CESIRI Daniela

Qualifica Professoressa Associata
Telefono 041 234 7829
E-mail daniela.cesiri@unive.it
Fax 041 234 7850
Sito web www.unive.it/persone/daniela.cesiri (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati
Sito web struttura: https://www.unive.it/dslcc
Sede: Palazzo Cosulich

Come scrivere un'email alla docente - How to write emails to your Professor

Pubblicato il 06/08/2020

Cari studenti,

Con l’incremento delle comunicazioni online, è necessario precisare alcune caratteristiche che le vostre email devono presentare per comunicare con la vostra docente in modo cortese e appropriato. A volte, il passaggio dalla comunicazione in italiano a quella in inglese può contenere interferenze e preconcetti errati che possono penalizzare il vostro modo di utilizzare la netiquette nelle email. Di seguito, quindi, vengono spiegati gli elementi essenziali da inserire ed utilizzare nelle vostre email.

Informazioni da richiedere: accertatevi che le informazioni di cui avete bisogno non siano già presenti nel sillabo, tra gli avvisi online e/o in Moodle.

Account da utilizzare: utilizzate il vostro account @stud.unive.it. È il solo modo per evitare che i filtri del server di Ateneo mandino la vostra email in Spam e, quindi, per evitare che la vostra email venga cancellata senza che voi otteniate risposta.

Oggetto: inserite sempre un oggetto chiaro ma espresso in forma sintetica in modo che il vostro messaggio ottenga l’attenzione che merita.

!!!Formula di saluto!!!: nella netiquette in lingua inglese in ambito internazionale, ormai, è vietato utilizzare formule che si riferiscano allo stato civile di una docente. Quindi, evitate in modo assoluto l’utilizzo di Dear Ms/Mrs. L’unica formula da utilizzare è “Dear Prof. Cesiri” se scrivete in inglese; se scrivete in italiano, l’unica formula da utilizzare è “Gent.ma/Gentile Prof.ssa Cesiri”. Queste sono le formule più indicate in ambito accademico, a prescindere dal genere del/la docente. In questo modo, inoltre, eviterete di essere sia troppo formali che troppo informali con altre formule alternative.

Presentazione: ricordate che insegno in corsi differenti, quindi, dopo esservi presentati sarebbe opportuno precisare per quale corso mi state contattando o su quale insegnamento state chiedendo informazioni.

Saluto e firma: basta chiudere la vostra email con un sintetico “Cordiali saluti” oppure “Kind/Best regards” (anche chiudere semplicemente con “Regards” va bene) e, infine, firmare con il vostro nome e cognome, in questo ordine.

Vi chiedo solo di osservare queste brevi indicazioni per assicurare che la vostra comunicazione sia cortese e venga recepita in modo corretto.

Grazie per la collaborazione.

Prof.ssa Cesiri


Dear Students,

The volume of communication via email is dramatically increasing. So, it is now necessary for me to provide you with some instructions on how to communicate with me, correctly and politely. The possibility to choose to communicate in English or in Italian might cause some misunderstandings, especially if stereotypes and preconceptions intervene. They might penalise your way of using the correct netiquette in your emails. For this reason, I list below some instructions, which I ask you to use when you write me an email.

Requests: before writing to me, make sure that the information you need are not already available in the syllabus, on my online board and/or in Moodle.

Account: use only your Ca’ Foscari student account @stud.unive.it. This is the only way to make sure that your email is not sent automatically in the Spam folder, where it would be lost forever (and, of course, without getting a proper reply).

Oggetto: specify a clear but concise object in your email, so your message receives the attention it deserves.

!!!Salutation formula!!!: today, the netiquette in English used in international communication forbids  and stigmatises the use of formulae that refer to the marital state of a female professor. So, I ask you not to use salutation formulae such as Dear Ms/Mrs Cesiri. The only accepted and acceptable form (for polite communication) is “Dear Prof. Cesiri” if you are writing in English; if you write in Italian, you need to use “Gent.ma/Gentile Prof.ssa Cesiri”. These are the only two formulae to be used when writing to professors in general, be they of female or male gender. In this way, moreover, you will be sure that you are using a register that is neither excessively formal nor too informal/colloquial (in case you opt out for other alternative salutations).

Presentation: please bear in mind that I teach in different courses so, after introducing yourselves, it is appropriate that you specify the course about which you are requesting information/writing.

Greeting and signature: you can easily conclude your message with a concise “Cordiali saluti”/“Kind/Best regards” (just “Regards” is also fine) and, then, sign with your name and your surname (in this order).

 

If you follow these instructions, your emails will be correct, polite, and will be welcomely received.

Thank you for your cooperation,

Prof. Cesiri

IMPORTANTE - Indicazioni per laureandi e stylesheet tesi (Agg. Maggio 2020)

Pubblicato il 06/08/2020

L'argomento oggetto della prova finale va concordato con il relatore con congruo anticipo.

Per scrivere una buona prova finale lo studente deve riservarsi almeno 3-4 mesi durante i quali dovrà svolgere un lavoro continuativo. Per questo motivo lo studente deve:

  1. contattare la docente con largo anticipo rispetto alla data di presentazione della domanda di laurea per prendere accordi sulla prova finale;
  2. consegnare con regolarità via email i singoli capitoli di cui si compone l’elaborato, una volta che questi sono completati e attendere che la docente invii le correzioni via email.
  3. confrontarsi costantemente con la docente durante la preparazione e la stesura del lavoro di tesi, via email o durante gli orari di ricevimento.

Prima di caricare la domanda di laurea lo studente deve concordare il titolo della tesi con la docente. Per le tesi triennali non è necessario scrivere l'abstract.

Lo studente non deve sparire per lunghi periodi per poi ripresentarsi qualche settimana, o qualche giorno, prima dalla consegna della prova finale, nè deve effettuare l'upload se prima non ha ricevuto il consenso esplicito della docente. Tantomeno, lo studente può effettuare l'upload di un lavoro che non è stato mai visto o corretto dalla docente.

Lo studente deve presentare la bozza della prova finale almeno 10 giorni prima del caricamento del PDF in Area Riservata per permettere alla docente una rilettura completa del lavoro e avere il tempo necessario per apportare eventuali modifiche o correggere eventuali errori residui.

Nella stesura della tesi lo studente dovrà seguire lo style sheet (file .pdf) che si trova allegato al presente avviso. La versione allegata al presente avviso è stata aggiornata (maggio 2020).

Si ricorda che il plagio è un reato perseguibile a norma di legge, pertanto lo studente dovrà attenersi scrupolosamente alle indicazioni in merito contenute nello style sheet ed alle modalità di citazione e riferimenti bibliografici indicati nello stesso style sheet. Si raccomanda, inoltre, la lettura delle linee guida di Ateneo riguardanti la stesura dell'elaborato finale:  http://www.unive.it/pag/31196/.

Ricevimento

Pubblicato il 24/07/2020

A seguito delle misure adottate per il COVID-19, il ricevimento in presenza è sospeso ma preosegue a distanza, tramite GMeet. Il ricevimento via GMeet si svolge previo appuntamento da concordare via email (daniela.cesiri@unive.it). La docente può essere in ogni caso contattata via email senza chiedere necessariamente un ricevimento ad hoc. 

L'eventuale ripresa dei ricevimenti in presenza (modalità e relativo calendario) sarà comunicato seguendo le direttive e le tempistiche degli organi competenti. 

segui il feed