Pubblicazioni scientifiche

Catalogo pubblicazioni

Il catalogo delle pubblicazioni del Dipartimento attinge le informazioni da ARCA, l'archivio istituzionale ad accesso aperto della ricerca di Ca' Foscari con lo scopo di raccogliere, diffondere e conservare la produzione scientifica dell'università.

ARCA è un archivio Open Access: è consultabile liberamente, indicizzato dai motori di ricerca e interrogabile anche dal portale cerCa. In questo modo vengono valorizzate la produzione scientifica dell'Ateneo e la visibilità delle ricerche.


Annali di Ca' Foscari - Serie orientale

Al termine di un accurato vaglio scientifico, durato oltre un anno e mezzo, il Content Selection & Advisory Board (CSAB) di Scopus ha comunicato di aver accettato la rivista Annali di Ca’ Foscari. Serie Orientale nei suoi indici.

Tra le motivazioni con le quali Scopus ha promosso la rivista spicca l’esplicito riconoscimento dell’assoluta originalità della rivista fra quante già accolte in Scopus

Da oltre quarant’anni – con periodicità annuale – la rivista è espressione del Dipartimento di Studi sul'Asia e sull'Africa Mediterranea. Nella migliore tradizione cafoscarina, essa ospita la più avanzata ricerca nei diversi campi dell’orientalistica a livello internazionale.

Dal 2014 è diretta dal prof. Antonio Rigopoulos, il quale ha avviato la sua digitalizzazione e la pubblicazione online open access.

È un riconoscimento di massimo livello per il Dipartimento e l’Ateneo, che giunge nel 150enario della sua storia e premia uno dei suoi Dipartimenti fondativi.

Scopus provvederà presto a completare l’indicizzazione complessiva di tutti gli articoli comparsi nella rivista utilizzando la ricca fonte di metadati che la digitalizzazione, operata negli ultimi anni, ha prodotto.

L'edizione digitale della rivista è disponibile integralmente e gratuitamente qui.


Élise Franssen

Viaggiare in Europa per rivelare i segreti dei manoscritti arabi

La dott.ssa Élise Franssen, vincitrice di una borsa Marie Curie e assegnista di ricerca presso il Dipartimento, si sta dedicando a attività di disseminazione della sua ricerca nei più prestigiosi centri di ricerca europei.

Terrà, infatti, un seminario alla Biblioteca Universitaria di Lingue e Civiltà del Centre National de la Recherche Scientifique a Parigi il 5 e 6 novembre (maggiori informazioni qui). Sarà poi ospite della Staatsbibliothek di Berlino per un workshop organizzato in collaborazione con la Freie Universitat e con la Al-Furquan Islamic Heritage Foundation di Londra dal 25 al 29 maggio 2019 (vedi qui).

Inoltre, animerà un'attività a Venetonight 2018, nella settimana della ricerca che inizierà a Venezia il 28 settembre 2018 (i dettagli sono qui).

Il progetto della Dott.ssa Franssen, RASCIO, mira a comprendere come venissero trattate e utilizzate le conoscenze in un momento di enorme afflusso di dati, quale fu il periodo mamelucco, grazie all’analisi del lavoro di al-Ṣafadī, uno dei più influenti intellettuali del tempo. Qui alcune informazioni sul progetto.


Sadid al-Din Muhammad Awfi

Le gemme della memoria

Il prof. Stefano Pellò ha recentemente pubblicato presso Einaudi la prima traduzione di una delle opere più importanti della letteratura persiana.

L'opera è stata composta nel XIII secolo da Awfi, un letterato che soggiornò in varie corti in Iran, India e Asia Centrale, dedicandosi a uno studio vastissimo, che copre gli ambiti più disparati: dalla favola all'aneddoto storico, dall'apologo morale alla dottrina religiosa. Awfi ordinò poi i vari racconti per sezioni omogenee, vivificandoli e colorandoli grazie al suo immenso talento per la narrazione.

Le gemme della memoria rappresenta un testo fondamentale da molti punti di vista: non solo consente di rivivere l'enorme bagaglio di esperienze accumulato dall'autore, non solo è di fatto la sola testimonianza di molte tradizioni che l'invasione mongola distrusse poco dopo che furono raccolte da Awfi, ma rappresenta soprattutto un classico che ha qualcosa da dire in tutti i tempi e in tutti i luoghi.

La pubblicazione ha avuto molta eco nella stampa nazionale, è stata recensita su Il Sole 24 ore da Giuliano Boccali e ha dato ispirazione a almeno due editoriali di Mattia Feltri su La Stampa.


Collane e riviste ad accesso gratuito

Il Dipartimento di Studi sull'Asia e sull'Africa Mediterranea si appoggia al progetto editoriale Edizioni Ca' Foscari per la maggior parte delle sue pubblicazioni, sposandone la filosofia di gratuità della fruizione dei prodotti della ricerca universitaria pubblica. Da qui ci si può collegare alle collane e alle riviste correlate al lavoro del Dipartimento.

Last update: 18/04/2019