DREON Roberta

Qualifica
Professoressa Associata
Incarichi
Componente effettivo del Collegio di Disciplina
Delegata della Rettrice alla Ricerca di area Umanistica
Telefono
041 234 7243
E-mail
robdre@unive.it
Fax
041 234 7350
SSD
ESTETICA [M-FIL/04]
Sito web
www.unive.it/persone/robdre (scheda personale)
Struttura
Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali
Sito web struttura: https://www.unive.it/dip.fbc
Sede: Malcanton Marcorà
Research Institute
Research Institute for Digital and Cultural Heritage

Roberta Dreon è Professoressa Associata di Estetica dal 1 dicembre 2014 presso il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali dell’Università Ca' Foscari di Venezia, dopo essere stata Ricercatore T.I. dal 1 dicembre 2008. Nel luglio 2017 ha ottenuto l'Abilitazione Scientifica Nazionale a professore di I fascia per il settore concorsuale 11/C4, Estetica e Filosofia dei Linguaggi. Attualmente insegna Estetica nelle Lauree in Filosofia e in Beni Culturali, nonché Ricezione artistica e comunicazione nella Laurea Magistrale in Economia e Gestione delle Arti. Dal 2011 fa parte del collegio di Dottorato di Filosofia e Scienze della Formazione dell'Università Ca' Foscari e dal 2021 è membro dell’Assemblea dei docenti del Dottorato Nazionale in Sustainability and Climate Change. Dall'autunno del 2020 è Delegata della Rettrice di Ca' Foscari per la ricerca umanistica.

E' nella redazione delle riviste "Mind, Language and the Arts", “Filosofia e Teologia”, “Ermeneutica letteraria”. Dal giugno 2019 è co-direttore della rivista “European Journal of Pragmatism and American Philosophy”, indicizzata in Scopus. Dal 2007 è membro della Società Italiana di Estetica e dal 2008 dell'Associazione Pragma.

I suoi ambiti di ricerca principali sono costituiti dal pragmatismo classico, in particolare la filosofia di John Dewey – ma ha scritto anche su James e su Mead, nonché sul pragmatismo contemporaneo di Joseph Margolis -, dal dibattito estetico contemporaneo (estetica pragmatista, estetica evoluzionistica, estetica ambientale), da alcune categorie concettuali dell’estetica classica (le nozioni di autonomia/eteronomia dell’arte, i concetti di genio, esperienza estetica, disinteresse estetico), dall’antropologia filosofica di derivazione pragmatista. Su questo tema ha recentemente pubblicato un libro, Human Landscapes. Contributions to a Pragmatist Anthropology (SUNY Press 2022), incentrato sui temi della sensibilità, degli abiti, nonché sull’idea di “enlanguaged experience". Ha pubblicato articoli sui temi della sensibilità, in senso sia percettivo che affettivo, sulla teoria delle emozioni, sulla teoria degli abiti e sul concetto di abiti affettivi, sull’intreccio tra linguaggio e sensibilità nell’ambiente umano, sui rapporti tra esperienza e cognizione, sviluppando argomenti di stampo pragmatista anche in dialogo con il dibattito recente sulle teorie embodied ed enacted della mente. Nel passato si è occupata di fenomenologia ed ermeneutica, con un libro sui concetti di tempo e di esperienza nella filosofia del primo Heidegger (Franco Angeli 2003). In seguito ha lavorato sui rapporti tra sensibilità e linguaggio, con un volume pubblicato per Mimesis nel 2007. Successivamente ha pubblicato una monografia sull'estetica di Dewey (Marietti 2012) tradotta in francese presso Questions Theoriques nel 2017.