BAGLIONI Daniele

Qualifica Professore Ordinario
Telefono 041 234 7205
E-mail daniele.baglioni@unive.it
italianoscritto@unive.it - ITALIANO SCRITTO
SSD LINGUISTICA ITALIANA [L-FIL-LET/12]
Sito web www.unive.it/persone/daniele.baglioni (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Studi Umanistici
Sito web struttura: https://www.unive.it/dsu
Sede: Malcanton Marcorà

Nato a Roma nel 1977, compie gli studi universitari all’Università La Sapienza, dove consegue la laurea in Lettere (2000) e il dottorato in Linguistica storica e storia linguistica italiana (2004). Dopo aver insegnato a contratto alle Università di Cassino (2004-2005), dell’Aquila (2004-2005) e La Sapienza (2005-2006) e aver fruito di diversi finanziamenti per soggiorni di ricerca all’estero (Cipro 2002-2003, Tunisi 2005), è borsista post-doc presso l’Istituto Italiano di Scienze Umane – SUM di Firenze (2006-2008) e assegnista di ricerca all’Università La Sapienza (2009-2011). Dal 2010 al 2013 è titolare di un progetto triennale del Fondo Nazionale Svizzero (Programma Ambizione), sviluppato presso l’Università di Zurigo. Dal settembre 2011 lavora a Ca’ Foscari, prima come ricercatore (2011-2018), poi come professore associato (dal 15 marzo 2018), infine come professore ordinario (dal 15 giugno 2020), tenendo corsi di Storia della lingua italiana, Linguistica italiana e Dialettologia italiana per le lauree triennali e magistrali e seguendo da relatore circa 50 tesi di laurea e da supervisore 3 tesi di dottorato. 

I suoi interessi di ricerca sono orientati verso:
1) la linguistica storica italiana, in particolare l’etimologia e la fonetica storica dell’italiano e dei dialetti;
2) la storia della lingua italiana fuori d’Italia, specie dei volgari e dell’italiano nel Mediterraneo medievale e moderno (stati crociati, possedimenti veneziani nel Levante, impero ottomano);
3) il contatto tra le lingue romanze e le altre lingue del Mediterraneo, per quel che riguarda sia i prestiti lessicali (l’elemento romanzo nel greco di Cipro e in maltese, gli arabismi e i turcismi in italiano, il lessico della lingua franca), sia la commutazione di codice nella scrittura e le tradizioni allografiche (cioè la resa delle varietà italo-romanze in scrittura greca, ebraica e araba in testi medievali e rinascimentali);
4) la storia della linguistica e della dialettologia italiane e romanze (Cesarotti, Schuchardt);
5) le lingue inventate e le grammatiche immaginarie nella letteratura italiana (Maraini, Wainstein).

È autore di circa 60 contributi scientifici, fra cui 3 monografie. Ha organizzato 2 convegni internazionali e partecipato a circa 40 convegni in Italia e all’estero (di cui la metà su invito). Ha tenuto lezioni e seminari su invito per studenti universitari e dottorandi in Università ed enti di ricerca italiani (Univ. La Sapienza, Univ. per Stranieri di Siena, Univ. Federico II di Napoli, Univ. di Padova, Univ. di Bologna, Univ. di Trento, Biblioteca Passerini-Landi di Piacenza, Univ. Gabriele D’Annunzio di Chieti-Pescara, Fondazione Besso di Roma, Univ. per Stranieri di Perugia, Accademia della Crusca, Venice International University, Univ. di Pisa) e stranieri (Univ. di Zurigo, Univ. di Losanna, Centro di Dialettologia ed Etnografia di Bellinzona, Univ. Ludwig-Maximilian di Monaco di Baviera). È  stato inoltre professore ospite presso le Università di Regensburg (a.a. 2013-2014) e di Zurigo (a.a. 2018-2019), dove ha tenuto corsi sul contatto linguistico per studenti di Bachelor e di Master.

Partecipa al comitato editoriale degli “Studi linguistici italiani” (fascia A per l’area 10) e al comitato scientifico dei “Romanica Olomucensia”. Collabora con il Lessico Etimologico Italiano (dal 2000 al 2016 come redattore, dal 2016 a oggi come revisore delle voci). Dal 2017 coordina il corso di aggiornamento di italiano della Fondazione "I Lincei per la scuola" (Polo veneto), rivolto a docenti della scuola secondaria di I grado. In passato, ha collaborato con la Società Dante Alighieri (2004-2009) e RAI Storia (2011-2012).

Dal suo arrivo a Ca' Foscari, ha tenuto/tiene i seguenti incarichi:

·     coordinatore dei corsi di Italiano scritto e Italiano professionale (dal 2014 a oggi);
·     membro del Collegio del Dottorato in Italianistica (dal 2014 a oggi);
·     membro della Giunta del Dipartimento di Studi Umanistici (2015-2017);
·     membro del Collegio didattico del CdS in Lettere del Dipartimento di Studi Umanistici (2015-2017);
·     membro del Comitato per la Ricerca del Dipartimento di Studi Umanistici (2017-2019);
·     delegato del Dipartimento di Studi Umanistici alla comunicazione esterna (2017-2019);
·     referente dei Collaboratori esperti linguistici (CEL) della Ca’ Foscari School of International Education (dal 2018 a oggi);
·     rappresentante di Ca’ Foscari presso il consorzio ICoN – Italian Culture on the Net (dal 2019 a oggi);
·     componente del Presidio di Qualità di Ateneo (dal 2019 a oggi);
·     coordinatore del Dottorato in Italianistica (dal 2019 a oggi).

