)

Nata e laureata a Trieste dove, assistente di ruolo, ha ricoperto l'incarico di Letteratura italiana moderna, Marinella Colummi Camerino è professore a Ca' Foscari dal 1980, nel ruolo di ordinario dal 2001. È titolare dell' insegnamento di Letteratura italiana presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Per due anni (1993-4;1995-6) è stata Professeur invité all'Università Charles de Gaulle-Lille 3, dove ha svolto i programmi per i concorsi di C.A.P.E.S. e Agrégation e seminari per il D.E.A. (Diplôme d'Études Approfondies). Ha tenuto lezioni in università italiane e straniere e in diversi centri di ricerca. In particolare ha collaborato in varie forme all'aggiornamento degli italianisti all'estero, negli anni '70 aderendo a un accordo tra le Università di Trieste, Zurigo e Budapest ("Centro per l'insegnamento dell'italiano all'estero"), negli anni '90 facendo continuativamente lezione nei corsi della Fondazione Giorgio Cini. È stata relatrice in innumerevoli convegni nazionali e internazionali.

Le sue ricerche hanno riguardato soprattutto il romanzo, le sue forme e la sua storia, dalle origini settecentesche alla svolta rappresentata da Manzoni fino al naturalismo e oltre. Si è occupata in particolare dei modelli narrativi emergenti nel corso dell'Ottocento, della loro trasformazione e contaminazione (con storiografia, teatro, saggistica), del dibattito teorico connesso all'affermazione del genere, di cui ha approfondito gli aspetti letterari e quelli relativi alla storia degli intellettuali nella fase di avvio della modernità in Italia. Un filo conduttore di questi diversi aspetti della ricerca è stato il rapporto tra dinamica delle forme narrative e identità nazionale. Ha scritto, tra gli altri, su Manzoni, Tommaseo, Cattaneo, Nievo, Tenca (di cui ha curato il romanzo La Ca' dei cani). Tra i suoi lavori novecenteschi compaiono sia indagini di storia letteraria, come la sintesi sugli anni Cinquanta-Ottanta (I contemporanei), sia analisi su singoli autori e problemi, come quella sull'opera di Del Giudice studiata in rapporto al problema dello spazio nel romanzo contemporaneo o il saggio sulla ricezione di Abraham B. Yehoshua in Italia.

E' stata redattrice della rivista "Problemi" dal 1985 al 2001. Attualmente fa parte dell'équipe incaricata dell'Edizione nazionale dell'opera di Nievo.

E' stata membro di consiglio direttivo dell'ADI (Associazione degli italianisti italiani) dal 1998 al 2005.