È risultato vincitore del Premio Promozione Ricerca 2004 del CNR per il finanziamento della pubblicazione della tesi di dottorato e assegnatario del Fondo per il Finanziamento delle Attività Base della Ricerca (FFABR) nel 2009.

 

ENGLISH:

Born in Rome in 1977, he completed his university studies at the Sapienza University of Rome, where he obtained a degree in Literature (2000) and a doctorate in Historical Linguistics and Italian Linguistic History (2004). After having taught as a temporary lecturer at the Universities of Cassino (2004-2005), L'Aquila (2004-2005) and Sapienza University (2005-2006) and having received several grants for research periods abroad (Cyprus 2002-2003, Tunis 2005), he became a post-doctoral fellow at the Italian Institute of Human Sciences (SUM) in Florence (2006-2008) and research fellow at Sapienza University (2009-2011). From 2010 to 2013 he was the holder of a three-year project at the Swiss National Science Foundation (Ambizione Programme), developed at the University of Zurich. Since September 2011 he has worked at Ca' Foscari, first as a researcher (2011-2018), then as an associate professor (since March 2018) and as a full professor (since June 2020), holding courses in the History of the Italian Language, Italian Linguistics and Italian Dialectology for Bachelor and Master’s degrees and following about 50 theses as supervisor as well as 4 doctoral theses. 
His research interests are directed towards:
1) history of the Italian language, in particular the etymology and historical phonetics of Italian and Italian dialects;
2) the history of the Italian language outside Italy, especially of the vernacular and Italian in the medieval and modern Mediterranean (Crusader states, Venetian possessions in the Levant, Ottoman Empire);
3) the contact between the Romance languages and the other languages of the Mediterranean, as regards both the lexical borrowings (the Romance element in the Greek of Cyprus and in Maltese, Arabic and Turkish loanwords in Italian, the lexicon of the lingua franca), code-switching in writing, and allographic traditions (i.e. the rendering of the Italian Romance varieties in Greek, Hebrew and Arabic in medieval and Renaissance texts);
4) the history of Italian linguistics, Italian dialectology and Romance linguistics (Cesarotti, Schuchardt);
5) invented languages and imaginary grammars in Italian literature (Buzzati, Maraini, Wainstein).
He is the author of about 60 scientific contributions, including 3 monographs. He has organised 2 international conferences and participated in about 40 conferences in Italy and abroad (half of which by invitation). He has held lectures and seminars on invitation for university students and PhD students at universities and research institutions in Italy (Sapienza University of Rome, University for Foreigners of Siena, University Federico II of Naples, University of Padua, University of Bologna, University of Trento, Biblioteca Passerini-Landi of Piacenza, University Gabriele D'Annunzio of Chieti-Pescara, Fondazione Besso of Rome, University for Foreigners of Perugia, Accademia della Crusca, Venice International University, University of Pisa) and abroad (University of Zurich, University of Lausanne, Center for Dialectology and Ethnography of Bellinzona, Ludwig Maximilian University of Munich). He was also visiting professor at the Universities of Regensburg ( 2013-2014) and Zurich (2018-2019), where he taught courses on linguistic contact for Bachelor and Master students.
He is a member of the editorial board of "Studi linguistici italiani" (class A for area 10) and of the scientific committee of "Romanica Olomucensia". He collaborates with the Lessico Etimologico Italiano (from 2000 to 2016 as editor, from 2016 to the present as reviewer of entries). Since 2017 he has coordinated the course of the "I Lincei per la scuola" Foundation (Veneto region), aimed at secondary school teachers of Italian grammar and literature. In the past, he has collaborated with the Società Dante Alighieri (2004-2009) and RAI Storia (2011-2012).
Since his arrival at Ca' Foscari, he has held the following positions:
·     coordinator of written Italian and professional Italian courses (from 2014 to present);
·     member of the Doctorate School in Italian Studies (from 2014 to present);
·     member of the Committee of the Department of Humanities (2015-2017);
·     member of the Teaching Committee of the degree course in Literature of the Department of Humanities (2015-2017);
·     member of the Research Committee of the Department of Humanities (2017-2019);
·     delegate for external communications of the Department of Humanities (2017-2019);
·     contact person for the Collaboratori esperti linguistici (CEL; Expert Language Collaborators) of the Ca' Foscari School of International Education (2018 to present);
·     representative of Ca' Foscari at the ICoN - Italian Culture on the Net consortium (from 2019 to present);
·     member of the University Quality Assurance Unit (from 2019 to present);
·     coordinator of the Doctorate Programme in Italian Studies (from 2019 to date).
He was the winner of the 2004 Premio Promozione Ricerca (Research Promotion Award) of the CNR (National Rearch Council) for the financing funding of the publication of his doctoral thesis and recipient of the Fondo per il Finanziamento delle Attività Base della Ricerca (FFABR; Fund for the Financing of Basic Research Activities) in 2009.